Elsa Pataky “orgogliosa” del duro lavoro a The Interceptor | intrattenimento

Elsa Pataky è “orgogliosa” di aver fatto le sue acrobazie in “Interceptor”.

L’attrice di 45 anni ha trascorso diversi mesi a girare il film a Sydney e ha dovuto portarlo “a un nuovo livello” con il suo regime di fitness per essere nelle migliori condizioni fisiche per il suo ruolo di Soldato J.J. Collins.

Ha detto: Abbiamo finito le riprese due settimane fa, dopo otto mesi.

“Sono contento di essere stato in grado di fare un film d’azione completo, in cui ho interpretato una donna forte e forte.

“È un soldato dell’esercito degli Stati Uniti e interpretandola ho dovuto costruire muscoli e portare il tuo regolare regime di allenamento a un nuovo livello.

“È stata una vera sfida perché stavo anche imparando tutte le routine di combattimento e facendo tutte le scene che potevo da solo invece di usare il doppio. Mi sento molto orgoglioso di me stesso”.

Elsa è stata in grado di rivolgersi a suo marito, l’attore “Thor” Chris Hemsworth – padre dei suoi figli India, nove e nove anni, gemelli Sasha e Tristan – per suggerimenti e consigli su come costruire muscoli per il ruolo.

Ha detto Ciao! Rivista: “Dà buoni consigli, soprattutto nel campo della nutrizione.

“Stava girando l’ultimo film ‘Thor’ mentre io stavo girando ‘The Interceptor’, quindi ci siamo alternati ad allenarci e a prenderci cura dei bambini”.

Elsa ha continuato a lavorare fino al termine delle riprese, ma ha “ammorbidito” il suo regime.

Ha aggiunto: “Sono tornata a una pratica più rilassante: meditazione, yoga, un po’ di pilates e un po’ di esercizio, ma con pesi più piccoli.

READ  Chris Martin riceve un complimento da Kelly Clarkson per aver cantato i testi dei BTS in coreano

“Mi stavo alzando per raddoppiare il mio peso corporeo. Alla fine della giornata, sei esausto. “

Abelie Lombardi

"Pioniere del caffè. Pensatore appassionato. Creatore. Appassionato di Internet a misura di hipster".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post L’epidemia di Covid a Provincetown mostra che “non è ancora finita”
Next Post Entra in vigore il bando di Venezia alle navi da crociera, tra reazioni contrastanti