All’ONU, il vaccino Covid dell’India è stato criticato in Occidente mentre difendeva il divieto di esportazione di grano

I mercati aperti non dovrebbero incoraggiare la discriminazione

Nuova Delhi:

Mercoledì l’India ha espresso preoccupazione per l’accaparramento di cereali e la discriminazione in mezzo a un “improvviso aumento” dei prezzi alimentari e ha avvertito l’Occidente che la questione non dovrebbe ostacolare i vaccini Covid-19, per i quali i paesi poveri hanno lottato anche per le dosi iniziali . Mentre i paesi ricchi hanno un surplus di ciò di cui hanno bisogno.

Il ministro di Stato per gli affari esteri Muralidaran ha affermato che il governo indiano ha riconosciuto l’improvviso aumento dei prezzi mondiali del grano che mette a rischio “la nostra sicurezza alimentare e la sicurezza dei nostri vicini e di altri stati vulnerabili”.

“È essenziale per tutti noi apprezzare adeguatamente l’importanza dell’equità, della convenienza e dell’accessibilità quando si tratta di cereali”, ha affermato.

Il Segretario di Stato per gli Affari Esteri è intervenuto alla riunione ministeriale sul Global Food Security Call to Action, presieduta dal Segretario di Stato americano Anthony Blinken sotto la Presidenza Usa del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite per il mese di maggio.

“Abbiamo già visto come questi principi siano stati trascurati nel caso dei vaccini Covid-19 a causa del costo esorbitante”, ha affermato Muralidaran. “I mercati aperti non devono diventare un argomento per perpetuare la disuguaglianza e promuovere la discriminazione”.

Muralidaran ha affermato che la decisione dell’India di limitare le esportazioni di grano garantirà che possa “realmente” rispondere a coloro che ne hanno più bisogno. “Ci impegniamo a garantire che tale impatto negativo sulla sicurezza alimentare sia effettivamente mitigato e che i gruppi vulnerabili siano mitigati da improvvisi cambiamenti nel mercato globale”, ha affermato.

READ  Il Pakistan affronta le accuse di sottovalutazione di indù e cristiani nell'ultimo censimento | notizie dal mondo

Il ministro ha anche evidenziato il “record di risultati” dell’India nell’aiutare i suoi partner in difficoltà, affermando che anche nel mezzo della pandemia di Covid-19 e dei conflitti in corso, il Paese non si è mai trovato disposto.

“Abbiamo fornito aiuti alimentari sotto forma di migliaia di tonnellate di grano, riso, legumi e lenticchie a diversi paesi, compresi i paesi vicini e l’Africa, per migliorare la loro sicurezza alimentare”, ha affermato, aggiungendo che alla luce del deterioramento. Situazione umanitaria in Afghanistan, l’India sta donando 50.000 tonnellate di grano alla sua popolazione.

Il 13 maggio, l’India ha imposto un divieto alle esportazioni di grano nel tentativo di controllare l’aumento dei prezzi in mezzo alla carenza di grano a causa dell’ondata di caldo torrido.

L’ordine serviva a tre scopi principali: garantire la sicurezza alimentare dell’India e controllare l’inflazione, aiutare altri paesi a far fronte ai deficit alimentari e mantenere l’affidabilità dell’India come fornitore.

Pur essendo stata informata della decisione, la direzione generale del commercio estero (DGFT) ha dichiarato la scorsa settimana che le esportazioni di grano sarebbero state consentite sulla base dell’autorizzazione concessa dal governo centrale. “Oltre a questo, il governo consentirà le esportazioni in base alle richieste di altri paesi”, ha aggiunto.

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Post Mesquite Heat Fire evacua 5.000 acri nella contea di Taylor | KTAB
Next Post Avatar: Contenuti esclusivi per PS5 di Frontiers of Pandora possibili grazie all’accordo con Sony