Cosa hanno detto gli Stati Uniti sull’invito del primo ministro pakistano Shehbaz Sharif ai colloqui con l’India

Gli Stati Uniti hanno affermato di aver chiesto a lungo stabilità regionale nell’Asia meridionale. (rappresentante)

Washington:

Il portavoce del Dipartimento di Stato americano, Ned Price, ha affermato che i colloqui tra India e Pakistan riguardano questi due paesi. Le sue osservazioni sono arrivate in una conferenza stampa lunedì in risposta a una domanda sulla richiesta del primo ministro pakistano Shehbaz Sharif di colloqui con l’India e sulla risposta di Nuova Delhi all’offerta.

“Abbiamo sempre chiesto stabilità regionale nell’Asia meridionale. E questo è certamente ciò che vogliamo vedere. Vogliamo vederlo progredire”, ha affermato Ned Price.

Ha aggiunto: “Quando si tratta della nostra partnership e partnership con India e Pakistan, queste sono relazioni autonome. Non vediamo queste relazioni come a somma zero. Sono autonome”.

“Abbiamo chiesto a lungo la stabilità regionale nell’Asia meridionale, ma il ritmo, la portata e il carattere di qualsiasi dialogo tra India e Pakistan è una questione che riguarda questi due paesi, India e Pakistan”, ha affermato.

La scorsa settimana, Shahbaz Sharif ha chiesto “colloqui seri e sinceri” con il primo ministro Narendra Modi per risolvere le questioni in sospeso. In un’intervista con Al Arabiya TV con sede a Dubai, Sharif ha affermato che il Pakistan ha imparato la lezione dopo tre guerre con l’India e ha sottolineato che ora vuole la pace con il suo vicino.

“Il mio messaggio alla leadership indiana e al primo ministro Modi è che ci sediamo al tavolo e teniamo colloqui seri e onesti per risolvere i nostri punti critici come il Kashmir. Sta a noi vivere in pace e fare progressi o litigare tra di noi e sprecare tempo e risorse”, ha affermato Sharif.

READ  La cooperazione congiunta di Quad mira a realizzare un Indo-Pacifico libero e aperto: il Primo Ministro Modi a Tokyo

“Abbiamo avuto tre guerre con l’India, e hanno portato più miseria, povertà e disoccupazione alla gente. Abbiamo imparato la lezione e vogliamo vivere in pace con l’India, a condizione che siamo in grado di risolvere i nostri problemi reali”, Ha aggiunto.

Rispondendo al desiderio del primo ministro pakistano Shehbaz Sharif di intrattenere colloqui con il primo ministro Modi, la portavoce del ministero degli Esteri Arindam Bagchi ha dichiarato: “Abbiamo già detto che abbiamo sempre voluto normali relazioni di vicinato con il Pakistan. Ma deve esserci un’atmosfera favorevole, né terrorismo né terrorismo. “ostilità o violenza. Questa è la nostra posizione”.

(Ad eccezione del titolo, questa storia non è stata modificata dallo staff di NDTV ed è stata pubblicata da un feed sindacato.)

Video in primo piano della giornata

Testimone: una donna spaventa i passeggeri della metropolitana vestendosi da “Manjulika” a Noida

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post La finanza russa ruota verso est – Consiglio Atlantico
Next Post Gli scienziati hanno scoperto un meteorite di 17 libbre in Antartide