F1 2022, Ferrari, Mattia Binotto, Charles Leclerc, Carlos Sainz, Gran Premio di Gran Bretagna, Ross Brawn, FIA, regolamento, regole

La Ferrari è una delle più intriganti storie di Formula 1. La squadra più grande e più antica degli sport motoristici, la sua storia è dominazione o mediocrità, con il confine tra le due squadre pericolosamente buono.

Stiamo ancora aspettando di vedere quale lato del libro mastro cadrà nel 2022.

Uno dei maggiori problemi della Ferrari è che non solo stanno correndo sotto il peso di una storia così sbalorditiva, ma sono anche la squadra nazionale italiana de facto e sopportano tutto il controllo che ne deriva.

Guarda tutti gli allenamenti, le qualifiche e la gara per il Campionato del Mondo di Formula 1 2022 in diretta a Cayo. Nuovo su Kayo? Prova subito 14 giorni gratis>

C’è più pressione nel motorsport di così.

Ma mentre la vittoria dopo mesi di siccità avrebbe dovuto alleviare parte di quella pressione, i rapporti fuori dall’Italia suggeriscono che ha solo creato un nuovo problema che Mattia Binotto deve gestire.

Dal punto di vista della Formula 1, la vittoria della Ferrari è stata un tonico perfetto per la corsa al dominio della Red Bull Racing, ma lo è stato soprattutto dato lo spettacolo che lo attendeva a Silverstone, Ross Brawn si è impegnato in un round garantito di colpi alle spalle. Per l’approccio sistematico che ha applicato per progettare le nuove regole di quest’anno, che forniscono gare migliorate come previsto.

E la F1 sta per intraprendere un nuovo tipo di progetto che le darà una presenza fisica non razziale nelle città di tutto il mondo.

L’ex portavoce della Ferrari alza il coperchio sulle tensioni interne

La Ferrari ha mantenuto egregiamente la sua presa vista la velocità e la natura del crollo del titolo negli ultimi mesi.

Durante i mesi di maggio e giugno, la Ferrari ha subito una sorprendente inversione di tendenza di 87 punti nella classifica costruttori, mentre Max Verstappen ha superato Charles Leclerc con 74 punti di vantaggio. Queste cinque gare sono state profondamente colorate da alcuni dei più grandi colpi della Ferrari, tra cui diversi guasti al propulsore ed errori tattici, che hanno lasciato la squadra senza vittorie per oltre due mesi.

READ  Notizie sportive oggi: cosa devi sapere

I team Ferrari più vecchi potrebbero essere stati in subbuglio finora, ma finora le acque rimangono calme dopo un po’ di dimenarsi dopo la gara e alcuni discorsi diplomatici da parte di Leclerc per esprimere la sua delusione.

Menchi Sainz rivendica la sua prima vittoria in Formula Uno | 00:38

Ma secondo l’ex addetto stampa della Ferrari, iniziano ad emergere accenni di nervosismo.

Scrive nella sua rubrica periodica per il sito italiano Passione di formulaAlberto Antonini ha detto che alcuni membri del box Leclerc hanno cercato di interrompere la celebrazione del podio e l’immagine del team a causa di un errore strategico che ha regalato quella che sembrava essere una vittoria da uomo onesto per Carlos Sainz.

“Sono stato informato – e mi fido della fonte – che un brutto episodio si è verificato subito dopo la gara di Silverstone nel box dei vincitori”, ha scritto. “Si dice che parte dello staff Ferrari abbia rifiutato, almeno inizialmente, di partecipare alla cerimonia del podio e alla foto regolare.

“Se questo è vero, come temo, non è un buon segno.

“Un po’ di sana competizione nel box fa bene, ogni meccanico e ogni tecnico dovrebbe fare il tifo per il proprio pilota”, ma l’interesse comune dovrebbe essere l’obiettivo vincente. La gara e poi ovviamente anche il mondiale [both] Campionato Mondiale “.

Forse questa forte posizione difensiva del boss della squadra Mattia Binotto dopo la gara potrebbe aver spiegato che la circostanza, non l’errore, è costata la vittoria a Leclerc. Ad ogni modo, è riuscito a unire la squadra in tempo per i festeggiamenti post-gara.

Qualsiasi voce di attrito tra il capo della squadra e Leclerc chiaramente frustrato sembra essere stata esagerata, poiché Mattia e Charles si sono incontrati a cena a Monaco questa settimana per un debriefing. I media italiani hanno riferito che questa non è la prima volta che si incontrano lontano da Maranello, con la logistica piuttosto che potenziali problemi come fattore principale.

READ  DAZN condivide i diritti della Serie A con Sky Italia, secondo un rapporto

EPIC Battle a 3 vie si illumina Silverstone | 01:20

Braun Breezes Formula 1 in stile 2022 dopo Silverstone

Ross Brawn, amministratore delegato del motorsport di Formula 1, ha salutato il Gran Premio di Gran Bretagna come una “mostra perfetta” di ciò che sperava che le nuove regole del 2022 avrebbero portato sulla scena delle corse.

Uno degli elementi costosi di Liberty Media al momento dell’acquisto dello sport è stata una riscrittura del regolamento per cercare di ridurre i sottoprodotti aerodinamici che ostacolavano le corse ravvicinate. La F1 in seguito ha assunto un team interno di designer e aerodinamica per collaborare con la FIA, che scrive le regole, per elaborare i regolamenti completamente nuovi che governano lo sport oggi.

I risultati sono stati un netto miglioramento rispetto al processo precedente, che spesso faceva affidamento sulle squadre per dedicare parte delle proprie risorse alla messa a punto dei regolamenti, e che poi non è stata una sorpresa con l’obiettivo di avvantaggiare lo sport in generale.

In una colonna post-gara, Brown ha detto che la gara serrata a Silverstone, in particolare negli ultimi 10 giri, è stato l’ultimo segno che le nuove regole stavano funzionando.

“Abbiamo gestito alcune grandi gare”, ha scritto. “Quello che mi ha soddisfatto è la precisione che i piloti possono avere nelle auto.

“Abbiamo assistito a innumerevoli grandi combattimenti che si sono svolti in molte curve, con molteplici cambi di posizione. Abbiamo visto che i piloti sono stati in grado di prendere più linee con queste nuove auto – e questo ha permesso a due, tre o anche quattro auto di andare all’incirca fianco a fianco lato.

“Anche la qualità degli abbonamenti era elevata. I conducenti hanno dovuto lavorare davvero per portare a termine il trasloco: non si trattava solo di utilizzare il DRS per viaggiare”.

Tuttavia, il processo normativo non ha decimato la politica di squadra, e lo sport terrà venerdì un incontro critico che potrebbe decidere in che misura la FIA è intervenuta in alcune scappatoie con l’obiettivo di ridurre l’auto rimbalzo.

READ  Stefanos Tsitsipas ha fissato una data per i quarti di finale con Yannick Sener

Più auto

Riflettori sulla sicurezza: le domande hanno ancora bisogno di risposte dopo il successo di Silverstone su Chu

“OFF THE RADAR”: il campione di F1 mette in dubbio l’influenza di Ricciardo nella “rissa da pub” della McLaren

Mercato dei piloti delle Supercar: PremiAir dà la caccia a un pilota di 18 squadre a metà stagione

Lo sport concluderà presto anche il processo di approvazione delle regole del motore per il 2026, dopodiché verrà redatto il prossimo regolamento tecnico per lo stesso anno.

Brown ha avvertito che la sede non dovrebbe tornare alle vecchie abitudini di cambiamenti ad hoc influenzati dalle squadre di litigi.

“Quello che mostra è la direzione che la F1 e la FIA hanno preso è assolutamente la giusta direzione da seguire e lo sport può andare avanti con rinnovata fiducia che questo approccio è ciò che è necessario per il futuro”, ha affermato.

“Dovrebbe sempre essere un fattore importante nella progettazione e nella modifica di queste vetture”.

La F1 lancia la mostra di viaggio

La Formula 1 lancerà quella che descrive come “la prima mostra itinerante del suo genere” nella storia del campionato il prossimo anno.

La mostra includerà nuove opere e “reperti storici”, comprese le auto d’epoca. Beneficerai anche del catalogo audiovisivo leggendariamente ampio ma storicamente ben conservato per raccontare la storia della serie dai suoi inizi fino ai giorni nostri.

Le mostre saranno organizzate da un team di esperti di Formula 1, inclusi storici e giornalisti, mentre la produzione complessiva è gestita dai Round Room Studios, che si trovava dietro la Jurassic World Gallery.

L’idea di una mostra permanente o di un museo è stata sollevata all’inizio di quest’anno come potenziale utilizzo del terreno acquistato a Las Vegas per costruire strutture per i box e hangar per la corsa su strada del prossimo anno. È stato proposto che gli edifici siano adibiti a museo dello sport durante l’anno, conferendo loro una presenza fisica e non etnica.

I biglietti e le città saranno annunciati entro la fine dell’anno prima del lancio nel 2023.

Ravenna Bianchi

"Esperto di tv estremo. Fanatico della birra. Amichevole fan del bacon. Comunicatore. Aspirante esperto di viaggi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Post Solasta: Crown of the Magister La versione Xbox si unisce a Game Pass il primo giorno
Next Post Monkeypox: l’Oms deve riconsiderare se l’epidemia sia un’emergenza di salute pubblica di interesse internazionale