Cos’è la demenza? Segni e sintomi di perdita di memoria e cosa fare

Cerchi altre notizie su salute e benessere? Partecipazione Yahoo Lifestyle Canada le notizie!

Una certa perdita di memoria può essere dovuta all’invecchiamento, ma una graduale perdita di memoria può essere un segno di qualcosa di più serio. (immagini Getty)

Questo articolo è solo a scopo informativo e non sostituisce la consulenza, la diagnosi o il trattamento medico professionale. Rivolgersi a un medico qualificato prima di intraprendere qualsiasi attività fisica o apportare modifiche alla dieta, ai farmaci o allo stile di vita.

Dimenticare dove mettere qualcosa o non ricordare il nome di una persona può capitare a chiunque. Tuttavia, diventa ancora più inquietante quando la ripetuta perdita di memoria inizia a influenzare la nostra vita quotidiana e, in alcuni casi, può alla fine farci perdere la nostra indipendenza.

Sebbene il deterioramento della memoria possa essere il risultato di infezione, depressione, ansia o altre condizioni mediche, potrebbe anche essere dovuto alla demenza.

La perdita di memoria può essere compromessa dalla demenza che colpisce più di mezzo milione di canadesi e si prevede che raddoppierà entro il 2030, secondo il Associazione Canadese Alzheimer.

Cos’è la demenza?

La demenza non è una malattia, ma piuttosto un termine generico usato per riferirsi a disturbi che causano una graduale perdita della funzione cognitiva, nel senso che influenza il modo in cui pensi, ricordi e ragioni. Molte persone con demenza possono anche sperimentare cambiamenti nel loro umore e personalità.

Più di 500.000 canadesi vivono con la demenza o il morbo di Alzheimer (una forma di demenza). Con l’invecchiamento della nostra popolazione, esperti Si prevede che il numero di persone che convivono con una certa demenza raggiungerà i 930.000 entro il 2030.

READ  Stazione spaziale internazionale: il capo spaziale russo afferma che "il divorzio non è possibile" dagli Stati Uniti
Quali sono i segnali di allarme della demenza?  (Getty Images).

Quali sono i segnali di allarme della demenza? (Getty Images).

Cosa causa la demenza?

La demenza deriva da una varietà di malattie e lesioni che colpiscono principalmente o secondariamente il cervello.

La demenza e il morbo di Alzheimer sono una cosa?

Sebbene siano spesso usati in modo intercambiabile, il morbo di Alzheimer è la forma più comune di demenza. secondo Organizzazione mondiale della Sanità È confermato che contribuisce al 60-70% dei casi di demenza. Molte persone usano i termini “demenza” e “Alzheimer” in modo intercambiabile, ma in realtà l’Alzheimer è la causa e la demenza è il risultato.

Anche ictus, lesioni alla testa e persino il morbo di Parkinson sono cause di demenza.

Quali sono i sintomi comuni della demenza?

Secondo gli esperti, il sintomo più comune della demenza è la perdita di memoria a breve termine. Ciò include dimenticare qualcosa che è successo o è stato detto negli ultimi 10-15 minuti, ripetersi e fare le stesse domande.

Il dottor Andrew Frank, neurologo cognitivo del Bruyere Memory Program dell’Elisabeth Bruyere Hospital di Ottawa, elenca altri sintomi come deterioramento del linguaggio, delle parole e del giudizio.

Strano dimenticare una parola o un nome che ti viene in mente in seguito è normale, soprattutto quando invecchiamo o se siamo stressati o privi di sonno. Quando i ricordi non tornano affatto, è segno di un problema molto più profondo.

La perdita graduale della memoria può portare alla perdita di indipendenza.  (immagini Getty)

La perdita graduale della memoria può portare a una perdita di indipendenza. (immagini Getty)

Frank spiega in un’intervista con Yahoo Canada: “Una delle regole pratiche è che se sei consapevole del tuo problema di memoria, è un buon segno che stai ricordando che ti sei dimenticato”. “È molto più serio se non ti rendi conto di aver dimenticato, il che significa che hai dimenticato di aver dimenticato e questo potrebbe essere un segno di qualcosa di più serio come la demenza”.

READ  Il bilancio delle vittime negli Stati Uniti da Covid-19 ha superato quello della pandemia di influenza del 1918

Cosa fare se sospetti che un membro della tua famiglia mostri sintomi di demenza

Se noti un cambiamento nella capacità di un membro della famiglia di ricordare le informazioni, ripetersi, si sente disorientato o ha difficoltà a imparare il vocabolario o a completare attività che altrimenti potrebbero sembrare facili (come fare la spesa o guidare verso un luogo familiare), considera di portarlo in un appuntamento dal medico la loro famiglia il più presto possibile.

Un medico può eseguire test di memoria e altri per misurare la pressione sanguigna e controllare i livelli di varie sostanze chimiche, ormoni e vitamine nel corpo. Il medico di famiglia può anche indirizzare il paziente a una clinica della memoria, dove possono essere eseguiti ulteriori test per determinare se la diagnosi è demenza.

Chi sono più a rischio di sviluppare la demenza?

Quando si tratta di demenza, ci sono alcuni rischi che possiamo e non possiamo controllare.

I fattori che non possiamo controllare che aumentano il rischio di demenza sono l’età (un canadese su 20 oltre i 65 anni ha l’Alzheimer), la genetica e il sesso; Le donne hanno maggiori probabilità di sviluppare la demenza rispetto agli uomini.

Le donne hanno maggiori probabilità di sviluppare la demenza.  (immagini Getty)

Le donne hanno maggiori probabilità di sviluppare la demenza. (immagini Getty)

La buona notizia è che ci sono cose che possiamo controllare che possono aiutare a ridurre il nostro rischio di sviluppare la demenza. Si raccomanda di mantenere uno stile di vita e una dieta sani. È importante assicurarsi di essere fisicamente attivi ogni giorno e Frank insiste sul fatto che allenare il cervello è altrettanto importante attraverso hobby e puzzle.

Eliminare il fumo e il consumo eccessivo di alcol mentre si segue una dieta sana come la dieta mediterranea può aiutare a mantenere il corpo e la mente in buona forma.

READ  Uovo di dinosauro stabilizzato "L'anello mancante" per gli uccelli di oggi

“Un’altra strategia è quella di prestare attenzione e curare l’ipertensione, il colesterolo e il diabete perché tutti i fattori che prevengono infarti e ictus prevengono o ritardano la demenza”, afferma Franks.

La diagnosi precoce può aiutare a prevenire o curare la demenza?

Sebbene non esista una cura per la demenza, la diagnosi precoce può essere utile per impostare regimi prima che questi sintomi peggiorino.

Se qualcuno viene diagnosticato in una fase iniziale, può iniziare trattamenti per la memoria e assumere farmaci che possono aiutare a gestire la condizione. I medici suggeriscono anche programmi di assistenza domiciliare e diurna come supporto aggiuntivo.

“Una persona non diagnosticata può sperimentare una crisi di amnesia in cui può perdere i farmaci o non mangiare a causa della dimenticanza che può quindi portare a un’improvvisa crisi di salute e al ricovero in ospedale”, afferma Frank.

Fateci sapere cosa ne pensate commentando qui sotto e twittando @Stile Yahoo! Seguici Twitter e Instagram e Partecipazione per la nostra newsletter.

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Trasmettendo oggi la notizia in diretta: Bukayo Saka al Liverpool, triplo gol difensivo del Chelsea, e l’ultimo dei quali è Bruno Guimarães.
Next Post Come “è così” tiene in giro Samantha Jones – The Hollywood Reporter