Caro benzina, stangata sui vacanzieri: ma per il governo lobbligo dei cartelloni ha funzionato – Buzznews

Caro benzina, stangata sui vacanzieri: ma per il governo lobbligo dei cartelloni ha funzionato – Buzznews

L’esodo e il controesodo dei vacanzieri potrebbero portare al governo italiano un incasso di 2,27 miliardi di euro solo dalle accise sulla benzina. Questa è la stima fatta dall’associazione dei consumatori Assoutenti, che rivela anche che sulle autostrade italiane circolano circa 15 milioni di autovetture a benzina e gasolio, con una media di 3 pieni solo per gli spostamenti e il ritorno.

Le entrate principali derivano proprio dalle accise sulla benzina e il gasolio, che ammontano a oltre 1,5 miliardi di euro, seguite da altri 762 mila euro di IVA. Tuttavia, nel 2021, a causa dei tagli introdotti dal governo Draghi, il gettito derivante dalle accise sui prodotti energetici è sceso da quasi 24 miliardi di euro a 18 miliardi.

L’opposizione critica il governo per non aver fatto abbastanza per evitare gli aumenti dei carburanti durante le vacanze di ferragosto. Tuttavia, la Guardia di Finanza ha intensificato i controlli per proteggere i cittadini dalla volatilità dei prezzi dei carburanti.

Diverse associazioni dei consumatori chiedono al governo di ripristinare i tagli sulle accise, ma ciò comporterebbe una perdita significativa per le finanze pubbliche. Nonostante ciò, la maggioranza difende l’azione del governo, sostenendo che l’esposizione del prezzo medio dei carburanti abbia contribuito a rallentare l’aumento dei prezzi.

Il ministro delle Imprese afferma che il prezzo industriale della benzina in Italia è inferiore rispetto ad altri Paesi europei come Francia, Spagna e Germania. Tuttavia, i prezzi della benzina continuano ad aumentare nonostante il calo dei prezzi del petrolio.

Secondo Assoutenti, il prezzo medio della benzina autostradale è di 2,019 euro al litro, ma su molte tratte il prezzo supera i 2,5 euro al litro. In soli tre mesi, il prezzo della benzina è aumentato di 13,2 centesimi al litro, mentre il gasolio è aumentato di 17,7 centesimi al litro.

READ  Detrazioni lavoro dipendente: risparmi e benefici sulla busta paga

Nonostante il calo dei prezzi del petrolio sui mercati internazionali, i prezzi dei carburanti continuano ad aumentare, portando a ingenti entrate fiscali per lo Stato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *