Chi è stato hackerato e chi è stato hackerato: la lista della USMNT Gold Cup di Breaking Holder

Negli ultimi tre anni il loro rispettivo formato di club e la loro esperienza accanto alle qualifiche di John Brooks, Tim Riam, Mark McKenzie o Chris Richards, il rispettivo formato di club e sia Zimmerman che Robinson sono blocchi di morte per questa lista. Credo che queste siano due scelte facili nell’elenco per il titolare.

Per me, Sands è stata una scelta facile, tuttavia la decorazione della lista dice che sarà più un centro che un centrocampista difensivo. Mi piace che Sands sia un numero 6 sciocco, pulito e che vince tutto, ma la semplice verità è che anche quest’anno ha avuto un ruolo importante come centro, e l’America è magra al centro. In entrambi i posti Sands può riempire posti nella classifica profonda, ma va solo quattro difensori centrali alla Gold Cup, e Sands è uno di loro, mettendo in chiaro che non trascorrerà molto tempo (qualsiasi?) Nel prossimo centrocampo. Mese.

Il quarto hub di Donovan Pines è stata una scelta sorprendente per me. Fu solo dopo una lunga assenza che D.C. Tornando alla formazione dello United, non era esattamente impeccabile. Nessuno degli altri candidati credibili della sua età – Justin Claude, Mauricio Pineda, Aston Trustee e pochi altri – è rimasto solo con il suo gioco quest’anno, la maggior parte dei quali ha già avuto un vero sguardo prima o poi.

Quindi, usare il quarto posto nella classifica CB Depth nella Gold Cup darà a Pines una mazza e vedrà se ha l’energia per aiutare quando si qualifica.

Tieni presente che Berhalder è passato da un back-four a un tre-tre, e che Sands in genere ha giocato la maggior parte dei suoi minuti CB in un tre-tre medio. Non sarei sorpreso di vedere questa partita almeno una volta, tuttavia sarà molto sottile nelle profondità dei backlink americani.

READ  Carlos Carrasco ha stravolto il fuoricampo del primo lancio al debutto dei Mets

Mi vengono in mente Happiness (RSL), Pineta (Chicago Fire FC) e Trustee (Colorado Rapids). Henry Kessler (New England) era sulla lista di partenza di 60, ma non è più un titolare a tempo pieno con i Revs, quindi non credo che ci sia un argomento super forte per portarlo qui.

Eric Palmer-Brown (Manchester City) e Cameron Carter-Vickers (Tottenham Hotspur) potrebbero essere stati qui, ma entrambi saranno in anticipo nei nuovi club. Permettono ai loro piedi di arrivare e giocare nel mix in base al loro formato di campionato.

L’altra opzione possibile qui è il giovane Justin Say (FC Dallas), che è nel radar del Bayern Monaco e potrebbe avere il tetto più alto di qualsiasi giovane centro americano. Ma gioca come terzino destro o ala destra, e ha bisogno di molte ripetizioni e di un po’ di tempo in palestra come giovane giocatore di talento.

Emanuele Schiavone

"Appassionato ninja della birra. Risolutore di problemi estremi. Pensatore. Appassionato di web professionista. Avido comunicatore. Piantagrane hardcore. "

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Perché essere ‘Nature Positive’ è la chiave del nostro futuro
Next Post Il Pakistan accetta la “versione cinese” del trattamento dei musulmani uiguri nello Xinjiang: Imran Khan