Christian Eriksen torna a giocare? Perché l’Inter ha rescisso il suo contratto e dove potrebbe andare

Se il nazionale danese Christian Eriksen deciderà di giocare di nuovo dopo essere sopravvissuto a un infarto sei mesi fa a Euro 2021, non sarà in Italia.

La squadra italiana di Eriksen, l’Inter, Il contratto del 29enne è stato rescisso di comune accordo il 17 dicembre, ufficializzando la partenza attesa da tempo. Il danese è ora un free agent e libero di unirsi a qualsiasi club con cui desidera firmare.

La società e l’intera famiglia nerazzurra abbracciano il giocatore e gli augurano successi per il suo futuro” Leggi il comunicato dell’Inter. “Anche se Inter e Christian ora sono separati, il legame non si spezzerà mai. I bei tempi, i gol, le vittorie, quei festeggiamenti scudetto con i tifosi fuori San Siro, tutto questo rimarrà per sempre nella storia dei nerazzurri”.

Perché l’Inter ha rescisso il contratto di Eriksen?

Eriksen è collassato sul campo durante Euro 2020 allo stadio Barken di Copenaghen e ha ricevuto cure salvavita, con il cuore respinto dal personale medico in loco. Dopo essere stato inizialmente ricoverato in ospedale, Eriksen è stato dotato di un defibrillatore cardioverter impiantabile che potrebbe riportare il suo cuore a un ritmo regolare se in futuro si fosse presentato un problema.

Secondo le regole stabilite dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano (CONI), Eriksen non può giocare in Italia mentre è dotato di tale dispositivo. Di conseguenza, non può giocare per l’Inter – o per qualsiasi altra squadra italiana – mentre il dispositivo viene impiantato chirurgicamente.

ALTRO: Perché la stella del Liverpool potrebbe essere la migliore nel calcio?

Eriksen aveva un contratto da 11 milioni di dollari all’anno con l’Inter che è durato fino all’estate del 2024, ma i termini della rescissione non sono stati resi noti. Oltre al suo stipendio, la squadra italiana ha pagato più di 22 milioni di dollari in tasse di trasferimento al Tottenham Hotspur per prenderlo a gennaio 2020.

I rapporti in Italia indicano che Programma di protezione dei club FIFA L’Inter ti risarcirà $ 8,5 milioni per un periodo massimo di 365 giorni a causa dell’incidente verificatosi nella linea del dovere della squadra nazionale. Si dice che il club abbia anche una polizza assicurativa privata che copre i nerazzurri per la scala degli stipendi e le spese di trasferimento maturate.

Il periodo di Eriksen all’Inter è stato breve ma memorabile dal suo arrivo dagli Spurs nel gennaio del 2020. C’è voluto del tempo per ambientarsi, ma Eriksen ha lasciato l’Italia come vincitore dello Scudetto e ha collezionato una serie di momenti chiave, tra cui un calcio di punizione nel finale . Il vincitore del derby di Milano.

READ  Ricetta della settimana: Branzino con Pomodorini e Olive | Notizie, sport e lavoro - SANIBEL-CAPTIVA

Perché Eriksen non può giocare in Italia?

Il dispositivo di cui è dotato Eriksen è noto come defibrillatore cardioverter impiantabile. Questo dispositivo viene impiantato sotto la pelle vicino alla clavicola e collegato al cuore con piccoli fili.

Nei pazienti con problemi cardiaci noti, il dispositivo è in grado di riconoscere un battito cardiaco irregolare o interrotto e può erogare uno shock elettrico per riavviare il cuore, proprio come fa un defibrillatore esterno. Alcune versioni più recenti del dispositivo hanno anche la capacità di raddoppiare come pacemaker, consentendo non solo di shockare un cuore fermo, ma anche di erogare correnti elettriche più restrittive per regolare un battito cardiaco lento o irregolare.

Altri calciatori professionisti hanno ricevuto questo dispositivo in passato. Fabrice Mwamba, il cui cuore si è fermato per 78 minuti mentre giocava per Bolton, è stato dotato di questo dispositivo dopo essersi miracolosamente ripreso, anche se non ha mai più giocato a livello professionale.

ALTRO: Il sorteggio della Nations League mette le potenze europee nello stesso girone

Anche l’ex difensore del Manchester United e attuale capitano dell’Ajax Daley Blind è stato dotato di ICD dopo un episodio che ha vissuto in una partita di Champions League 2019. È tornato a giocare a livello senior dall’incidente e in questa stagione, Blind ha giocato ogni Ajax partita tra Eredivisie e Champions League, dove ha già totalizzato quasi 1.700 minuti.

Ci sono opinioni diverse in Europa e nel mondo sui rischi di continuare a essere attivi mentre si indossa un ICD.

Il dottor Jason Bradley, un cardiologo non chirurgico specializzato in cardiologia sportiva presso il Lankenau Medical Center in Pennsylvania, afferma che l’accettazione del dispositivo è in crescita, ma rimane sporadica in tutta la comunità atletica.

“Un tempo i cardiologi dicevano alla gente ‘no'”. [to athletic activity] Per liberare tutti dai guai [for liabilty reasons], ha detto il dottor Bradley a Sporting News. “Ora, ci stiamo ripensando. Ma c’è ancora un equilibrio tra le possibilità realistiche di un evento e la responsabilità che medici e professionisti medici sono disposti ad accettare”.

L’Italia è stata riconosciuta come leader nella cardiologia sportiva, secondo il dottor Bradley, e l’Inter ha citato la comunità medica italiana in una dichiarazione di agosto che parlava del futuro di Eriksen con il club e indicava un possibile trasferimento all’estero.

READ  Inter vendita calore

“Il giocatore è stato temporaneamente sospeso dall’Autorità sanitaria italiana dall’esercizio di qualsiasi attività sportiva nella stagione in corso”, si legge nel comunicato. “Sebbene le condizioni attuali del giocatore non soddisfino i requisiti per raggiungere la forma fisica sportiva in Italia, la stessa può essere raggiunta in altri Paesi dove il giocatore può riprendere la sua attività agonistica”.

È sicuro che Eriksen giochi di nuovo?

Il centrocampista non ha ancora confermato ufficialmente la sua voglia e determinazione di tornare al calcio professionistico, ma tutte le indicazioni sono che si stia orientando in quella direzione. Attualmente si sta allenando presso le strutture del club danese della Superliga Odense BK, il club per ragazzi in cui Eriksen ha iniziato la sua carriera giovanile prima di trasferirsi nella squadra giovanile dell’Ajax nel 2009.

Una diagnosi dettagliata della malattia cardiaca di Eriksen non è stata rivelata durante Euro 2020 e i rapporti da allora indicano che non è chiaro cosa abbia causato l’arresto cardiaco. In origine, ha affermato il dott. Bradley, gli esperti consigliavano agli atleti con ICD di non tornare a nessuna attività sportiva più stressante del giocare a golf. Ora, alcuni stanno iniziando a fidarsi di più dell’hardware, ma il rischio è ancora lì.

Prima di circa 2012-2015 [experts said] “Impossibile, prendi un ICD, non giochi.” Ora, ci sono molti studi che dimostrano che non è così pericoloso tornare all’attività come pensavamo inizialmente. Tuttavia, dice il dottor Bradley, Suggerisci una nuova ricerca che 1 persona su 10 dotata di un defibrillatore impiantabile a causa di un grave evento cardiaco che partecipa all’atletica leggera avrà un altro evento, quindi la domanda si sposta sull’affidabilità del dispositivo e sulla restante responsabilità in caso di guasto.

ALTRO: La stella della MLS è pronta per il calcio europeo, afferma Pep Guardiola

Negli Stati Uniti non ci sono restrizioni o requisiti universali per uno screening cardiaco, ma la maggior parte delle organizzazioni sportive continua a svolgere il proprio lavoro. Il dottor Bradley ha fatto riferimento a un notevole incidente domestico avvenuto nel 1996, quando il giocatore di basket della Northwestern Nicholas Knapp è stato ritenuto non idoneo dai medici della scuola dopo che gli era stato applicato un pacemaker e un defibrillatore impiantabili. Knapp ha fatto causa alla scuola e, sebbene inizialmente avesse vinto la causa in tribunale, questa è stata annullata in appello, con il conseguente diritto di considerare il giocatore non idoneo per problemi cardiaci.

READ  La mancanza di trasferimento della stella francese Mbappe mostra dove risiede il potere del calcio

La preoccupazione negli sport di contatto è spesso il danno all’ICD attraverso effetti accidentali che si verificano durante il normale corso di partecipazione allo sport. Ciò può danneggiare il defibrillatore cardioverter impiantabile all’insaputa del paziente, causandone potenzialmente il guasto se in seguito viene chiamato per un evento cardiaco.

Dove giocherà Eriksen?

Non solo è chiaro se Eriksen vorrebbe giocare di nuovo, ma dove potrebbe giocare se lo fa. Sebbene sia generalmente accettato che l’Italia abbia tra le normative più severe in materia di atletica e ICD, qualsiasi club che desideri ingaggiare Eriksen farà sicuramente il proprio esame cardiaco e quali risultati restano da vedere.

Eriksen, ora free agent, può scegliere la strada di Sergio Aguero, che ha annunciato il ritiro a causa di un battito cardiaco irregolare. Aguero ha assicurato più volte ai fan durante la sua conferenza stampa di aver scoperto “tutto è possibile avere qualche speranza di giocare”, ma alla fine ha ricevuto abbastanza consigli medici da mettere fine alla sua carriera. Non è chiaro se l’ICD sarà un’opzione per Aguero.

Per quanto riguarda Eriksen, se vorrà continuare a giocare, probabilmente esplorerà i club con cui ha già un rapporto. Eriksen ha trascorso tre ottime stagioni all’Ajax, dove il suddetto cieco gioca già con l’ICD. Anche il più modesto BK Odense della Danimarca ha espresso interesse se si presentasse l’opportunità, anche se le realtà finanziarie del club potrebbero renderlo improbabile.

Anche il suo ex club, il Tottenham, e il West Ham con sede a Londra sono stati oggetto di speculazioni. I club inglesi hanno procedure di screening rigorose Dovrebbe passare, ma non ci sono regole generali che impediscono il suo ritorno in Premier League.

“In Italia esiste una politica nazionale di screening cardiaco di vecchia data che si applica a tutte le attività sportive e non consente la partecipazione se il rischio di arresto cardiaco improvviso aumenta durante l’esercizio”, ha detto un portavoce della FA alla fine di ottobre. Approvato in altri paesi, incluso il Regno Unito.

Ravenna Bianchi

"Esperto di tv estremo. Fanatico della birra. Amichevole fan del bacon. Comunicatore. Aspirante esperto di viaggi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Baldur’s Gate: Dark Alliance ottiene la prima versione in assoluto su PC
Next Post Trovato millepiedi a 1300 zampe, nuovo record: NPR