Doccia fredda dallinflazione negli Stati Uniti. Si allontana il taglio dei tassi – Buzznews

L’inflazione negli Stati Uniti accelera, sorprende i mercati e allontana la possibilità di un taglio dei tassi. I prezzi al consumo sono saliti del 3,4% a dicembre, superando le aspettative degli analisti e il dato di novembre del 3,1%. Su base mensile, i prezzi hanno registrato un aumento dello 0,3%, leggermente superiore alle aspettative dello 0,2%. L’indice core, che esclude energia e alimentari ed è preferito dalla Federal Reserve, è aumentato del 3,9% su base annua e dello 0,3% su base congiunturale.

La salita dei prezzi è principalmente dovuta agli aumenti nel settore immobiliare e delle assicurazioni auto (+20% a dicembre 2022). Questi dati mettono in dubbio le previsioni ottimistiche di tagli dei tassi da parte della Federal Reserve e della BCE nel 2024. Le borse europee, così come Wall Street, hanno risentito di questa notizia, chiudendo in negativo.

La riduzione dei tassi favorisce i mercati azionari, ma le stime sull’intensità e le tempistiche dei tagli potrebbero essere esagerate alla luce dei dati appena usciti. Gli esperti ritengono che la Federal Reserve e la BCE potrebbero voler verificare una discesa effettiva dell’inflazione prima di effettuare un taglio dei tassi.

La prima prova di questa possibile discesa dell’inflazione si avrà a marzo, quando la Fed si riunirà per valutare un intervento sul costo del denaro. La Fed prevede tre tagli dei tassi nel 2024, ma gli analisti ritengono che un taglio a marzo sia meno probabile e prevedono una riduzione a maggio o giugno.

Ugo Trenta, responsabile Corporate Bond di Banco Posta Fondi Sgr, afferma che sia la Fed che la BCE potrebbero aver raggiunto il loro picco per i tassi di politica monetaria.

READ  LAmerica non ha perso la sfida con lAsia, lEuropa invece sì | Federico Rampini - Buzznews

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *