Amazon chiede il permesso di lanciare 4.500 satelliti per la connessione a Internet – Telco

Amazon.com chiede l’autorizzazione alle autorità di regolamentazione delle comunicazioni statunitensi per implementare più di 4.500 satelliti aggiuntivi come parte degli sforzi dell’azienda per fornire Internet a banda larga in aree prive di servizi ad alta velocità in tutto il mondo.

Amazon prevede di spendere almeno $ 10 miliardi per costruire 3.236 satelliti attraverso il suo progetto Project Kuiper. Nella tarda serata di giovedì, ha chiesto il permesso alla Federal Communications Commission (FCC) di inviare un totale di 7.774 satelliti per il progetto.

Lunedì, Amazon ha chiesto alla FCC il permesso di lanciare e lanciare due prototipi di satelliti entro la fine del 2022.

“Questi satelliti serviranno case, ospedali, aziende, agenzie governative e altre società in tutto il mondo, comprese le aree geografiche in cui non esiste una banda larga affidabile”, ha affermato Amazon nel suo documento.

“Sebbene la connettività sia migliorata a livello globale, solo il 51% della popolazione mondiale e il 44% della popolazione dei paesi in via di sviluppo sono online”, ha dichiarato la società.

Entro il 2020, la FCC ha approvato il progetto Project Kuiper per una serie di satelliti in orbita bassa per competere con la rete Starling sviluppata da SpaceX di Elon Musk.

Amazon si è scontrato con Musk, che di recente ha accusato il milionario di ignorare varie regole imposte dal governo.

I co-fondatori di Amazon Jeff Bezos e Musk sono concorrenti nel settore dei lanci spaziali privati. Blue Origin di Bezos ha contestato la decisione della National Aeronautics and Space Administration di assegnare un contratto di atterraggio sulla luna da 2,9 miliardi di dollari a SpaceX, ma un giudice ha respinto la sfida giovedì.

READ  La famosa pizzeria italiana "Eat Pray Love" apre quest'anno a New York City

SpaceX ha schierato più di 1.700 satelliti.

All’inizio di questa settimana, la FCC ha approvato la domanda di Boeing per lanciare e far funzionare 147 satelliti per fornire accesso a Internet a banda larga ad alta velocità.

Boeing ha chiesto per la prima volta alla FCC nel 2017 l’approvazione per localizzare la galassia in banda V di satelliti orbitanti per lo più a bassa Terra.

Boeing ha dichiarato questa settimana: “Molti orbiter guardano al futuro per le tecnologie satellitari. Con l’aumento della domanda di comunicazioni satellitari, sarà necessaria la diversità tra i regimi e le frequenze orbitali per soddisfare le esigenze uniche dei clienti”.

(David Shepherdson Report; Francis Kerry Editing)

Emanuele Schiavone

"Appassionato ninja della birra. Risolutore di problemi estremi. Pensatore. Appassionato di web professionista. Avido comunicatore. Piantagrane hardcore. "

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post La ‘Ndrangheta italiana è stata condannata ad anni di carcere in un massimo processo
Next Post La Cina lotta con la peggiore epidemia di Covid-19 dall’origine di Wuhan