Barcellona 3-0 Levante: i gol di Memphis Depay, Luke de Jong e Ansu Fati raggiungono la vittoria necessaria per Ronald Koeman | notizie di calcio

I gol di Memphis Depay, Luke de Jong e Ansu Fati hanno aiutato ad alleviare la pressione sull’allenatore del Barcellona Ronald Koeman con una vittoria per 3-0 sul Levante al Nou Camp.

Frustrato per il pareggio con Granada e Cadice nelle ultime due partite, il Barcellona ha iniziato la partita in grande forma ed è avanzato con un calcio di rigore al sesto minuto da Depay, che è stato atterrato da Nemanja Raduga in area di rigore.

Hanno raddoppiato il loro vantaggio poco dopo quando De Jong ha afferrato un passaggio di Sergino Dest prima di finire la palla oltre Aitor Fernandez per segnare il suo primo gol per il club mentre era in prestito dal Siviglia.

Il Levante raramente sembrava essere una preoccupazione per la squadra di Coman ed era in debito con Fernandes, che ha preso alcuni passi intelligenti per mantenere il punteggio rispettabile mentre il Barcellona dominante avanzava alla ricerca del terzo gol.

foto:
L’assistente allenatore del Barcellona Alfred Schroeder ha preso in carico il Levante per aver sospeso Ronald Koeman per due partite dalla fascia laterale.
Depay esulta dopo aver segnato un rigore nel primo tempo
foto:
Depay esulta dopo aver segnato un rigore nel primo tempo

Alla fine è arrivato al 91′ quando Fati ha chiuso la sua prima apparizione dopo un grave infortunio al ginocchio lo scorso novembre con un superbo tiro dalla distanza.

“Non avrei mai immaginato una rimonta come questa”, ha detto dopo la vittoria il diciottenne Fati, entrato in campo nel secondo tempo per De Jong.

“Sono così grato ai dottori e ai dottori che sono stati con me durante tutto questo, e anche ai fan che sono stati incredibili”.

Ronald Koeman
foto:
Koeman ha affrontato critiche per il pessimo inizio di stagione del Barcellona

La prima vittoria del Barcellona nelle ultime quattro partite in tutte le competizioni ha visto la squadra catalana salire al quinto posto nel campionato spagnolo con 12 punti in sei partite, cinque punti dietro al Real Madrid, capolista, che ha giocato più partite.

READ  Calcio in diretta: come guardare le migliori partite del fine settimana, tra cui Chelsea vs Man City, Arsenal e Tottenham

Il vice allenatore Alfred Schroeder ha supervisionato la vittoria, con Koeman che ha scontato la sua prima squalifica di due partite in campionato dopo essere stato espulso per una discussione con gli arbitri alla fine dello 0-0 del Barcellona a Cadice a metà settimana.

La squadra di Koeman cercherà di migliorare il 3-0 casalingo contro il Bayern Monaco quando si recherà allo Stade da Luz per affrontare il Benfica mercoledì nel Gruppo E di Champions League.

Poi sabato 2 ottobre affronteranno un importante test della Liga contro l’Atlético Madrid.

Serie A: Pedro torna a tormentare la Roma

Pedro sorride dopo il gol contro la Roma
foto:
Pedro sorride dopo il gol contro la Roma

La Lazio ha interrotto una striscia di quattro sconfitte consecutive con una vittoria per 3-2 sulla Roma nel romantico derby di domenica, spingendo la squadra di Maurizio Sarris nelle prime sei posizioni in Serie A.

Sergej Milinkovic-Savic è andato di testa nella partita di apertura prima che Pedro segnasse il gol della sua ex squadra per raddoppiare il vantaggio della Lazio e diventare il terzo giocatore a segnare per entrambe le squadre nel derby della capitale, dopo aver segnato per la Roma in quella partita a maggio.

Roger Ibanez ha ridotto la differenza per la squadra di Jose Mourinho prima della fine del primo tempo, ma Felipe Anderson ha ripristinato il vantaggio con due gol per la Lazio nella ripresa.

Jordan Veritot ha trasformato un controverso rigore per mantenere vive le speranze della Roma, ma il veterano portiere Pepe Reina ha effettuato due ottime parate per negare il pareggio ai giallorossi.

La Lazio sale al sesto posto con 11 punti, a un punto dalla Roma quarta.

Jose Mourinho ha incolpato l’arbitro e il VAR per la sconfitta. Questa è la seconda sconfitta per il portoghese da quando ha assunto la squadra italiana la scorsa estate, e la Lazio è avanzata dal decimo minuto fino al fischio finale.

READ  James Ward-Prow sostituisce l'infortunato Calvin Phillips nella squadra di qualificazione alla Coppa del Mondo in Inghilterra | notizie di calcio

Mourinho, tuttavia, non era contento di un potenziale errore nella preparazione del secondo gol della Lazio e sentiva che Lucas Leiva avrebbe dovuto essere ammonito dopo che giovedì il capitano della Roma Lorenzo Pellegrini è stato espulso contro l’Udinese.

“Il calcio italiano è migliorato molto”, ha detto. Ma purtroppo l’arbitro e il sistema VAR non erano al livello giusto per questa grande partita.

“Nel 2-0 poteva essere 1-1, l’arbitro e il VAR hanno sbagliato. È tanto. Importante è anche la mancanza del secondo giallo per Leiva. Per Pellegrini è stata una situazione simile, ha preso un rosso ma oggi non c’era niente.

“Siamo stati la squadra migliore in campo. Ovviamente quando hai preso tre gol qualcosa è andato storto, ma il secondo e il terzo gol erano contropiede.

“Ci abbiamo provato e controllato. Abbiamo dato tutto e messo in difficoltà la Lazio”.

Lorenzo Insigne esulta per il gol del Napoli
foto:
Lorenzo Insigne esulta per il gol del Napoli

mentre, Napoli Rilassato vincere 2-0 in casa Cagliari Domenica, per ottenere la sua sesta vittoria consecutiva in Serie A e tornare in vetta alla classifica, Victor Osimhen ha continuato la sua serie positiva sotto porta.

La squadra di Luciano Spalletti ha due punti di vantaggio sul Milan al primo posto, dopo aver iniziato bene il campionato, segnando quattro reti inviolate in sei partite.

Questa è la seconda volta nella storia del Napoli che ha iniziato la stagione con sei vittorie consecutive dopo la stagione 2017-18, quando è arrivato secondo.

Osimhen ha segnato il primo gol da sei metri dopo 11 minuti, il suo sesto gol nelle ultime quattro partite in tutte le competizioni.

L’attaccante nigeriano si è poi procurato un rigore nella ripresa, trasformato da Lorenzo Insigne, per raddoppiare il vantaggio dei padroni di casa.

Bundesliga tedesca: Friburgo festeggia la finale in casa con una vittoria

Friburgo Chiudi il sipario con stile
foto:
Friburgo Chiudi il sipario con stile

L’imbattuto Friburgo ha visto la sua uscita dal Deresam Stadium dopo 67 anni con una vittoria per 3-0 sull’Augsburg domenica scorsa in Bundesliga.

READ  Il record mondiale nel salto in lungo U20 è confermato dall'italiana Larissa

I padroni di casa, che si trasferiscono nel più grande Europa Park dopo aver giocato 360 partite di Bundesliga al Driesham da quando hanno vinto la promozione nel 1993, hanno segnato tre gol in un primo tempo dominante per mantenere il loro buon inizio di stagione.

Lucas Koepler li ha portati in vantaggio, Lucas Hoyler ha raddoppiato il punteggio da distanza ravvicinata al 25′ e Vincenzo Griveaux ha segnato dal dischetto otto minuti dopo, trasformando ora tutti e nove i rigori della Bundesliga.

L’obiettivo di Griveaux è stato il 999esimo gol della Bundesliga allo stadio Deresam, come l’ex allenatore Volker Fink, che ha portato il Friburgo in Bundesliga nel 1993, lo ha guardato dagli spalti.

L’allenatore del Friburgo Christian Streiche ha pianto al fischio finale dopo un commosso addio, e la vittoria ha portato la sua squadra, l’unica imbattuta in campionato insieme alla capolista Bayern Monaco, al quinto posto con 12 punti.

Il Bayern è al primo posto con 16, mentre Bayer Leverkusen e Wolfsburg sono rispettivamente secondo e terzo con 13. Il Borussia Dortmund è quarto, davanti al Friburgo per differenza reti.

French Ligue 1: Lens imbattuto Marsiglia per finire secondo

Il difensore dell'obiettivo Jonathan Klaus in azione
foto:
Il difensore dell’obiettivo Jonathan Klaus in azione

L’RC Linz è salito al secondo posto in Ligue 1 con una vittoria per 3-2 sull’Olympique de Marseille in un’emozionante partita di domenica.

Wesley Said ha segnato il gol della vittoria dopo la doppietta di Dimitri Payet, che ha annullato le reti del primo tempo con Florian Sotoka e Przemyslav Frankowski regalando al Lens 15 punti in otto partite.

Viene dopo la capolista Paris Saint-Germain, che sabato ha battuto il Montpellier 2-0 per nove punti. Il Marsiglia, terzo in classifica, ha 14 punti in sette partite dopo la prima sconfitta stagionale.

Hanno una partita in mano, lontano dal loro stadio di Nizza dopo aver abbandonato l’incontro a causa di un grave problema di folla il mese scorso.

Monaco Avanza all’ottavo posto con 11 punti dopo aver vinto 3-1 in Claremont Grazie ai gol di Wissam Ben Yedder, Kevin Volland e Sofiane Diop.

Altrove, l’ala Hugo Eketek ha stupito il 19enne con una doppietta Stadio di Reims La loro prima vittoria in casa da gennaio, quando sono stati sconfitti Nantes 3-1.

Ravenna Bianchi

"Esperto di tv estremo. Fanatico della birra. Amichevole fan del bacon. Comunicatore. Aspirante esperto di viaggi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Gli utenti hanno segnalato un’interruzione nell’app di messaggistica e Signal sta lavorando a una soluzione
Next Post Scoperto il primo virus correlato alla SARS-CoV-2, trovato nei pipistrelli