Assi emergenti, nuove equazioni: le dinamiche del Pakistan e della Russia in un mondo che cambia

La visita del primo ministro pakistano Imran Khan a Mosca Mercoledì (23 febbraio) inizia in un momento in cui il presidente Vladimir Putin è considerato il ragazzaccio per le sue azioni contro l’Ucraina. Imran diventerà il primo leader straniero a visitare la Russia dopo che Putin ha riconosciuto due regioni separatiste dell’Ucraina come repubbliche indipendenti e il primo primo ministro del Pakistan a recarsi in quel paese dalla storica visita di Nawaz Sharif nel 1999.

Imran è in visita in Russia su invito del Cremlino e funzionari pakistani hanno affermato che la visita era programmata molto prima degli attuali sviluppi. Imran ha dichiarato martedì in un’intervista al canale RT controllato dallo stato russo che la visita si concentrerà sulle relazioni del Pakistan con la Russia.

“questo è [Ukraine crisis] Non ci interessa. “Abbiamo una relazione bilaterale con la Russia e vogliamo davvero rafforzarla”, ha affermato Imran, aggiungendo che il Pakistan vuole relazioni commerciali con “tutti i paesi”.

Non credo che i conflitti militari risolvano i problemi. . Ha detto che i paesi che dipendono dal conflitto militare non hanno studiato la storia in modo adeguato. Il mondo in via di sviluppo vorrebbe davvero che non ci fosse più la Guerra Fredda. …Ora, quello che vogliamo fare non è entrare a far parte di nessun blocco”.

Mentre la visita di Imran riflette il notevole miglioramento delle relazioni tra Pakistan e Russia, la loro reciproca collaborazione con la Cina, cresciuta negli ultimi anni, segnala lo sviluppo innegabile di un nuovo perno nell’Asia meridionale e nell’Asia centrale. Le relazioni di ciascuno di questi paesi con gli Stati Uniti sono peggiorate negli ultimi due anni. Questo, oltre ai loro interessi sovrapposti in Afghanistan, Asia centrale e la Belt and Road Initiative, ha portato questi tre paesi a prendere l’iniziativa nel proiettare i talebani come legittimo pretendente al potere a Kabul.

READ  "L'India continuerà a lavorare all'interno del quadro": Shringla alla riunione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite sulla non proliferazione | Ultime notizie dall'India

storia della guerra fredda

Le relazioni del Pakistan con la Russia hanno fatto molta strada da quando era un alleato volontario e partner del trattato del blocco americano contro l’Unione Sovietica. Gli Stati Uniti hanno contribuito a ricucire le loro relazioni con la Cina, che ha alienato Pechino e Mosca. In risposta, l’India e l’Unione Sovietica hanno rafforzato le loro relazioni con un patto di difesa e hanno aumentato gli scambi economici e interpersonali.

Il Pakistan si considerava un paese in prima linea contro la diffusione del comunismo, aiutando attivamente e assistendo nella sconfitta dell’Armata Rossa nella prima guerra afgana, con gli Stati Uniti e l’Arabia Saudita che utilizzavano l’esercito pakistano per incanalare fondi e armi verso il Mujaheddin.

Il crollo dell’Unione Sovietica ha portato a grandi trasformazioni nelle relazioni internazionali. A loro avviso, Pakistan e Russia hanno seguito gli Stati Uniti e le riforme post-economiche si stanno avvicinando all’India. Verso la fine della presidenza di Boris Eltsin, Nawaz Sharif è diventato il primo leader pakistano a visitare Mosca.

Ma fu solo nel decennio successivo che la Russia di Putin, alla ricerca di nuovi mercati per il suo equipaggiamento militare, così come di nuovi partner internazionali, iniziò a costruire relazioni con il Pakistan. A quel punto, sono emersi seri disaccordi tra l’amministrazione Obama e il Pakistan, con l’uccisione di Osama bin Laden in un raid nascosto dei marines statunitensi ad Abbottabad in Pakistan come punto di svolta.

Russia – Pakistan – Cina

Nel 2011, tra lo shock di Nuova Delhi, la Russia ha revocato l’embargo sulle armi di quattro decenni al Pakistan e entro quattro anni il Pakistan avrebbe venduto i suoi primi elicotteri d’attacco MiG. Quando la sconfitta americana in Afghanistan ha cominciato a sembrare certa, entrambi i paesi hanno lavorato su una causa comune contro l’Afghanistan, con grande sgomento dell’India ancora una volta.

READ  HARRIS: L'apparizione congiunta di Biden-Harris non è riuscita a soffocare i rapporti di polemiche

Nel settembre 2016, dopo l’attacco di Jaish-e-Mohammed a Uri, la Russia ha proceduto a un’esercitazione militare congiunta con il Pakistan, ignorando l’appello di Nuova Delhi contro di essa. Nel 2017, con le relazioni tra India e Pakistan ai minimi storici, la Russia ha venduto più elicotteri al Pakistan.

E dopo l’annessione della Crimea nel 2014, la Russia ha trovato un amico in Cina, un vecchio amico del Pakistan, che ha triangolato la relazione.

Sia il Pakistan che la Russia partecipano alla Belt and Road Initiative cinese. Dopo che i talebani hanno preso il controllo dell’Afghanistan, il mondo ha visto i tre prendere posizioni comuni e il tacito riconoscimento dei reciproci interessi in quel paese.

Nuova Delhi e Mosca

Tuttavia, la Russia non è molto entusiasta delle sue relazioni con il Pakistan. Come dimostrato dal suo sostegno alla designazione di gruppi terroristici con base in Pakistan, compresi quelli che prendono di mira l’India come Jaish e il suo leader, e Lashkar-e-Taiba, la Russia ha opinioni chiare contro la sponsorizzazione dei terroristi da parte del Pakistan. Anche se la Russia sostiene il regime talebano, è preoccupata per l’estremismo islamico proveniente dall’Afghanistan e che appare nelle repubbliche dell’Asia centrale e ai margini del loro territorio.

Inoltre, sebbene le relazioni tra Russia e India non fossero quelle dei tempi dell’Unione Sovietica, entrambe le parti sono consapevoli della continuazione dei vantaggi reciproci. La Russia rimane il principale fornitore di armi dell’India e l’India ha rischiato di essere sanzionata dagli Stati Uniti quando ha acquistato il sistema di difesa missilistica russo S-400. Nuova Delhi non ha ancora permesso alle sue strette relazioni con gli Stati Uniti di alterare i suoi delicati equilibri sull’Ucraina problema.

READ  Spiegazione: chi è Yusaku Maezawa, il miliardario giapponese che trascorrerà 12 giorni sulla Stazione Spaziale Internazionale?

Imran e Putin

Imran incontrerà Putin giovedì. Sarà un’opportunità per le due parti di trasmettere i propri messaggi all’Occidente sulla costruzione di partenariati in un mondo che cambia, anche se potrebbero allontanarsi dal discutere direttamente del conflitto e concentrarsi maggiormente sulle relazioni economiche. Imran è accompagnato da una delegazione di ministri e consiglieri chiave.

Il Pakistan vuole che la Russia investa in un gasdotto da 2,5 miliardi di dollari dal porto di Karachi a Kasur nell’entroterra del Punjab e costruisca un gasdotto da 2,5 miliardi di dollari, anche se è improbabile che un tale gasdotto trasporti il ​​gas russo. Ma Mosca sembra essere più interessata alla possibilità di costruire un gasdotto di 1.800 km tra Turkmenistan, Afghanistan, Pakistan e India (TAPI), come ha affermato lo scorso luglio il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov.

Nonostante la dichiarata opposizione alla normalizzazione delle relazioni con l’India sul Kashmir, i funzionari pakistani hanno anche parlato del potenziale del TAPI, spingendo anche con i russi per un altro piano per un gasdotto tra il Kazakistan e il Pakistan.

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Post ‘Forse non sono così bravo’: Conte si interroga sul futuro del Tottenham
Next Post “Wonder Boy Collection” sta arrivando, oltre a nuove uscite e ultime vendite – TouchArcade