Derek Chauvin è stato condannato a 22 anni e sei mesi di carcere per la morte di George Floyd

L’ex agente di polizia di Minneapolis Derek Chauvin è stato condannato a 22 anni e sei mesi di carcere per l’omicidio di George Floyd, la cui morte sotto il ginocchio di Chauvin ha scatenato la più grande protesta contro l’ingiustizia razziale negli Stati Uniti da generazioni.

La sentenza di venerdì è stata inferiore alla condanna a 30 anni richiesta dai pubblici ministeri.

Con un buon comportamento, Chauvin, 45 anni, potrebbe essere rilasciato dopo aver scontato i due terzi della sua pena, ovvero circa 15 anni.

L’ex ufficiale di polizia Derek Chauvin ha rotto il suo lungo silenzio in aula venerdì quando è stato condannato per l’omicidio di George Floyd, offrendo le condoglianze alla famiglia di Floyd e dicendo che sperava che ulteriori informazioni in arrivo avrebbero dato loro “un po’ di tranquillità”.

Chauvin, che non ha testimoniato al suo processo, lo ha rimosso removed COVID-19 Si è rivolto alla famiglia di Floyd, parlando solo brevemente a causa di quelle che ha definito “alcune questioni legali aggiuntive a portata di mano” – un apparente riferimento al processo federale per i diritti civili che deve ancora affrontare.

Ma molto brevemente, vorrei esprimere le mie condoglianze alla famiglia Floyd. Ci saranno altre informazioni in futuro che saranno di interesse. E spero che le cose ti diano un po’ di tranquillità”, ha detto, senza entrare nei dettagli.

L’avvocato di Chauvin, Eric Nelson, ha definito la morte di Floyd “tragica” e il “cervello di Chauvin è pieno di e se” della giornata: “E se non avessi accettato di andare quel giorno? E se le cose fossero andate diversamente? se non ho mai risposto a quella chiamata?” E se, e se, e se?”

I membri della famiglia di Floyd sono saliti sul podio e hanno pianto la sua morte. Hanno chiesto la pena massima.

“Non vogliamo vedere più schiaffi sul polso. Uno dei fratelli di Floyd, Terrence Floyd, piange”, ha detto uno dei fratelli di Floyd.

“La nostra famiglia è spezzata per sempre”, ha detto Brandon Williams, nipote di Floyd. Gianna, la figlia di 7 anni di Floyd, ha detto in un video mostrato in tribunale che se potesse dire qualcosa a suo padre ora, sarebbe: “Mi manchi e ti amo”.

Il procuratore generale Matthew Frank ha chiesto al giudice di ignorare le linee guida sulla condanna e dare a Chauvin 30 anni di carcere, dicendo che “tortura è la parola giusta” per ciò che l’ufficiale ha fatto a Floyd.

READ  Il team brasiliano ordina l'esame di Bolsanaro sull'accordo con Kovaccin

“Questo non è uno sparo temporaneo, un pugno in faccia. Questi sono 9 minuti di crudeltà verso un uomo che era indifeso e implorava per la sua vita”, ha detto Frank.

La madre di Chauvin, Caroline Pawlenty, ha preso posizione per chiedere la misericordia di suo figlio, dicendo che la sua reputazione è stata ingiustamente ridotta a “una persona aggressiva, senza cuore e indifferente” e razzista.

“Posso dirvi che questo è lontano dalla verità”, ha detto al giudice. “Voglio che questa corte sappia che nessuna di queste cose è vera e che mio figlio è un brav’uomo”. Ha aggiunto: “Derek, voglio che tu sappia che ho sempre creduto nella tua innocenza e che non mi tirerò mai indietro”.

“Sarò qui per te quando torni a casa”, ha detto.

Barriere di cemento, filo spinato e pattuglie della Guardia nazionale sono scomparse venerdì nell’aula del tribunale durante il processo di tre settimane di Chauvin in primavera, riflettendo l’allentamento delle tensioni dalla sentenza di aprile. Tuttavia, è stato riconosciuto che la sentenza è stata un altro grande passo avanti per Minneapolis dalla morte di Floyd il 25 maggio 2020.

“Tra l’incidente, il video, la rivolta, il processo – questo è il massimo”, ha detto Mike Brandt, un avvocato difensore locale che ha seguito da vicino il caso. “Anche il giudizio è stato massiccio, ma qui arriva il ruolo della giustizia”.

Chauvin è stato condannato per omicidio colposo di secondo grado, omicidio di terzo grado e omicidio colposo di secondo grado per aver premuto il ginocchio sul collo di Floyd per un massimo di 9 minuti e mezzo mentre l’uomo di colore di 46 anni ansimava perché non riusciva a respirare. E si è sgonfiato.

Jennifer Starr Dodd, al centro, tiene tre dita che simboleggiano gli altri tre agenti di polizia ancora sotto processo, mentre i sostenitori reagiscono alla condanna dell’ex agente di polizia di Minneapolis Derek Chauvin per l’omicidio di George Floyd. (AFP)

Il video di un passante dell’arresto di Floyd con l’accusa di aver passato una banconota da 20 dollari falsa in un negozio all’angolo ha suscitato proteste in tutto il mondo e ha portato a violenze diffuse a Minneapolis e oltre.

Le linee guida per la condanna del Minnesota prevedono 12 anni e mezzo, ma il giudice Peter Cahill ha concordato con i pubblici ministeri prima del procedimento di venerdì che c’erano circostanze aggravanti che avrebbero potuto giustificare una condanna più dura – tra queste, che Chauvin ha trattato Floyd con particolare crudeltà, ha abusato della sua posizione di autorità come ufficiale di polizia e lo ha fatto davanti ai bambini.

READ  Almeno 9 cinesi uccisi in una massiccia esplosione in Belucistan: rapporto | notizie dal mondo

La difesa ha richiesto il monitoraggio, dicendo che Chauvin era il prodotto di un sistema “rotto” e “riteneva che stesse facendo il suo lavoro”.

Con una buona condotta, Chauvin può essere rilasciato sulla parola dopo aver scontato circa i due terzi della sua pena.

Prima della sentenza, il giudice ha respinto la richiesta di Chauvin di un nuovo processo. L’avvocato difensore Eric Nelson ha sostenuto che l’intensa pubblicità ha distorto la giuria e che il processo avrebbe dovuto essere spostato da Minneapolis.

Il giudice della contea di Hennepin, Peter Cahill, sta presiedendo la condanna dell’ex agente di polizia di Minneapolis Derek Chauvin. (AFP)

Il giudice ha anche respinto la richiesta della difesa di un’udienza per possibile cattiva condotta del giurato. Nelson aveva accusato un giurato di essere sincero durante la selezione della giuria perché non aveva menzionato la sua partecipazione al raduno della scorsa estate in onore del reverendo Martin Luther King, Jr.

Ben Crump, l’avvocato della famiglia, ha detto che i parenti erano “preoccupati e nervosi” prima del procedimento. “Per noi, George Floyd è una causa. È un problema. È un marchio. Per loro – questa è la loro carne e sangue. Sai, questo è il loro fratello”, ha detto Crump.

Non era chiaro se Chauvin avrebbe rotto il suo lungo silenzio e avrebbe parlato quando il verdetto sarebbe stato pronunciato. Alcuni esperti dubitavano che avrebbe detto qualcosa a causa del pericolo che le sue parole avrebbero potuto usare contro di lui nel caso federale. Nessuna data è stata fissata per quel processo.

Ma Brandt ha detto che Chauvin potrebbe dire qualche parola senza finire nei guai legali. “Penso che sia la sua occasione per dire al mondo, ‘Non avevo intenzione di ucciderlo'”, ha detto l’avvocato. “Se fossi in lui, penso che avrei cercato di far sapere alla gente che non sono un mostro. “

Chauvin non ha testimoniato al suo processo. L’unica spiegazione che il pubblico ha sentito da lui è venuta dal filmato della body cam in cui ha detto a un passante sulla scena: “Dobbiamo controllare questo ragazzo perché è un ragazzo grosso… e sembra che stia facendo qualcosa”.

READ  "Il pregiudizio intrinseco è una sfida": un gruppo di advocacy sulla rasatura forzata della barba di un sikh

Phillip Stenson, professore di giustizia penale alla Bowling Green State University, ha affermato che dal 2005 11 funzionari di legge non federali, tra cui Chauvin, sono stati condannati per omicidio in servizio. Le punizioni per i nove condannati prima di Chauvin variavano da sei anni a nove mesi. la vita dietro le sbarre è in media 15 anni.

Con la condanna di Chauvin, la famiglia Floyd e l’America nera hanno affrontato qualcosa di raro: nei pochi casi in cui gli ufficiali accusati di brutalità o altri comportamenti scorretti contro i neri sono stati processati, l’elenco delle assoluzioni e dei verdetti di errore giudiziario era più lungo dell’elenco. delle sentenze dopo la condanna.

Negli ultimi anni, le assoluzioni hanno incluso gli ufficiali perseguiti negli omicidi di Philando Castile in un sobborgo di Minneapolis e Terence Crocher a Tulsa, in Oklahoma. Il processo sulla morte di Samuel Dubos a Cincinnati è stato dichiarato nullo.

“Ecco perché il mondo ha guardato questo processo, perché è così raro”, ha detto Benjamin Taylor, un avvocato per i diritti civili con sede in Arizona che ha rappresentato le vittime della brutalità della polizia. “Tutti sanno che non succede tutti i giorni”.

Diverse persone intervistate a Minneapolis prima della condanna di Chauvin hanno affermato di volere una sentenza dura.

Trent’anni “non mi sembrano abbastanza”, ha detto Andrew Harrier, un lavoratore bianco al dettaglio. “Starò bene se sarà in prigione per il resto della sua vita.”

Joseph Allen, 31 anni, che è nero, ha detto che vorrebbe vedere Chauvin essere condannato all’ergastolo, aggiungendo che spera che altri agenti di polizia imparino “a non fare ciò che ha fatto Derek Chauvin”.

Sul fatto che le piacerebbe sentire parlare Chauvin, Levi Armstrong ha detto: “Per me come donna di colore che vive in questa comunità, non c’è niente che possa dire che possa alleviare il dolore e il trauma che ha causato. … Penso se parlasse sarebbe ipocrita. Potrebbe causare più shock”.

Chauvin è stato trattenuto dalla sua condanna in una prigione statale di massima sicurezza a Oak Park Heights, dove è stato tenuto in una cella da solo per la sua protezione e gli ha portato i pasti.

Gli altri tre ufficiali dovrebbero essere processati a marzo con l’accusa di favoreggiamento in omicidio e omicidio colposo.

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post “Vogliamo essere migliori”
Next Post NEO: The World Ends ha una demo gratuita ora disponibile su PS4 e Nintendo Switch