Ex funzionari dell’esercito chiedono a Austin e Millie di dimettersi

Decine di generali e ammiragli in pensione hanno chiesto le dimissioni del segretario alla Difesa Lloyd Austin e dei capi di stato maggiore congiunti, il generale Mark Milli, citando la “negligenza” nel ritiro delle truppe statunitensi dall’Afghanistan.

I firmatari affermano di essere membri di un gruppo noto come “Flag Officers 4 America”, e Austin e Millie affermano che avrebbero dovuto fortemente sconsigliare questo pericoloso ritiro.

Anzi, La lettera aggiunge, Se Austin e Mille combattono con i denti e le unghie del presidente Biden, dovranno comunque dimettersi come “dichiarazione di coscienza e pubblica”.

La lettera è stata firmata da 87 persone lunedì sera, tra cui il contrammiraglio della Marina in pensione John Pointexter, ex consigliere per la sicurezza nazionale sotto il presidente Ronald Reagan; Rappresentante Ronnie Jackson (R-Texas), ex contrammiraglio della Marina e medico di lunga data della Casa Bianca; E il generale di brigata dell’esercito in pensione Donald Boldak, il candidato repubblicano che rappresenta il New Hampshire al Senato degli Stati Uniti il ​​prossimo anno.

La lettera, firmata dal segretario alla Difesa Lloyd Austin e dai capi di stato maggiore congiunti, il generale Mark Millie, è stata firmata da 87 firmatari.
AB Photo / Alex Brandon

La lettera invita Austin e Millie a dimettersi per motivi di “leadership, addestramento e morale” e accusa il PC di “enfasi compulsiva sull’addestramento relativo alla “consapevolezza” dell’unità dell’unità, della prontezza e della capacità di combattimento che è altamente divisiva e dannosa per la guerra. .

Conclude: “Il nostro esercito è lì per combattere e vincere le guerre della nostra nazione, e questo deve essere l’unico obiettivo dei nostri massimi leader militari”.

Ufficiali di bandiera 4 Gli Stati Uniti hanno guadagnato una cattiva reputazione a maggio quando l’FBI e la Corte Suprema hanno pubblicato un’altra lettera aperta accusando Biden di ignorare “irregolarità elettorali” e di sollevare sospetti sulle sue condizioni fisiche e mentali.

READ  Il porto cinese affronta l'eruzione del COVID-19; Le esportazioni globali sono soggette a ritardi

All’epoca il gruppo era in pensione att. Mike Mullen, criticato dall’ex capo della Coalizione, ha detto a Politico che la lettera “ferisce i militari e danneggia il Paese con l’espansione”.

Funzionari statunitensi hanno annunciato lunedì che l’evacuazione dell’aeroporto internazionale Hamid Karzai di Kabul è terminata, sebbene abbiano lasciato centinaia di cittadini statunitensi e migliaia di alleati afgani con le proprie attrezzature nelle aree controllate dai talebani.

Il segretario alla Difesa Lloyd Austin parla in una conferenza stampa a Washington mercoledì 21 luglio 2021, con il generale Mark Millie, leader della sinistra e dei leader della coalizione.
Il segretario alla Difesa Lloyd Austin e il capo di stato maggiore congiunto Mark Millie sono stati chiamati a dimettersi.
Foto AB / Kevin Wolf
Emanuele Schiavone

"Appassionato ninja della birra. Risolutore di problemi estremi. Pensatore. Appassionato di web professionista. Avido comunicatore. Piantagrane hardcore. "

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post L’epidemia ha causato un baby bust, non un boom
Next Post Il Consiglio di sicurezza dell’ONU diviso esorta i talebani a consentire viaggi, aiuti