Contratti del settore dei servizi in Italia nel mese di luglio

© Reuters. Un addetto alla consegna di cibo va in bicicletta vicino agli agenti di polizia a cavallo vicino a Piazza San Pietro, il quarto giorno di un blocco nazionale senza precedenti imposto per rallentare la diffusione del coronavirus, a Roma, Italia, 13 marzo 2020. Foto: Reuters

ROMA (Reuters) – Il settore dei servizi in Italia ha subito una contrazione a luglio per la prima volta da gennaio, secondo un sondaggio di mercoledì, a causa del calo dei nuovi affari e dell’aumento delle pressioni inflazionistiche.

L’indice S&P Global (NYSE) Services è sceso a 48,4 a luglio da 51,6 di giugno, scivolando di nuovo sotto la soglia di 50 che separa la crescita dalla contrazione.

Il risultato è stato inferiore alla previsione mediana di 50,1 in un sondaggio Reuters su 14 analisti.

Il sottoindice della nuova produzione nel settore dei servizi è stato di 48,7 a luglio contro 52,3 di giugno.

Il PMI manifatturiero italiano, pubblicato lunedì, ha mostrato che il settore si è contratto a luglio per la prima volta in più di due anni a causa di un forte calo della produzione industriale.

Il PMI composito che combina servizi e produzione si è attestato a 47,7 a luglio, in calo dal 51,3 di giugno, la prima contrazione da gennaio 2021.

L’Istat ha dichiarato venerdì che l’economia italiana è cresciuta più velocemente del previsto dell’1,0% nel secondo trimestre del 2022 e del 4,6% su base annua.

READ  L'Osservatorio italiano punta sugli algoritmi degli operai specializzati per l'impresa di consegne
Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Post Il telescopio Webb cattura la colorata galassia Cartwheel, che si trova a 500 milioni di anni luce di distanza
Next Post La Cina vieta alcune importazioni da Taiwan ma evita l’interruzione dei chip