Faccia a faccia con gli antenati delluomo: aperta la nuova sala con ricostruzioni iperrealistiche – Buzznews

Faccia a faccia con gli antenati delluomo: aperta la nuova sala con ricostruzioni iperrealistiche – Buzznews

Aperta al pubblico la nuova “Sala dell’evoluzione umana” al Museo di Storia Naturale dell’Università di Pisa a Calci. L’inaugurazione della sala si è tenuta il 22 settembre alla presenza di importanti autorità, tra cui il Rettore dell’Università di Pisa, il Presidente della Fondazione Pisa, il Sindaco di Calci e la direttrice del Museo.

La sala ospita impressionanti ricostruzioni a grandezza naturale di sei diverse specie di ominidi: Australopithecus afarensis, Homo habilis, Homo erectus, Homo neanderthalensis, Homo floresiensis e Homo naledi. I modelli in silicone, estremamente realistici, sono esposti all’interno di teche cilindriche, che permettono ai visitatori di trovarsi letteralmente “faccia a faccia” con i nostri antichi antenati.

Inoltre, i visitatori potranno utilizzare una postazione multimediale per scansionare il proprio corpo e ottenere un selfie di gruppo con i nostri antenati estinti. Un’esperienza unica che permetterà a tutti di immergersi completamente nella storia evolutiva del genere umano.

La sala offre anche la possibilità di toccare i crani e le repliche di alcune ossa delle diverse specie, che sono posizionate all’esterno delle teche. Un’attenzione particolare è riservata alla specie di Homo naledi, scoperta in Sudafrica, il cui modello è collocato di fronte alla ricostruzione della famosa Camera di Dinaledi, il sito in cui sono state ritrovate oltre 1.500 ossa.

L’allestimento della sala è stato possibile grazie al prezioso contributo della Fondazione Pisa, che da sempre sostiene le attività culturali dell’Università. La sala rappresenta un’importante aggiunta al Museo di Storia Naturale, che si distingue come un caso di eccellenza nel sistema dei musei universitari italiani e ha ricevuto numerosi riconoscimenti nel corso degli anni.

La nuova “Sala dell’evoluzione umana” ha già attirato l’attenzione di oltre 50mila visitatori nel corso del 2023, confermando l’interesse del pubblico per tematiche legate all’evoluzione umana.

READ  Tempesta solare imminente sulla Terra: confermata la CME cannibale dallavviso della NASA. Cosa comporta e quali sono i rischi

Da rimarcare l’impegno costante della Fondazione Pisa nel supportare progetti culturali di rilevanza, come la creazione della “Galleria dei primati” e, in questo caso specifico, l’allestimento della sala.

Il dottor Simone Farina e il professor Damiano Marchi hanno lavorato con grande dedizione per curare l’allestimento della sala, con il prezioso contributo degli altri membri del Museo di Storia Naturale. Un risultato che lascia il segno e coinvolge i visitatori in modo appassionante nella storia evolutiva dell’umanità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *