Cosa è successo alla riunione del G20 appena conclusa a Roma

I leader del Gruppo delle 20 principali economie si sono riuniti per un vertice di due giorni a Roma, Italia, il 30 ottobre. Il vertice è il primo incontro faccia a faccia dei leader in due anni.

Il primo giorno del vertice del G20 si è concentrato principalmente su salute ed economia, mentre clima e ambiente sono stati al centro dell’agenda del secondo giorno in vista della cruciale conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici a Glasgow.

Che cos’è un blocco G20?

Il G20 è un gruppo internazionale inizialmente istituito nel 1999 sulla scia della crisi economica del 1997 come forum per i ministri delle finanze e i governatori delle banche centrali in 19 paesi e nell’Unione europea.

Reuters

I ministri delle finanze del Gruppo dei Sette, un gruppo di paesi sviluppati formatosi all’epoca della crisi petrolifera degli anni ’70, hanno annunciato la creazione del “Gruppo dei Venti”, che mira a coinvolgere i paesi in via di sviluppo, o meglio le economie emergenti, nella le loro discussioni sull’economia e la finanza globali. La prima riunione formale del G-20 si tenne a Berlino nel dicembre dello stesso anno.

Nel 2008, nel bel mezzo della crisi finanziaria globale, il presidente degli Stati Uniti George W. Bush ha invitato i capi di Stato e di governo dei membri del G20 a coordinare le azioni per rispondere alla crisi, che ha dato l’avvio agli attuali leader del G20 Vertice. .

Al vertice di Pittsburgh del 2009, i capi di stato e di governo hanno deciso di istituzionalizzare il G-20 come forum principale per la cooperazione economica e finanziaria globale. Dal 2010, l’incontro si tiene ogni anno e il paese ospitante cambia ogni anno. Il vertice di quest’anno è stato ospitato a Roma, in Italia.

Il blocco del G-20 non ha un segretariato permanente e la responsabilità di stabilire l’agenda del vertice spetta al paese ospitante. Oltre al vertice dei leader del G20, i ministri delle finanze e i governatori centrali membri continuano a incontrarsi ogni anno per far avanzare le decisioni prese al vertice e prepararsi per le riunioni future.

Il blocco del G20 ha un significato nel mondo contemporaneo perché comprende paesi come Stati Uniti, Cina, India e Germania che rappresentano circa il 60% della popolazione mondiale e oltre l’80% della produzione economica mondiale.

READ  Economia delle regioni italiane

Perché il vertice del G20 di quest’anno è stato importante?

A parte la più grande concentrazione mondiale di popolazione e produzione economica, il blocco del G-20 rappresenta anche circa l’80% delle emissioni globali di gas serra che, secondo gli scienziati, dovranno essere drasticamente ridotte entro la metà del secolo per evitare la catastrofe climatica.

Vertice del G20AP

La data obiettivo del 2050 o metà del secolo è un obiettivo che gli esperti delle Nazioni Unite dicono sia necessario per limitare il riscaldamento globale a 1,5 gradi Celsius, che è visto come il limite per evitare una forte accelerazione di eventi estremi come siccità, tempeste e inondazioni. Tuttavia, gli esperti delle Nazioni Unite hanno recentemente notato che anche se gli attuali piani nazionali per ridurre le emissioni saranno pienamente attuati, il mondo si sta dirigendo verso un riscaldamento globale di 2,7°C.

Pertanto, l’incontro del G20 è visto come un importante punto di partenza per il vertice sul clima COP26 delle Nazioni Unite a cui hanno partecipato quasi 200 paesi, a Glasgow, in Scozia, dove la maggior parte dei leader del G20 volerà direttamente da Roma.

Che cosa è tutto deciso in alto?

Cambiamento climatico

Non c’è dubbio che il cambiamento climatico sia una preoccupazione pressante. E tutti coloro che hanno a cuore l’ambiente speravano non solo in un linguaggio duro, ma anche in un rigoroso piano d’azione. Ma il vertice ha lasciato delusi gli attivisti.

I leader hanno promesso di agire contro le centrali a carbone sporche, ma non sono riusciti a raggiungere l’obiettivo di ridurre le emissioni zero. Non è stata fissata una data chiara per il 2050, ma è stata piuttosto lasciata nel vago come indicato nella dichiarazione o nella dichiarazione ufficiale Entro la metà del secolo o circa. Tuttavia, è stato ribadito l’impegno non mantenuto di mobilitare 100 miliardi di dollari per i paesi in via di sviluppo per i costi dell’adattamento climatico.

Leader ammessi per la prima volta “Utilizzo di meccanismi e incentivi per la determinazione del prezzo del carbonio” Come possibile strumento per contrastare il cambiamento climatico, così come il Fondo Monetario Internazionale (FMI) invita i Paesi più inquinanti a percorrere questa strada fissando un prezzo minimo del carbonio.

READ  L'Italia ha la più grande partecipazione di sempre a GITEX Future Stars

riscossione delle tasse

I leader mettono il loro sigillo di approvazione su un accordo che sottoporrà le multinazionali a una tassa di almeno il 15%, come parte di uno sforzo per costruire Un sistema fiscale internazionale più stabile ed equo.

Vertice del G20Agenzia di stampa Francia

I colossi di Internet statunitensi come Amazon, Alphabet, Facebook e Apple – che hanno approfittato di installarsi in paesi a bassa tassazione per ridurre le loro imposte – sono obiettivi speciali della nuova regolamentazione globale.

La riforma, mediata dall’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico e sostenuta da 136 paesi che rappresentano oltre il 90% del PIL mondiale, è in preparazione da tempo e dovrebbe entrare in vigore nel 2023, ma la scadenza è a rischio di scivolare.

Vaccini

I leader si sono impegnati a sostenere l’obiettivo dell’Organizzazione mondiale della sanità di vaccinare almeno il 40% della popolazione mondiale contro il Covid-19 entro il 2021 e il 70% entro la metà del prossimo anno, aumentando le forniture di vaccini nei paesi in via di sviluppo e rimuovendo i vincoli di fornitura e finanziamento.

come promesso “Lavorare insieme per il riconoscimento dei vaccini Covid-19 che l’Organizzazione Mondiale della Sanità considera sicuri ed efficaci”, Dopo una denuncia durante i colloqui al vertice del presidente russo Vladimir Putin sulla mancanza di approvazione internazionale per lo sciopero dello Sputnik a Mosca.

Economia Internazionale

Incontrando l’aumento dell’inflazione, guidata dall’aumento dei prezzi dell’energia e i colli di bottiglia della catena di approvvigionamento che gravano su un’economia globale ancora in preda alle turbolenze legate al Covid, i leader del G20 hanno escluso una rapida rimozione delle misure di stimolo nazionali. “Continueremo a mantenere la ripresa, evitando qualsiasi ritiro anticipato delle misure di sostegno, mantenendo la stabilità finanziaria e la sostenibilità finanziaria a lungo termine e proteggendo dai rischi di ribasso e dalle ripercussioni negative”, Loro hanno detto.

Per quanto riguarda l’inflazione, hanno affermato che “le banche centrali stanno monitorando da vicino l’attuale dinamica dei prezzi” e “Agirà come necessario per adempiere ai suoi mandati, compresa la stabilità dei prezzi, considerando le pressioni inflazionistiche laddove sono transitorie e rimanendo impegnato a una chiara comunicazione delle posizioni politiche”.

Vertice del G20AP

Infine, i leader del Gruppo dei Venti si sono impegnati “Rimaniamo attenti alle sfide globali che colpiscono le nostre economie, come le interruzioni nelle catene di approvvigionamento, (e) monitoriamo e affrontiamo questi problemi mentre le nostre economie si riprendono”.

aiuto per lo sviluppo

I leader hanno fissato un nuovo obiettivo per dirigere 100 miliardi di dollari verso i paesi più poveri, provenienti dai 650 miliardi di dollari messi a disposizione dal Fondo monetario internazionale (FMI) attraverso una nuova emissione di diritti speciali di prelievo (DSP).

READ  La politica dovrebbe aprire la strada all'economia dell'idrogeno verde dell'India

Il DSP non è una valuta, ma può essere utilizzato dai paesi in via di sviluppo sia come valuta di riserva che stabilizza il valore della loro valuta nazionale, sia convertito in valute più forti per finanziare investimenti. Per i paesi più poveri, il vantaggio è anche quello di avere accesso alla valuta forte senza dover pagare enormi tassi di interesse.

Chi ha detto cosa?

L’accordo del vertice del G20 a Roma ha chiaramente fatto pochi impegni concreti sul riscaldamento globale e sull’ambiente, tuttavia, il paese ospitante l’Italia aveva sperato di fissare obiettivi fermi in vista del vertice COP26 di Glasgow, ora iniziato.

Il primo ministro britannico Boris Johnson, che ospita la COP26, ha affermato che le promesse senza azione dei leader erano così “Inizia il suono vuoto”.

Ma il primo ministro italiano Mario Draghi ha affermato nella sua dichiarazione conclusiva che tutti i paesi del G20 sono impegnati a raggiungere l’obiettivo entro la metà del secolo.

António Guterres, Segretario Generale delle Nazioni Unite, ha scritto su Twitter che partiva da Roma con lui ‘Speranza non soddisfatta’ Ma non seppellire.

Con il contributo di Associated Press, BBC, Deutsche Welle, Reuters e The Hindu.

Per ulteriori informazioni su notizie e attualità da tutto il mondo, visitare Indiatimes News.

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post I fan di Lady Gaga reagiscono dopo che la cantante ha dichiarato di voler diventare una “giornalista di combattimento”: “Ha vinto un premio Pulitzer”
Next Post Holcomb ha annunciato l’opposizione all’ordine dei vaccini del governo federale-19