Fisco, le novità per il 2024: canone Rai, tampon tax e affitti, cosa cambia – Buzznews

Per i lavoratori autonomi in regime forfettario con compensi superiori a 25.000 euro, sarà obbligatorio emettere la fattura elettronica. Questa è una delle novità introdotte dalla legge di Bilancio 2022, che ha l’obiettivo di aumentare la trasparenza delle transazioni economiche.

Un’altra importante modifica riguarda i fringe benefits per i lavoratori dipendenti. La soglia di esenzione per questi benefit passa da circa 258 euro a 2.000 euro per i dipendenti con figli a carico e a 1.000 euro per gli altri dipendenti. Questo significa che i lavoratori potranno beneficiare di maggiori vantaggi, come buoni pasto o contributi per l’asilo nido, senza dover pagare alcuna tassa.

La legge di Bilancio prevede anche una riduzione del cuneo fiscale per i redditi inferiori a 35.000 euro. Questa misura permetterà ai lavoratori di avere un beneficio economico medio di circa 100 euro al mese.

Le lavoratrici madri di almeno due figli con un contratto a tempo indeterminato avranno ulteriori vantaggi. Infatti, saranno esenti dai contributi fino al decimo anno di età del figlio più piccolo. Questo provvedimento favorisce l’inclusione delle donne nel mondo del lavoro e facilita la conciliazione tra famiglia e lavoro.

La legge di Bilancio prevede anche una rimodulazione delle aliquote e degli scaglioni Irpef. Questo porterà ad un alleggerimento del carico fiscale per i contribuenti italiani, per un ammontare complessivo di 4,2 miliardi di euro.

Alcune misure, invece, subiranno una modifica. Ad esempio, verrà abrogato l’Ace, Aiuto alla crescita economica, per le imprese. Si tornerà inoltre ad applicare il Concordato preventivo biennale e la riforma fiscale.

Un’altra importante novità riguarda il canone Rai, che subirà una riduzione da 90 a 70 euro. Questa misura si propone di alleggerire il carico fiscale sui cittadini che possiedono un televisore.

Tuttavia, non tutte le modifiche introdotte dalla legge di Bilancio 2022 sono vantaggiose per i cittadini. Ad esempio, l’aliquota IVA per prodotti come assorbenti, tamponi, pannolini e latte in polvere aumenterà dal 5% al 10%. Questo comporterà un aumento del costo di questi beni di prima necessità.

Un’altra modifica riguarda l’aliquota della cedolare secca sulle locazioni brevi. Questa passerà dal 21% al 26% per il secondo immobile locato. Ciò implicherà un incremento del costo delle locazioni brevi per coloro che possiedono più di un immobile.

Infine, le accise sulle sigarette subiranno un aumento. Il prezzo delle sigarette aumenterà da 28,20 euro a 29,30 euro per ogni 1.000 unità vendute. Questa misura ha l’obiettivo di disincentivare il consumo di tabacco e aumentare le entrate statali.

La legge di Bilancio 2022 introduce dunque importanti modifiche nel sistema fiscale italiano, con l’obiettivo di favorire la trasparenza, alleggerire il carico fiscale per alcune categorie di contribuenti e incrementare le entrate statali attraverso l’aumento di tasse su alcuni beni e servizi.

READ  Btp, rendimenti in aumento: quelli a 20 anni al di sopra del 5%, cosa fare adesso - Buzznews

Ravenna Bianchi

"Esperto di tv estremo. Fanatico della birra. Amichevole fan del bacon. Comunicatore. Aspirante esperto di viaggi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *