Almeno 82 morti nell’incendio dell’ospedale Covid a Baghdad: Ministero dell’Interno

Baghdad: scoppiò un incendio a causa dell’esplosione di una bombola di ossigeno, uccidendo almeno 82 persone e ferendone 110 in un ospedale di Baghdad Che sono stati attrezzati per ospitare pazienti con Covid-19 e Ministero dell’Interno Lo ha detto il portavoce domenica.
“Abbiamo urgente bisogno di rivedere le misure di sicurezza in tutti gli ospedali per evitare che un incidente così doloroso si verifichi in futuro”, ha detto il portavoce Khaled Al-Muhanna alla televisione di Stato, annunciando il risultato.
L’incendio è scoppiato, oggi, sabato, nell’ospedale Ibn Al-Khatib nella regione del ponte di Diyala.
Ali Al Bayati è un membro IraqL’Alto Commissariato semi-ufficiale per i diritti umani aveva detto in precedenza che il bilancio finale delle vittime non era stato ancora annunciato ufficialmente, ma potrebbe essere compreso tra 30 e 45 morti.
I parenti degli ammalati si sono arrampicati sul fuoco per salvare i loro cari.
Un uomo in visita a suo fratello ha descritto persone che sono saltate fuori dalle finestre per scappare.
“Il fuoco si è propagato come carburante … ho portato mio fratello in strada vicino al checkpoint. Poi sono tornato (indietro) e sono salito da lì. All’ultimo piano, non è bruciato. Ho trovato una ragazza, e Ahmed Zaki ha detto che stava soffocando .. Circa 19 anni .. stava soffocando .. Stava morendo. ”
“L’ho messo sulla spalla e sono corso a terra. La gente saltava … I dottori sono caduti sulle macchine. Tutti stavano saltando. Sono salito da lì, ho preso le persone e sono sceso di nuovo”, ha detto Zaki.
Fonti mediche hanno detto che i pazienti sono stati trasferiti in altri ospedali. Ma molte famiglie erano ancora in ospedale per ore dopo lo spegnimento dell’incendio, non essendo riuscite a trovarle altrove.
primo ministro Mustafa Al-Kazemi Ha ordinato un’indagine.
Ha aggiunto: “Un simile incidente è una prova di negligenza, e quindi ho diretto un’indagine immediata e l’arresto del direttore dell’ospedale e dei responsabili della sicurezza e della manutenzione con tutti gli interessati fino a quando gli trascurati non saranno identificati e ritenuti responsabili”. Ha detto in una dichiarazione.
Il sistema sanitario in Iraq, sconvolto da decenni di sanzioni, guerre e abbandono, è stato messo sotto stress durante la crisi del Coronavirus. Il paese ha registrato un totale di 102.5288 infezioni, di cui 15.217 decessi ministero della Salute Ha detto sabato.
La situazione della sicurezza è migliorata negli ultimi anni, ma l’Iraq continua a subire violenze politiche, compresi gli attacchi missilistici delle milizie contro le forze straniere e l’insurrezione di basso livello dell’ISIS.
Gli incidenti derivanti dall’incuria e dalla distruzione delle infrastrutture hanno aggravato i problemi degli iracheni comuni.
Nel 2019, almeno 90 persone sono state uccise quando un traghetto sovraffollato che trasportava famiglie durante un picnic sul fiume Tigri nella città settentrionale di Mosul è affondato.
READ  La Cina costruirà laboratori più vitali durante un audit della struttura di Wuhan nel covid
Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Aspettando il wifi: il digital divide in Italia
Next Post La tragedia di Alberto Ascari, unico pilota italiano di Formula 1 ad aver vinto una Ferrari