Bidenomica in Italia – Todayuknews

Questo articolo è una versione in loco della newsletter Free Lunch di Martin Sandbow. Partecipazione Qui Per ricevere la nostra newsletter direttamente nella tua casella di posta ogni giovedì

Bene l’economia europea: secondo trimestre dati di crescita È diventato forte in quasi tutti i paesi dell’UE e indicatori in tempo reale Suggerisce che alti tassi di vaccinazione per Covid-19 rendano sostenibile il recupero.

Questa è una buona notizia, ma un po’ una sorpresa. In questa fase della pandemia, la crescita è determinata dalla dinamica del quadro generale degli shock macroeconomici e degli stimoli di politica fiscale e monetaria. Dopo la forte contrazione, ci si aspettava una forte ripresa. Quello che accadrà dipenderà più dalla qualità delle politiche economiche dettagliate e, soprattutto, dai “piani di ripresa e resilienza” nazionali elaborati dai Paesi, finanziati da Prestito collettivo senza precedenti dall’Unione Europea.

Tuttavia, giudicare questi piani è molto difficile per una serie di motivi. Uno di questi è che sono i primi giorni: non tutto è stato ancora approvato. Un altro è che sono così lunghi, dettagliati e tecnici che nessuno vorrebbe leggerne uno, figuriamoci l’intero 27. Mi dispiace per i funzionari del Tesoro che hanno dovuto scriverlo, i burocrati che hanno dovuto controllarli e gli analisti finanziari che vengono pagati per leggerlo in modo che i loro clienti non debbano farlo.

Sorprendentemente, tuttavia, i piani sono stati finora ben accolti da osservatori indipendenti. Uno dei motivi – e questo è un merito per la Commissione europea, che ha chiesto impegno per le proprie priorità – è che sta investendo pesantemente nelle aree giuste, come le infrastrutture fisiche e digitali di cui hanno bisogno le economie connesse in decarbonizzazione. L’altra cosa è che vengono con obiettivi specifici che devono essere raggiunti affinché il denaro “gratuito” possa essere realizzato. Il terzo è che i termini includono le riforme strutturali raccomandate da tempo che la Commissione può ora incoraggiare con una grande carota.

READ  Biden sta visitando Taqueria, dove 186.000 ristoranti chiedono aiuti federali

Il piano nazionale di ripresa e resilienza di gran lunga più importante è quello italiano. Se l’Italia può utilizzare la ripresa post-pandemia per uscire per sempre dalla sua crisi ventennale è la questione centrale per il futuro dell’Europa. Stabilirà se il mercato unico può essere visto operare in tutta Europa. Gli atteggiamenti verso l’euro, se o quando, si formeranno temporaneamente dubbi esistenziali sul ritorno della moneta unica.

Soprattutto, ciò che l’Italia fa dei fondi di rilancio europei è fondamentale per valutarne il successo, e quindi per il potenziale per rafforzare in modo permanente il ruolo dell’indebitamento e della spesa a livello dell’UE.

Quindi vale la pena prestare attenzione alla nuova OCSE Indagine Economica Italia. Dà una valutazione complessiva molto ottimistica del piano italiano. (Per chi ha poco tempo, c’è un file breve post sul blog.) Gli investimenti promessi e le riforme strutturali, mirate alle note debolezze della pubblica amministrazione e della concorrenza, potrebbero aggiungere quasi il 6% all’economia entro il 2030.

L’importo totale del potenziale investimento è importante. Quando i piani furono pubblicati per la prima volta, Jack Allen Reynolds di Capital Economics evidenziato Che il piano di ripresa e resilienza dell’Italia è in realtà più grande come quota dell’economia italiana rispetto al piano per l’occupazione degli Stati Uniti del presidente Joe Biden come quota degli Stati Uniti (entrambi mirati a investimenti digitali e verdi simili) e sarà speso in un periodo leggermente più breve, offrendo un successo finanziario ancora più grande.

Questo è un grande cambiamento rispetto al solito. L’OCSE rileva che l’economia italiana investe meno della maggior parte degli altri Stati membri. Mostra anche cosa è possibile quando si verificano investimenti. Mentre la crescita della produttività italiana è stata a lungo tra le più basse tra i suoi pari, la sua crescita della produttività manifatturiera stava già raggiungendo la media OCSE negli anni prima della pandemia – e la produzione era uno dei settori in cui gli investimenti, in particolare la proprietà, hanno vacillato. Ma gli investimenti nei servizi sono in calo e la crescita della produttività è stata debole.

READ  La presidenza italiana afferma che fa fatica a trovare un terreno comune sulla posizione climatica del G20

Come riporta l’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE), le carenze economiche dell’Italia sono ben note e, in un certo senso, facili da migliorare (e non hanno nulla a che fare con l’euro): burocrazia debole, risoluzione delle insolvenze e procedimenti giudiziari; sottoinvestimento di una forza lavoro non istruita; digitalizzazione insufficiente; scarsa allocazione del capitale da parte delle banche; E un alto cuneo fiscale sul lavoro. Tutto può essere risolto: le sfide della politica tecnica sono completamente superabili. Risolveteli e le ricompense economiche dovrebbero essere grandi. Ciò che è sempre stato d’intralcio è la politica. Ma ora l’Italia ha un governo che sa cosa bisogna fare, sembra determinato a farlo, ha risorse finanziarie sufficienti per facilitare il percorso di riforma e, in Mario Draghi, un presidente del Consiglio di enorme sostegno.

Tutto ciò significa che c’è un miracolo di crescita italiana in atto e che l’Italia ha le migliori possibilità di realizzarlo. L’opportunità non è una garanzia, ovviamente, e l’opportunità non durerà a lungo. Assorbi questo e l’Italia può compensare gran parte degli ultimi due decenni di stagnazione. Perdetelo e potrebbe rivelarsi l’ultima occasione per annullare il declino permanente. Sia per l’Italia che per l’Europa, la posta in gioco non potrebbe essere più grande.

Altre letture

  • Henrietta Moore dell’University College di Londra Rapporti sull’indice di prosperità domestica È stato sviluppato nei quartieri di East London dopo le Olimpiadi, per scoprire cosa significa veramente “ricostruire meglio”. Per guarire la loro gente divisa, [Joe Biden and Boris Johnson] Dobbiamo sostituire le economie della disuguaglianza con l’economia dell’appartenenza”.

  • Guarda al Canada per imparare come salvare le politiche climatiche dalle guerre culturali, sostengo nel mio paese Colonna su Carbon Tax e politiche sui dividendi.

  • Fondazione New Economy Suggerire Che il Regno Unito potrebbe utilizzare le sue istituzioni finanziarie statali esistenti per finanziare gli investimenti infrastrutturali necessari per raggiungere emissioni nette di carbonio zero.

READ  Aggiornamenti in tempo reale della crisi dei talebani in Afghanistan: i talebani sequestrano il palazzo presidenziale afghano; Rapporti di sparatoria all'aeroporto di Kabul

numeri di notizie

Newsletter consigliate per te

senza siepe Robert Armstrong spiega le tendenze di mercato più importanti e discute come le migliori menti di Wall Street reagiscono ad esse. Partecipazione Qui

Lex Newsletter – Segui un messaggio dai Lex Center di tutto il mondo ogni mercoledì e rivedi il miglior commento della settimana ogni venerdì. Partecipazione Qui

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Big Daddy Graham, leggenda del WIP, muore all’età di 68 anni | Il saluto scorre al “caro” artista
Next Post Campus UC I più votati 2022 Top News College nelle notizie statunitensi e nel rapporto mondiale