Come cambia il mondo del gioco con internet

Come cambia il mondo del gioco con internet

FONTE: Unsplash.com

Quello dell’intrattenimento è tra i settori economici che nell’ultimo decennio hanno fatto registrare i numeri migliori in termini di crescita di utenti e di utili. Il merito è sicuramente della rivoluzione digitale ancora in atto e di internet, che hanno reso possibile una quantità sconfinata di attività che non avremmo potuto immaginare solo qualche anno fa. Il comparto dei videogiochi è tra quelli che si è evoluto maggiormente grazie all’avvento del web e oggi andremo a vedere come sono cambiate le abitudini degli italiani e come, di conseguenza, è cambiato il mercato.

Quanto cresce il gioco nell’era del digitale

Due anni fa, ovvero nel 2019, ben 16 milioni di italiani si sono intrattenuti con un videogioco. A distanza di poco più di 18 mesi, tuttavia, gli italiani che settimanalmente si intrattengono con un videogame sono diventati più di 20 milioni e i dati ci raccontano di un fenomeno in costante ascesa. Il merito, da una parte, è degli smartphone che sempre più potenti e dalle prestazioni sempre più elevate consentono agli appassionati di giocare anche in HD in ogni momento della giornata e, dall’altra, di internet che ha permesso a tutti i giochi di uscire dalla piattaforma di gioco e di lanciarsi nel web. Un altro dato molto interessante è quello che riguarda il “formato” dei giochi: quello fisico sta infatti cedendo il passo al digitale, che da solo oggi fa registrare un giro d’affari superiore ai due miliardi di euro annui. Anche il gioco d’azzardo continua ad andare a gonfie vele grazie a internet e alle piattaforme di casinò online che permettono agli utenti di intrattenersi con i classici giochi come poker, blackjack e slot machine comodamente dalle proprie case e con qualsiasi dispositivo.

READ  Muore Samuel E. Wright: la star della Sirenetta muore a 74 anni

FONTE: Unsplash.com

I giochi corrono su smartphone

Analizzando i dati, non possiamo non notare come negli ultimi anni le vendite dei giochi per smartphone siano cresciute in media del 90% su base annua, a fronte di un incremento nelle vendite dei titoli per console tradizionali che si attesta nell’ordine del 2/3%. Le sessioni di gioco da smartphone, però, hanno una durata media molto inferiore rispetto a quelle su Play Station, Xbox e PC e questo dato è fondamentale ai fini della comprensione delle ragioni sottese al boom dei giochi per smartphone. I ritmi di vita sempre più frenetici cui siamo sottoposti ci spingono a cercare dello svago ogni qual volta se ne presenti l’occasione; smartphone e  tablet assolvono egregiamente a questo scopo grazie alle loro intrinseche e peculiari caratteristiche. Non è un caso, pertanto, che tra le app più scaricate su dispositivi con sistema operativo Android ci siano proprio videogiochi come Minecraft che vanta più di 100 milioni di download.

In un’epoca come quella attuale in cui le mode e le abitudini cambiano a una velocità sorprendente, il mondo dell’intrattenimento e quello del gioco online continuano a crescere con una costanza invidiabile; la sensazione è che questi siano dei mercati che difficilmente conosceranno battute d’arresto nel prossimo futuro grazie alla loro innata propensione ad adattarsi ai cambiamenti.

Agapeto Vecoli

"Imprenditore. Freelance introverso. Creatore. Lettore appassionato. Ninja della birra certificato. Nerd del cibo."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Il ministro Blinken si reca in Germania, Francia, Italia e Vaticano
Next Post Ben Bretton, nato a Stoke, segna la prima partenza da titolare del Cile nello scontro di Copa America