[Behind the Wheel] Genesis si prepara ad affrontare il mondo delle auto elettriche con il G80

[Behind the Wheel] Genesis si prepara ad affrontare il mondo delle auto elettriche con il G80

Il Genesis Electrified G80 lavora su una strada pubblica durante l’evento di test drive di mercoledì. (Gruppo Hyundai Motor)

Genesis, il marchio di lusso della casa automobilistica sudcoreana Hyundai Motor, ha lanciato il suo primo veicolo puramente elettrico, con l’obiettivo di contrastare l’emergente mercato delle auto elettriche con modelli di fascia alta.

Con il G80 elettrico, presentato mercoledì in Corea del Sud, Hyundai Motor mira a dimostrare di poter offrire una guida delicata ma potente per una berlina di lusso dotata di motore elettrico.

Il giorno del suo lancio, The Korea Herald ha preso l’auto tanto attesa per un test drive di circa 60 chilometri, da Starfield Hanam nella provincia di Gyeonggi e via Gapyeong nella provincia di Gangwon.

Come suggerisce il nome, l’auto è basata sull’originale G80, la berlina di lusso di punta del marchio. Tuttavia, la casa automobilistica ha adottato alcuni elementi e design appositamente per il nuovo veicolo elettrico.

Le ruote turbo da 19 pollici uniche per il G80 elettrificato erano molto attraenti, ancor più delle ruote G80 originali. Una nuova opzione di colore, Matira Blue, è stata aggiunta al modello EV, che si ispira alla natura e mescola il verde metallizzato e il blu per conferire all’auto un’aura unica.

Ciò che è stata una delusione è stata la griglia di plastica.

La variante elettrica del G80 ha la stessa griglia anteriore a forma di scudo del G80, in stile G-Matrix, ma è realizzata in plastica, non in acciaio, come si vede nella variante a benzina.

Poiché il gruppo propulsore alimentato a batteria non richiede il raffreddamento ad aria anteriore, la griglia è chiusa sull’Electrified G80.

READ  Sony a7 IV offre un mucchio di aggiornamenti…. per un prezzo

Probabilmente, la casa automobilistica non voleva rendere l’auto più pesante con una griglia in acciaio, poiché ha già due batterie pesanti nella parte anteriore e posteriore. Ma la griglia in plastica può essere una svolta per coloro che si aspettano un aspetto premium da una Genesi.

La porta di ricarica si trova sul lato destro della griglia anteriore e il cofano si apre, ma non è automatico, quindi il guidatore deve estrarlo per rivelare l’intera porta.

All’interno del Genesis Electrified G80 (Hyundai Motor Group)

Per i passeggeri, lo spazio per la testa e le gambe era abbastanza spazioso. Ma lo spazio del bagagliaio era più piccolo di quello che normalmente vediamo in una grande berlina, a causa del pacco batteria installato per alimentare le ruote posteriori.

Il touch screen da 14,5 pollici e il cruscotto digitale hanno reso l’auto molto moderna e il display head-up opzionale è stato utile per mostrare la navigazione.

Per quanto riguarda la porta di ricarica, l’Electrified G80 ha più ingressi di 400V e 800V, rendendo il veicolo compatibile con caricabatterie standard, veloci e ultraveloci. Utilizzando un caricabatterie rapido, la batteria si carica dal 10% all’80% in 22 minuti. La funzione di caricamento del veicolo è inoltre implementata per consentire la ricarica di dispositivi esterni.

Sulla strada, il Matira Blue Electrified G80 ha catturato gli occhi di alcuni passanti, molto probabilmente per il suo colore unico.

Il marchio deve aver prestato particolare attenzione per bloccare il vento e il rumore esterno e ridurre le vibrazioni causate da superfici stradali irregolari, anche rispetto ad altri veicoli elettrici.

READ  SpaceX ha lanciato in orbita 53 satelliti Starlink

La casa automobilistica ha affermato di aver implementato Active Noise Control-Road, che analizza il rumore esterno per inviare onde sonore opposte per rendere il viaggio silenzioso per i passeggeri all’interno. Anche le sospensioni a controllo elettronico con anteprima stradale hanno fornito una piacevole esperienza di guida.

Un’altra caratteristica della vettura era l’accelerazione e la frenata fluide ma rapide.

La velocità dell’auto è aumentata molto rapidamente, ma senza un carico evidente, ed è stato soddisfacente guidare in autostrada. D’altra parte, il volante sembrava un po’ pesante. Risponde ancora bene in curva.

Hyundai Motor, che è dotata di una batteria da 87,2 kWh, ha affermato che la distanza massima di guida dell’auto è di 427 km, verificata dal Ministero dell’Industria. L’auto si presenta come una trazione integrale, eroga fino a 370 cavalli e può accelerare da zero a 100 chilometri orari in 4,9 secondi.

Questa potenza è in realtà migliore del G80 inferiore con un motore a benzina turbo da 2,5 litri, che può erogare fino a 304 cavalli e una coppia massima di 43 chilogrammi.

Il sistema di frenata rigenerativa del G80 non era male. Quando si opera con la leva del cambio montata sul volante, l’EV rallenterà automaticamente quando il piede viene staccato dal pedale dell’acceleratore. L’intensità del minimo può essere regolata tramite la leva del cambio.

Il G80 EV testato era abbastanza carico per percorrere 275 km alla partenza da Hanam Starfield. Il viaggio di andata e ritorno è terminato a 60 km e la batteria è stata ridotta a 208 km nella distanza di guida.

L’auto è inoltre dotata di importanti sistemi di assistenza alla guida, come Lane Keeping Assist e Reverse Collision-Avoidance Assist, insieme a Intelligent Blind-Avoiding Semaforo in arrivo e luci di sterzo posteriori.

READ  Stardew Valley Creator rivela che lo sviluppo potrebbe ora essere completo

Genesis offre un’opzione unica per il suo primo veicolo elettrico, il tetto solare. Il modello testato aveva un tester solare sulla linea del tetto, che guadagnava energia extra dal sole mentre andava su strada.

Tuttavia, la sua praticità è in discussione perché il tetto solare costa 1,4 milioni di won in più, ma genera 730 wattora di elettricità al giorno. Trasformandolo in una misurazione annuale, la casa automobilistica ha affermato che l’auto potrebbe coprire 1.150 chilometri utilizzando l’energia solare.

L’Electrified G80 parte da 82,8 milioni di won (72.230 dollari), al di sotto della soglia di 90 milioni di won per rendere l’auto ammissibile a un sussidio governativo concesso agli acquirenti di auto verdi.

Scritto da Jo Hee Rim (herim@heraldcorp.com)

Agapeto Vecoli

"Imprenditore. Freelance introverso. Creatore. Lettore appassionato. Ninja della birra certificato. Nerd del cibo."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Joe Biden ha detto che la guerra degli Stati Uniti in Afghanistan finirà il 31 agosto
Next Post Erica Biancastelli è diretta olimpica per la sua squadra italiana