Barclays dice, compra dip nonostante i timori di inflazione

Gli edifici Barclays e HSBC sono visti durante l’epidemia di coronavirus (COVID-19), a Londra, Gran Bretagna, 20 ottobre 2020.

Matthew Childs | Reuters

Poiché persistono le preoccupazioni sull’inflazione e il ciclo economico matura, Barclays vede un periodo di elevata volatilità e bassi rendimenti per i mercati azionari europei.

Tuttavia, gli analisti della Banca d’Inghilterra hanno ancora trovato le azioni più attraenti delle obbligazioni e hanno raccomandato agli investitori di cercare di acquistare il calo.

Le azioni globali sono state scosse nell’ultimo mese dai timori di un’inflazione costantemente elevata, che ha spinto i rendimenti obbligazionari ai massimi pluriennali.

Lo Stoxx 600 paneuropeo ha interrotto una serie positiva di sette mesi a settembre, dopo che i mercati globali hanno goduto di uno scenario favorevole di rapida ripresa economica e di un’offerta senza precedenti di stimoli fiscali e monetari.

In un aggiornamento della strategia di ottobre pubblicato mercoledì, gli analisti azionari europei di Barclays hanno avvertito che l’inflazione è “stabile”, il ciclo economico sta maturando, i rapporti prezzo/utili sono alti e la crescita degli utili per azione è destinata a moderare, mentre le banche centrali sono diventando più falco. I rapporti P/E sono una metrica importante che i trader utilizzano per misurare il valore di un’azione.

Tuttavia, Barclays mantiene una visione positiva delle azioni, sostenendo che il principio TINA (non c’è alternativa) prevale ancora, con gli afflussi di denaro in rallentamento di recente. Con il rapporto prezzo/utili ridotto, la banca prevede che i rendimenti futuri saranno inferiori, ma comunque positivi.

“Con l’aumento del premio per il rischio, i rendimenti aggiustati per il rischio saranno inferiori. Tuttavia, troviamo ancora le azioni più interessanti delle obbligazioni e crediamo che dovrebbero essere acquistate flessioni”, ha affermato Emmanuel Kao, responsabile della strategia azionaria europea.

READ  Un alto funzionario ha affermato che l'UE non può rimanere in silenzio sulla Cina

Nonostante il rallentamento della crescita e l’aumento dell’inflazione, Barclays non prevede uno scenario di “stagflazione”, in cui la domanda rimane forte e le condizioni finanziarie sono deboli.

Nel frattempo, la correlazione tra obbligazioni e azioni è elevata, ma Cao ha sostenuto che le obbligazioni sembrano essere più disaccoppiate dai fondamentali e quindi saranno più suscettibili all’inflazione e ai rischi politici. Ha affermato che i principali rischi nel quarto trimestre includono la crisi energetica in Europa insieme a Covid-19, l’incertezza economica in Cina e l’affrontare il tetto del debito degli Stati Uniti.

“Gli investitori hanno ancora polvere secca poiché i mercati monetari (asset in gestione) sono $ 4,5 trilioni. Le azioni sono l’unica classe di attività che produce rendimenti reali positivi e tendono a funzionare bene in un regime di inflazione più elevata”, ha aggiunto Kao.

“Le azioni sono meno soddisfatte ora, poiché gli investitori sono tornati alle difese nel terzo trimestre e hanno aggiunto coperture dal lato negativo. La stagionalità del quarto trimestre di solito supporta le azioni rispetto alle obbligazioni”.

Torna in Germania e in Italia, vendendo cameriere nel Regno Unito

Barclays ha una ponderazione di mercato delle azioni europee, il che le consente di sovraperformare le azioni statunitensi di maggior valore. Una buona copertura contro i tassi più alti, non ipercomprato.

I titoli value in questo caso includono banche ed energia, il primo è il settore con le migliori prestazioni in un anno fino ad oggi, mentre il secondo è tra i più economici, con le materie prime che offrono anche una potenziale copertura contro un crollo del mercato azionario se l’inflazione continua.

Sono diventati sottopesi sui titoli nazionali britannici a causa della carenza di offerta, dell’indebolimento dello stimolo del governo e della prospettiva di un rialzo dei tassi da parte della Banca d’Inghilterra. Cao ha suggerito, tuttavia, che le preoccupazioni sulla stagflazione potrebbero portare a una limitazione della sterlina ea una preferenza per gli esportatori britannici.

READ  I traduttori sono i facilitatori non riconosciuti nel mondo

Barclays è anche sovrappeso in Germania e Italia, con la riapertura delle economie, la Banca centrale europea che rimane accomodante e le sovvenzioni dell’UE ora in fase di erogazione.

“L’Italia sembra a buon mercato e ha uno slancio dell’EPS più forte della Spagna”, ha detto Cao.

“La Germania ha nettamente sottovalutato il suo slancio relativo negli utili per azione e sembra a buon mercato. La Cina è un vento contrario, ma ha un prezzo molto alto. I risultati delle elezioni senza una chiara maggioranza significano che i colloqui di coalizione potrebbero trascinarsi per mesi, ma il governo centrista deve mantenere lo status -quo.” “

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post ViacomCBS firma un accordo di distribuzione con WOW – Women of Wrestling – The Hollywood Reporter
Next Post Playoff MLP 2021: Astros si scontra con i White Sox, test ALTS gara 1, pronostici esperti a 33-14