Cosa mangiare, bere e fare nella regione unica degli spumanti italiani

[For the latest information on requirements for leisure travel in Italy go to Ministero della Salute.] Se stai cercando uno splendido angolo d’Italia lontano dalle attrazioni del paese e uno che offre una visione unica dell’esperienza italiana, dirigiti in Trentino, la pittoresca regione montuosa a nord del Lago di Garda. Qui il vino e il mangiare a livello locale offrono piaceri distintivi – ottimo spumante e cibo italiano con le oscillazioni delle Alpi – e quando puoi spingerti giù dalla tavola, ci sono molte opportunità per decollare qualsiasi piacere culinario con una vasta gamma di sport da escursionismo, trekking, golf e vela allo sci In inverno nelle migliori località come Madonna Di Campiglio.

Il Trentino è stato recentemente sotto i riflettori, il che non sorprende visti i suoi successi con la viticoltura d’alta quota, nel 2020. Amanti del vino Chiamato quest’anno per la loro regione vinicola e Trentodock Spumante, utilizzando uve raccolte a mano coltivate in vigneti di montagna fino a 900 metri sul livello del mare, prodotto con metodo classico (la rifermentazione avviene in bottiglia, così come lo champagne), e ha ottenuto ancora più riconoscimenti ai Campionati Mondiali di Champagne & Spumanti (CSWWC ) da qualsiasi altra regione d’Italia.

Se stai pensando di andare in Trentino nel prossimo futuro, ora che l’Italia è riaperta ai viaggi di piacere, scopri cosa mangi, che tipo di spumante bevi e dove puoi vederlo da tre addetti ai lavori – due dei maggiori produttori di Trentodoc e uno dei migliori barman italiani – così com’è. Dettagliato di seguito.

Moser Trento

Moser Trento Fondata nel 1979 da Diego e Francesco Moser; Quest’ultimo ha guadagnato fama non solo come batterista di talento, ma anche come uno dei migliori corridori – ha vinto il Giro d’Italia nel 1984 e molti altri premi di corsa. Moser oggi gestisce la terza generazione di viticoltori familiari, Carlo e Matteo Moser, che hanno sviluppato i loro spumanti per “aumentare la complessità aromatica” estendendo i periodi di invecchiamento ad almeno 30 mesi per il brut, con alcuni dei loro spumanti che invecchiano fino a 60 mesi. Moser’s Brut Nature ’14 ha vinto la classifica più alta (Tre Bicchieri) dall’influente Gambero Rosso del 2021.

Un ristorante da non perdere: La trattoria Vecchia Sorni a Sorni di Lavis – Mosers suggerisce di provare un’insalata di carne fatta in casa con crema di rafano. Alla Locanda Alpina Brez, ordina un tortell de fries (frittelle di patate spesse), mortandela trentina (salame) e Mezzeno, un formaggio di montagna.

Da mangiare e da bere: Spaghetti al Burro Alpino [a prized Alpine butter] E Bottarga di Trota – Mosers ama abbinarlo a 51.151, 100% chardonnay Trentodoc; Risotto con salmarino (un pesce di fiume locale) e cresion (un’erba profumata) dalla natura selvaggia, anch’esso prodotto interamente da uve Chardonnay. Per un boccone più leggero, amano il salmone affumicato con insalata verde condita con olio extravergine di oliva del Garda DOP, bevuto con Rosé Extra-Brut, a base di uve Pinot nero.

Per vedere e fare quanto segue: Il team Mosers propone la panoramica pista ciclabile della Valle dei Laghi che dalle sponde del Lago di Garda porta allo splendido Lago di Toblino “con un castello che sembra galleggiare sull’acqua”. Lungo la strada, “puoi pedalare tra vigneti e frutteti con montagne mozzafiato che fanno da cornice ai panorami”.

Altre cose da provare in Trentino sono “fare escursioni nelle Dolomiti di Brenta, mangiare sul Lago di Garda e prenotare il Rifugio Fuciade”. [close to 2000 meters above sea level] Goditi la sua cucina e una cantina di vini di prima classe. ”

Città e paesi: I Mosers consigliano Canale di Tenno, bellissimo borgo medievale a nord del Lago di Garda, così come Molveno, ai piedi delle Dolomiti di Brenta, meta ambita d’estate (per gli sport acquatici sul Lago di Molveno), e d’inverno (per lo sci). Un’altra raccomandazione è Viejo in Val di Fasa, che è la Valle delle Dolomiti. Questo pittoresco villaggio di Laden è un luogo preferito per lo sci e gli sport estivi

Cantina Litri

Mentre Leonilo e Maria Vittoria Letteraria hanno fondato azienda vinicola Nel 1976 la famiglia produceva vino nella zona da secoli. Presiede oggi la cantina la loro figlia Lucia, enologa con trent’anni di esperienza. Il suo obiettivo recente è stato quello di sperimentare i periodi di invecchiamento del Trentodoc – da 60 a 120 mesi per le Riserve – e di scegliere il lievito. Il Trento Dosaggio Zero Riserva ’14 di Letrari ha i Tre Bicchieri del Gambero Rosso per il 2021. Quest’anno presenterà il suo primo spumante Blanc de Noire.

Ristoranti da non perdereIl Letrari di Isera La Casa del Vino della Vallagarina suggerisce “con il suo meraviglioso balcone panoramico che si affaccia sulla Valle dell’Adige”. Un altro ottimo posto dove mangiare è il Ristorante Moja a Borgo Sacco di Rovereto, “un elegante punto d’incontro che serve una cucina raffinata e moderna con una prestigiosa carta dei vini”.

Da mangiare e da bere: In Vallagarina (Val Lagarina), si trova tra Trento e il Lago di Garda, dove ci sono vigneti per la sua famiglia, pasta fresca al ragù di carne o ai funghi, gnocchi di patate, canederli [bread dumplings]La zuppa di spätzle e la zuppa di verdure sono i primi piatti tipici, dice Letrari, che adora abbinare a uno dei vini di Trentodoc. Dice che i piatti a base di pesce di lago, come la trota e il salmerino, sono popolari, insieme a prelibatezze come il tartufo nero del Monte Baldo e gli asparagi bianchi. Salada Carney [cured lean meat] Con formaggi del Mont Baldo o della Licinia [a pre-Alpine region north of Verona] Si abbinano bene anche con i vini Trentodoc, si nota, e così gli antipasti con prosciutto di Parma, culatello, Trentingrana e altri formaggi di montagna. Si dice che i suoi prodotti Trentodoc Dosaggio Zero (80% Chardonnay e 20% Pinot Nero) e Trentodoc Riserva Dosaggio Zero (60% Chardonnay e 40% Pinot Nero) siano particolarmente indicati per antipasti di pesce, crostacei, sushi, sashimi e carni rosse.

Da vedere e da fareEsplorare la Vallagarina e l’alto Lago di Garda in e-bike è un buon modo per conoscere il territorio, secondo Letrari, il quale afferma che una delle piste ciclabili più belle del Trentino corre lungo il fiume Adige “tra vigneti e antichi borghi e immerso nella natura. A pochi metri da Cantina Letteraria. Anche i ciclisti più temerari possono percorrere i sentieri verso il Lago di Garda o le pendici del Monte Baldo “.

Letrari dice che l’altopiano di Folgaria e Lavarone, raggiungibile in poco più di mezz’ora da Rovereto, è un’altra parte del territorio da esplorare. “Viaggio da Calliano e dal magnifico Castel Beseno [dating from the Middle Ages], Si arriva a Folgaria, elegante cittadina frequentata da appassionati di sport invernali, L’Alpe Cimbra [Cimbrian Alps] È un luogo magico dove il tempo sembra essersi fermato. I forti della Grande Guerra raccontano la storia di questa regione di frontiera e dei sentieri attraverso la giungla [lend] Una dimensione immaginaria. “

Città, paesi e paesi: Lavarone Chiesa è una meta ideale per una fuga romantica lontano dalla folla, racconta Letrari, “dove si trova un meraviglioso lago alpino un tempo caro a Sigmund Freud. Per chi cerca stimoli culturali, Rovereto offre un centro storico dal sapore medievale e barocco. architettura [Museum of Modern and Contemporary Art of Trento and Rovereto] Il complesso ospita prestigiose mostre di richiamo internazionale. Castello Veneto [in the city] Si tratta di un castello rinascimentale che oggi ospita il Museo di Storia della Guerra Italiana, con una ricca collezione di reperti della Grande Guerra e della Seconda Guerra Mondiale. “A Rovereto troverai anche, Maria Dolens”, dice Litterari, una grande campana che ricorda coloro che hanno perso la vita nel conflitto, e suona ogni giorno nella memoria.

Roberto Annecy

Roberto Annecy, che è stato nominato miglior barman d’Italia nel 2017 da AIS, l’Associazione Italiana Bartender, è noto anche per la sua conoscenza del vino e delle tradizioni culinarie del Trentino. È proprietario del Ristorante El Pael a Canazei.

Ristoranti da non perdereDice Anesi: la Val di Fassa ha una tradizione di cucina di alta qualità. “In una valle di 12.000 persone, abbiamo due ristoranti stellati Michelin: Malga Panna a Moena e L Chimpl da Tamion a Vigo di Fassa. I loro chef sono molto legati alle nostre radici, tradizioni, foreste e ai loro prodotti”.

Da mangiare e da bere: Per il piatto di pasta Anesi consiglia gli Strangolapreti, “un tipo di gnocchi di pane e spinaci, conditi con burro fuso”. Quando mangia pasta fatta in casa con le verdure, o con un sugo leggero, la abbina a un Trentodock di uve Chardonnay. “Se la pasta è ricca, il Trentodoc Rosè funzionerà perfettamente”, dice. Per il piatto principale, suggerisce una selvaggina alla griglia o in umido, come il filetto di limonata, con Rosy Trentodock Melissa. [also referred to as Millesimato; these are vintage wines aged a minimum of 24 months] O Riserva [a classification that requires aging of at least 36 months]. È una combinazione sorprendente, dice, perché “le persone non sono abituate a mescolare lo spumante con la carne”. Per pasti speciali, ad esempio, aragoste con salsa allo zafferano o risotto con gamberi rossi siciliani e polvere di limone, suggerisce il miglior antico di Trentodock del 1995 (“assolutamente stupendo”) 2006, 2008 o 2010. Per pasti più veloci, Anesi consiglia di provare Trentingrana Formaggio e Miele con Trentodoc Brut Riserva. Beve persino spumante con uno spuntino veloce di patatine fritte e maionese. “Ce l’ho alla fine di una lunga giornata al ristorante e mi rende davvero felice!”

Per vedere e fare quanto segue: Un must, dice Anesi, è la Val di Fassa, “perché ha alcune delle montagne più belle del mondo. Si può sciare durante l’inverno, fare escursioni, arrampicare, fare parapendio o semplicemente fare escursioni in estate”.

Inoltre c’è una cultura Laden da provare. Caricato [an ancient language dating from the Roman occupation of the area 2000 years ago] È un grande tesoro che abbiamo “, dice Annecy. Dopo una giornata di attività sportiva, suggerisce di andare in” uno dei bar pittoreschi nei piccoli villaggi per gustare un aperitivo e ascoltare la gente parlare con Laden “.

Per ulteriori informazioni sullo spumante Trentodoc, visitare //www.everydayhealth.com/drugs/trentodoc Trentodoc.com; Per saperne di più sui viaggi in Trentino, VisitTrentino.info. Per informazioni sulle visite alle cantine in questo articolo, vai a Letrari.it E il MoserTrento.com.

READ  Allenatore italiano a Bohol
Ravenna Bianchi

"Esperto di tv estremo. Fanatico della birra. Amichevole fan del bacon. Comunicatore. Aspirante esperto di viaggi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post USB-C può caricare dispositivi fino a 240 W.
Next Post L’archivio e l’ufficio di Stephen Hawking sono stati acquisiti dai giganti della cultura britannica in un accordo fiscale del valore di milioni