Decine di cani lasciati all’aeroporto di Kabul. Il Pentagono dice “non nostra” notizia del mondo

Dopo i rapporti secondo cui le forze statunitensi hanno lasciato dozzine di cani alla mercé dei talebani in attesa di essere massacrati, il Pentagono ha definito tali rapporti “falsi” e ha affermato che l’esercito americano non ha lasciato cani all’aeroporto e all’aeroporto. Il segretario stampa del Pentagono, John Kirby, ha twittato che le foto e i video realizzati sui social media non sono immagini dei militari.

La notizia è emersa dopo che una foto di cani in gabbia davanti a un elicottero smilitarizzato si è diffusa sui social media. Il Pentagono ha affermato che questi cani non appartenevano all’esercito americano. I cani erano sotto la custodia dei cani, ha detto Kirby.

“Per correggere i rapporti errati, l’esercito americano non ha lasciato alcun cane in gabbia all’aeroporto internazionale di Hamid Karzai, compresi i cani da lavoro militari segnalati. Le immagini che circolano online erano animali sotto la cura di Small Animal Rescue a Kabul, non cani nel nostro cura”, ha detto Kirby.

Small Animal Rescue Kabul è un’organizzazione per i diritti degli animali che ha lavorato in Afghanistan nell’ultimo anno. Inizialmente aveva pianificato di evacuare alcuni animali, ma ha dovuto lasciare le loro gabbie all’aeroporto poiché i cani non erano ammessi sugli aerei militari e gli aerei charter privati ​​non erano ammessi a Kabul.

READ  Biden paga una ricompensa in denaro alle persone che si fanno vaccinare

“Siamo rattristati che l’aereo che abbiamo assicurato per trasportare i cani salvati dal Kabul Small Animal Rescue dall’Afghanistan non sia stato finalmente autorizzato a trasportare in sicurezza gli animali e i loro custodi fuori dal paese”, ha affermato Laurie Califf, direttore dei programmi di SPCA International . .

Un comunicato diffuso dal palazzo presidenziale afferma che i cani trattenuti in aeroporto sono stati rilasciati, trasformandoli in randagi senzatetto. Ha anche detto che l’ONG tornerà all’aeroporto quando sarà sicuro e salverà nuovamente gli animali.

People for the Ethical Treatment of Animals (PETA) ha avviato una petizione basata su rapporti e ha affermato: “… dozzine di cani da lavoro nell’esercito americano, molti sfollati da animali da compagnia americani e più di 100 cani precedentemente salvati dalle strade di Afghanistan. Insieme a un numero imprecisato di gatti salvati e umani che si prendevano cura di questi animali, sono stati lasciati in Afghanistan dopo che l’ultimo aereo americano ha lasciato l’aeroporto internazionale Hamid Karzai di Kabul”. La dichiarazione ha aggiunto che la PETA stava cercando di verificare questi rapporti.

“La routine e i disastri sembrano aver rovinato ogni tentativo di garantire un volo per questi animali e i loro custodi. Mentre si dice che i gatti e il personale siano al sicuro al momento, molti cani, incluso un carlino appartenente a un dipendente dell’ambasciata degli Stati Uniti, potrebbero aver Liberali Rilasciali per difendersi dentro e intorno all’aeroporto. Questi animali e le persone che si prendevano cura di loro hanno urgente bisogno di parlare con te!”, ha affermato il gruppo per i diritti degli animali nella sua dichiarazione.

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post I 2 HR di Chapman aiutano i primi Tigers di A a vincere 3-3 di fila
Next Post I ricercatori decodificano i meccanismi genetici che regolano la velocità della sintesi proteica