Colin Morikawa è fermamente a favore di un fitto calendario di importanti campionati

Colin Morikawa, il campione americano PGA, delizia il fitto calendario dei principali campionati mentre il golf punta a un successo che definisce la carriera nei più grandi eventi.

La vittoria del Marocco a Harding Park lo scorso anno è avvenuta ad agosto, ma è stata la prima grande stagione della stagione ad essere rianimata da un’infezione da coronavirus, con l’Open Championship cancellato, lo US Open a settembre e il Masters a novembre.

Mentre il mondo dello sport torna gradualmente alla normalità, il PGA statunitense si sposta a maggio 2019, tornando a Kia Island nel 2012, dove Rory McIlroy ha ottenuto una vittoria per otto colpi.

Morikawa era a scuola in quel momento e ha visto il corso per la prima volta solo il giorno dopo aver terminato il 18 ° anno di master, ma il 24enne è determinato a ottenere una specializzazione ogni mese da aprile a luglio.

“Oh, mi piace”, ha detto il numero sei del mondo. “Vogliamo major. Questo è quello che stiamo cercando di vincere.

“Ora ne avevo uno, voi ragazzi capite perché i Majors vogliono vincere, i campionati maggiori definiscono come apparirà l’applicazione di un giocatore alla fine della loro vita.

“Voglio di nuovo quell’energia, per andare con nove buche, per andare con cinque buche, per colpire un colpo grosso. Questo è ciò per cui viviamo. Questo è ciò che vogliamo fare.”

Ad una distanza massima di 7.876 iarde, l’isola di Kiawa è il percorso più lungo nella storia dei principali campionati e il tracciato costiero progettato con colorante di barbabietola promette di essere un duro test per i migliori giocatori del mondo.

READ  Raro disegno dell'artista barocco italiano Bernini scoperto 6 mesi fa per la vendita in Francia

“Penso che questa sia sicuramente una tendenza da attaccante”, ha aggiunto Morikova. “Puoi controllare la tua palla. Puoi volare diversi scatti, lavorare da sinistra a destra, da destra a sinistra, e quel modello sarebbe più appropriato per me.

“I green sono piccolissimi, ma amico, parla di quei nove dorsi, cominciando dalle nove buche, che è così che ha preso il golf, soprattutto con il vento. Lo proverai ad ogni colpo.

“Ho colpito sei, cinque, quattro ferri di argilla sui green e avevo cinque legni. Non puoi essere pigro in questi colpi. Non puoi prendere nulla alla leggera perché ti morderà sicuramente.

“Fortunatamente ho avuto modo di vederlo e ho iniziato a pensare a quello che sarebbe stato perché sapevo che ora sarebbe stato difficile.

“Se mostro un lunedì come al solito prima di questo evento, ho un po ‘più di tempo in questo corso perché è così unico nelle seconde scene, dove devi girarlo, dove devi perderlo.

“Ne abbiamo parlato, penso che non si chiamino bunker, aree sabbiose, bunker dei rifiuti. Di solito ci piacciono i bunker (ma) non sai che tipo di bugie otterrai, quindi dobbiamo avere una sorta di riorganizzazione e ecco alcuni uccelli da costruire. Dobbiamo capire qual è la strategia migliore “.

Emanuele Schiavone

"Appassionato ninja della birra. Risolutore di problemi estremi. Pensatore. Appassionato di web professionista. Avido comunicatore. Piantagrane hardcore. "

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post John Huber, il mio predecessore come corrispondente e mentore di Roma | Media
Next Post Il capo del CDC vuole che le persone non vaccinate siano “fedeli a se stesse”. Ecco perché