Benjamin Netanyahu viene licenziato, Naftali Bennett è il nuovo Primo Ministro di Israele

Naftali Bennett sarà primo ministro per due anni.

Gerusalemme, non specificato:

Una variegata coalizione di partiti israeliani domenica ha estromesso Benjamin Netanyahu, il primo ministro più longevo del paese, e ha formato un nuovo governo in un cambiamento epocale nella turbolenta politica del paese.

Naftali Bennett, un nazionalista ebreo di destra ed ex milionario della tecnologia, era destinato a guidare il blocco di otto partiti, unito solo dal loro comune disprezzo per il leader falco di destra noto come Bibi.

Netanyahu, 71 anni, con uno stile di combattimento esemplare, poco prima della sua sconfitta ha promesso che “se siamo destinati ad essere all’opposizione, lo faremo a testa alta fino a quando non abbatteremo questo malgoverno e torneremo a guidare il Paese a modo nostro .”

Netanyahu era amato come “Re Bibi” dai suoi sostenitori di destra e i suoi critici lo condannavano come il “Ministro del crimine”, la figura sempre più divisiva e dominante nella politica israeliana.

Ma domenica, un voto della Knesset alla Knesset dopo settimane di intenso dramma politico ha concluso il suo governo con una maggioranza risicata di 60-59 nell’assemblea da 120 seggi.

Nella piazza Rabin di Tel Aviv, gli oppositori di Netanyahu sono scoppiati in applausi e sono partiti per una serata di allegri festeggiamenti, dopo essersi radunati nei giorni scorsi tenendo in mano degli striscioni “Ciao, Bibi”.

Un manifestante, Tal Sarkis, 19 anni, ha riconosciuto “sentimenti contrastanti” sull’imminente Change Alliance, ma ha detto “è qualcosa di cui Israele ha bisogno”.

In un discorso alla Knesset prima del voto, Bennett, 49 anni, ha promesso al nuovo governo, una coalizione di partiti ideologicamente disparati, di “rappresentare tutto Israele”.

READ  tragico! 3 anni... Altre quattro persone sono state uccise in una sparatoria di massa in Gran Bretagna | notizie dal mondo

Ha detto che il Paese, dopo quattro elezioni inconcludenti in meno di due anni, è entrato in un “vortice di odio e lotte intestine”.

“È tempo che diversi leader, di tutti i segmenti della popolazione, smettano, fermino questa follia”, ha detto, anche mentre urla “false” e “criminali” arrabbiate degli oppositori di destra.

fragile alleanza

Netanyahu, che sta combattendo le accuse di corruzione in un processo in corso che liquida come una cospirazione, è il politico israeliano dominante della sua generazione, avendo scontato un precedente mandato di tre anni negli anni ’90.

I suoi sostenitori lo hanno salutato come uno strenuo difensore di Israele e un duro accordo con l’Iran, ma l’anno scorso ha anche concluso una serie di accordi storici di normalizzazione con diversi paesi arabi.

Rimuoverlo dalla posizione di vertice renderà Netanyahu più vulnerabile ai suoi problemi legali, poiché lo priverà dell’opportunità di apportare modifiche in parlamento alle leggi fondamentali che potrebbero dargli l’immunità.

Bennett, l’ex ministro della difesa di Netanyahu, ha promesso di proteggere Israele dall’Iran, promettendo che “Israele non permetterà all’Iran di avere armi nucleari” – un obiettivo che la Repubblica islamica nega di perseguire.

Netanyahu, fedele alla sua reputazione di “Mr. Security” di Israele, ha affermato che “l’Iran sta celebrando” il lancio di quello che ha accusato sarebbe un governo di sinistra “pericoloso” e debole.

Il variegato blocco anti-Netanyahu è stato formato dal centrista laico Yair Lapid, un ex presentatore televisivo.

Copre lo spettro politico, compresi tre partiti di destra, due partiti di centro e due partiti di sinistra, insieme a un partito arabo islamico conservatore.

READ  La Cina sta assistendo al peggior temporale degli ultimi 1.000 anni e le inondazioni stanno lasciando una scia di distruzione

Lapid, 57 anni, servirà come ministro degli Esteri per i prossimi due anni prima di assumere il ruolo di Bennett.

‘terra bruciata’

L’improbabile alleanza è emersa settimane dopo una guerra di 11 giorni tra Israele e Hamas, il gruppo islamista che governa l’enclave palestinese a Gaza, e sulla scia della violenza settaria nelle città israeliane con una vasta popolazione araba.

Netanyahu, da tempo famoso come l’ultimo sopravvissuto politico di Israele, ha cercato nei suoi ultimi giorni in carica di sbucciare i dissidenti, sperando di privare la coalizione in erba della sua esigua maggioranza legislativa, ma senza successo.

Bennett è stato accusato di “frode” per essersi schierato con i suoi oppositori, e raduni arrabbiati organizzati dai sostenitori del partito Likud del primo ministro hanno rafforzato la sicurezza di alcuni legislatori.

Ha accusato gli avversari e gli alleati di Netanyahu di aver infiammato le tensioni nella campagna della “terra bruciata”.

Le osservazioni feroci di Netanyahu quando ha visto la sua presa sullo slittamento del potere sono state incontrate in parallelo in patria e all’estero con l’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump, che ha descritto la sua perdita alle elezioni dello scorso anno come il risultato di un voto fraudolento.

Il voto di domenica è arrivato in un momento di crescenti tensioni nel conflitto israelo-palestinese, che si è intensificato negli anni di Netanyahu, in parte a causa dell’espansione degli insediamenti considerati illegali secondo il diritto internazionale nella Cisgiordania occupata.

Nel frattempo, la rabbia della destra è cresciuta in Israele per il rinvio della scorsa settimana di una controversa marcia nazionalista ebraica nelle aree inquiete di Gerusalemme est.

READ  Il ministro degli Esteri saudita in visita in India, talebani e Afghanistan è una priorità | Ultime notizie dall'India

La “marcia della bandiera” è prevista per martedì e l’agitazione che la circonda potrebbe rappresentare un importante test iniziale per un nuovo governo di coalizione.

Hamas, che governa Gaza, ha affermato che gli sviluppi politici a Gerusalemme non cambieranno le sue relazioni con Israele.

“La forma assunta dal governo israeliano non cambia la natura del nostro rapporto”, ha affermato Fawzi Barhoum, portavoce del gruppo.

È ancora una potenza occupante e coloniale a cui dobbiamo resistere”.

(Ad eccezione del titolo, questa storia non è stata modificata dalla troupe di NDTV ed è pubblicata da un feed sindacato.)

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Arnadovic in panchina per l’Austria, Pandey guida la Macedonia del Nord
Next Post Il tuo iPhone 12 Pro eseguirà istantaneamente la scansione 3D del tuo piede per l’acquisto di scarpe online perfetto