Discute del nuovo viaggio di Bull Nikolai Vusevic da Orlando a Chicago

Il guardaroba è limitato.

Quindi era limitato Nikola Vusevic Gli articoli di abbigliamento possono essere scossi molto facilmente.

“Tre felpe, due jeans e due maglioni”, ha detto mercoledì il grande uomo dei Bulls.

Vusevic è uscito da una valigia che ha riempito rapidamente la strada con la sua nuova squadra in nove delle sue prime 10 partite.

“Li sto lavando”, ha confermato.

Il primo confronto contro la sua ex squadra di magia deve aver portato più emozione alla sua porta di casa – mentre le lacrime scorrevano quando ha scambiato il 25 marzo – e aveva bisogno di tempo per sedersi e pensare. Dopo aver scambiato quel giovedì in realtà non aveva tempo assegnato, poi è andato a Chicago per la fisica e le note dei cliffs del playbook venerdì e poi ha perso 21 punti e nove rimbalzi contro gli Spurs il giorno successivo.

Nove città diverse e tre settimane dopo, Vusevic stava giocando contro la sua ex squadra, così come la sua seconda partita in casa.

“La mia squadra a Orlando è molto speciale per me”, ha detto Vusevic. “Ci sono arrivato da bambino, me ne sono andato dopo nove anni, ma sono così orgoglioso degli ultimi due anni perché abbiamo passato molto, ricostruito e poi ricostruito. [of] Ancora una volta, abbiamo finalmente fatto i playoff per due anni e siamo finiti due volte un All-Star.

“Spero che i fan mi ricorderanno sempre come qualcuno che ha giocato duro, ha gareggiato e ha dato il meglio. Spero che ricorderanno bene la mia eredità. Almeno ora posso parlarne senza piangere. Non è una brutta cosa. È un passo. inoltrare.”

READ  Un anno, la città italiana ricorda le prime scorciatoie virali

Allo stesso tempo, Vusevic sa che ci sono nuovi gradini da salire. Orlando ha un po ‘di storia nel basket, ma non come le travi piene di striscioni che ora gioca per i Bulls. Quando i Bulls hanno abbandonato le selezioni al draft per aggiungerle a questo elenco, in particolare l’inclusione di Wusewick, non è stato né rimanere nel territorio di gioco né essere fatto in uno dei playoff come Magic.

Armadietti Potere distintivo in avanti / al centro Anthony Davis Chiama Chicago la “mecca del basket” e ha il sostegno di qualcosa del genere Doc Reverse E Patrick Beverly.

Vusevic sta ora giocando con nuove aspettative e con più pressione. Forse può contare su di esso quando avrà un minuto per pesarsi. Si spera di no.

“Era come il mio secondo o terzo giorno a Chicago”, ha detto Vusevic. “Non abbiamo mai suonato davanti ai fan o altro. Spero di poterlo fare presto con i fan nell’arena, non ancora pienamente realizzato giocando per i Bulls. Questa è la cosa reale.

“Ogni sera ho messo molta pressione nel portarlo dentro, gareggiare e giocare il più possibile per aiutare la squadra a vincere.” Oh, non credo che sarà Orlando o Chicago. Ho sempre vuoi vincere. Vuoi aiutare la tua squadra ad arrivare più in alto possibile. Mi diverto “.

Intoccabili

Capo allenatore Billy Donovan Rookie è stato chiesto di nuovo sul combattimento Patrick Williams Linea di partenza e possibili cambiamenti in avanti. Sebbene non avesse intenzione di fare una mossa, Donovan ha chiarito che avrebbe sempre fatto del suo meglio per la squadra.

“Non direi che è intoccabile”, ha detto Donovan. “Non credo che Patrick sia diverso da qualsiasi altro ragazzo di questa squadra. Farà tutto il possibile per aiutare la squadra”.

READ  Prada Cup: la gioia italiana si diffonde nel villaggio delle coppe degli Stati Uniti dopo 21 anni di siccità
Emanuele Schiavone

"Appassionato ninja della birra. Risolutore di problemi estremi. Pensatore. Appassionato di web professionista. Avido comunicatore. Piantagrane hardcore. "

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Il Fondo monetario internazionale esorta l’area dell’euro ad aumentare la spesa per alimentare la ripresa economica
Next Post Spiegazione: come il ritiro delle forze statunitensi entro l’11 settembre chiude il loro capitolo in Afghanistan