Amnistia: i sopravvissuti allo stupro descrivono la schiavitù e le mutilazioni nel Tigray | Notizie di conflitto

Amnesty International ha affermato in un rapporto di 36 pagine che le forze etiopi ed eritree hanno violentato centinaia di donne e ragazze durante la guerra del Tigray, sottoponendo alcune di loro a schiavitù sessuale e mutilazioni.

Sulla base di interviste con 63 sopravvissuti, il rapporto (PDFLa pubblicazione di mercoledì getta nuova luce su un flagello già oggetto di indagine da parte delle forze dell’ordine etiopi, in cui almeno tre soldati sono stati condannati e altri 25 accusati.

Alcuni sopravvissuti hanno affermato di essere stati stuprati di gruppo durante la detenzione per settimane intere. Altri hanno descritto di essere stati violentati di fronte ai loro familiari.

Amnesty International ha affermato che alcuni hanno riferito di aver inserito oggetti tra cui chiodi e sassi nelle loro vagine, “causando danni permanenti e forse irreparabili”.

“È chiaro che lo stupro e la violenza sessuale sono stati usati come arma di guerra per infliggere danni fisici e psicologici durevoli a donne e ragazze in Tigray”, ha affermato il segretario generale di Amnesty International Agnes Callamard.

Centinaia sono stati sottoposti a un trattamento brutale volto a insultarli e disumanizzarli.

“La gravità e la portata dei crimini sessuali commessi sono particolarmente orribili, poiché si tratta di crimini di guerra e potenziali crimini contro l’umanità”.

“Ci hai violentati tutti”

L’Etiopia settentrionale è stata testimone di violenze da novembre dopo che il primo ministro Abiy Ahmed, premio Nobel per la pace 2019, ha inviato truppe nel Tigray per estromettere il partito di governo regionale, il Fronte di liberazione del popolo del Tigray.

Ha detto che questo passo è avvenuto in risposta agli attacchi del Fronte di liberazione del popolo del Tigray ai campi dell’esercito federale.

READ  L'Arabia Saudita rilascia due importanti attiviste per i diritti delle donne | notizie sui diritti umani

Con l’aggravarsi del conflitto, il bilancio delle vittime umanitarie è aumentato, mentre gli operatori umanitari lottano per raggiungere le popolazioni che ora sono inaccessibili. Attualmente, secondo le Nazioni Unite, 400.000 persone stanno affrontando condizioni simili alla carestia nel Tigray.

Amnesty International ha affermato che gli autori del presunto stupro includevano soldati governativi e forze della vicina Eritrea – che sostenevano Abi – così come forze di sicurezza e miliziani della regione etiope di Amhara.

Più di una dozzina di sopravvissuti hanno detto ad Amnesty di essere stati stuprati solo da eritrei, mentre altri hanno affermato che eritrei ed etiopi hanno lavorato insieme.

“Ci hanno violentato e fatto morire di fame. C’erano molte persone che ci hanno violentato durante i tour”, ha detto un sopravvissuto di 21 anni che ha riferito di essere stato trattenuto per 40 giorni.

“Eravamo circa 30 donne che sono state rapite… Siamo state tutte violentate”.

Amnesty ha osservato che la violenza sessuale è molto diffusa e mira a seminare paura e “umiliare” le vittime ei loro gruppi etnici.

Il gruppo ha affermato che soldati e milizie hanno spesso usato “insulti etnici, insulti, minacce e commenti degradanti”. Diversi sopravvissuti hanno detto che i loro stupratori hanno detto loro: “Questo è ciò che meriti” e “Sei disgustoso”.

Sono in corso le indagini

L’Agence France-Presse aveva precedentemente intervistato diversi sopravvissuti a stupri di gruppo da parte di soldati etiopi ed eritrei.

Mercoledì, Amnesty ha affermato che le strutture sanitarie del Tigray “hanno registrato 1.288 casi di violenza di genere da febbraio ad aprile 2021”, sebbene i medici abbiano notato che molti sopravvissuti non si sono fatti avanti.

READ  Gli Stati Uniti evacuano 200 alleati che hanno aiutato durante la guerra in Afghanistan e finanziano i loro visti | notizie dal mondo

Amnesty International ha affermato che i sopravvissuti hanno continuato a soffrire di significative complicazioni di salute fisica e mentale.

Mentre molti si sono lamentati di traumi fisici come “continua emorragia, mal di schiena, incapacità di muoversi e fistole”, altri sono risultati positivi all’HIV dopo essere stati stuprati, ha detto il gruppo.

A febbraio, il ministro delle donne etiope, Filsan Abdullah Ahmed, ha affermato che lo stupro è avvenuto “senza dubbio” nel Tigray. Da allora, una task force che ho istituito ha inviato un rapporto alla Procura della Repubblica.

Spetta alle forze dell’ordine determinare l’entità del problema e chi è responsabile, ha detto Filsan all’AFP martedì.

“Penso che stiano facendo del loro meglio… devono andare a studiare molto bene prima di capire chi ha commesso i crimini”.

Ma, ha aggiunto, “preferirei che si muovessero a un ritmo più veloce in modo da poter dire che giustizia è stata fatta e spero che sia fatta giustizia”.

A maggio, l’ufficio del procuratore generale ha dichiarato che tre soldati erano stati condannati per stupro e che altre 25 persone erano state accusate di “atti di violenza sessuale e stupro”.

Ha aggiunto che le indagini continuano.

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Nonostante il record di .500, i St. Louis Cardinals credono di essere rivali
Next Post A Time Traveler Since 2714 afferma che gli alieni atterreranno sulla Terra oggi