Apple ha cercato di assumere l’ex capo della ricerca di Google Ben Gomez

Quando Apple Inc. Cercando di assumere una nuova gestione per le sue suite Siri e AI, ha perseguito un paio di obiettivi di alto profilo: i massimi funzionari di Google che sovrintendono alla ricerca.

Apple ha attratto con successo uno di questi CEO: John Giannandrea, che è stato direttore della ricerca e dell’intelligenza artificiale di Google, assumendo la guida di Siri e del machine learning nel 2018. Questo è risaputo. Ma Apple a un certo punto ha anche cercato di nominare il vicepresidente senior per le ricerche di Gianandrea ed eventuale successore, Ben Gomez, secondo i documenti depositati dal Dipartimento di Giustizia nella sua causa antitrust in corso contro Google.

In un mandato di comparizione inviato ad Apple questa settimana, il Dipartimento di Giustizia ha chiesto al gigante della tecnologia con sede a Cupertino, in California, di consegnare i documenti relativi agli sforzi per assumere Gomez e Gianandrea.

La citazione ha rivendicato tutti i documenti, a partire dal 1 gennaio 2010, sui tentativi di reclutare dipendenti da Google, Bing di Microsoft Corp. e Yahoo! Inc. e DuckDuckGo “con esperienza o competenza nei servizi di ricerca su Internet o nella pubblicità di ricerca, tra cui: John Gianndrea e Ben Gomes”.

I rappresentanti di Apple e Google hanno rifiutato di commentare.

Il documento non dice quando Apple ha cercato di assumere Gomez, ma qualsiasi tentativo del genere non ha avuto successo. Gomez lavora ancora in Google in un ruolo che gestisce gli sforzi educativi della società di proprietà di Alphabet Inc.. Ha ricoperto la carica di Direttore della ricerca fino al 2020 dopo aver assunto il ruolo di Gianandrea quando ha lasciato il CEO di Apple.

READ  Ted Lasso è finito? Questo film sportivo di Bollywood è il film stimolante di cui hai bisogno

Gomez, che è entrato in Google nel 1999, è uno degli ingegneri più esperti dell’azienda e una figura fondamentale nel team di ricerca sin dai suoi inizi. Il tentativo di Apple di assumere Gomes suggerisce che l’azienda potrebbe avere l’ambizione di rivaleggiare con Google in modo più ampio nella ricerca.

Sebbene Apple non offra un motore di ricerca simile a Google, ha gradualmente ampliato la sua funzionalità di ricerca attraverso le funzionalità integrate nei sistemi operativi iPhone, iPad e Mac. I clienti Apple possono utilizzare l’assistente vocale Siri o il pannello di ricerca per ottenere informazioni e Apple Music, App Store e Maps hanno i propri motori di ricerca.

Ciò ha portato alla speculazione che Apple prevede di affrontare Google più direttamente nella ricerca. Ma un tale sforzo sarebbe un’impresa costosa e minaccerebbe i miliardi di dollari che Apple ottiene in pagamenti di royalty da Google. Negli ultimi 15 anni, Google è stato il motore di ricerca predefinito nel browser Web Safari di Apple.

Mentre la causa del Dipartimento di Giustizia è incentrata su Google, Apple è stata collegata al caso. La direzione ha accusato i concorrenti di operare come “una società” nella loro partnership di ricerca. – Bloomberg

Agapeto Vecoli

"Imprenditore. Freelance introverso. Creatore. Lettore appassionato. Ninja della birra certificato. Nerd del cibo."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Basi di bombardamento: il piano di Trump di ritirare le truppe statunitensi dall’Afghanistan lascia i social media in perdita | notizie dal mondo
Next Post Grazie a Loro Piana, la Juventus è la migliore squadra del calcio