All’ombra del COVID, le sfide dalla Cina e dall’Afghanistan

Dopo quasi due anni di sconvolgimenti ha causato COVID-19, il mondo guarda alla vita dopo la pandemia. Uno sguardo a sei dure realtà che l’India ha dovuto affrontare sul fronte diplomatico nel 2021 e a sei sfide e opportunità future nel 2022.

L’ascesa dei talebani

L’uscita caotica degli Stati Uniti dopo 19 anni e il ripristino del controllo dell’Afghanistan da parte dei talebani hanno segnato un momento difficile per l’India.

New Delhi, che aveva avviato il processo di ricongiungimento, è stata finalmente costretta ad abbandonare le sue esitazioni ea prendere contatti pubblici. Mentre l’India ha messo in chiaro le sue linee rosse sull’estremismo e sui diritti delle minoranze e delle donne, ha espresso la sua disponibilità a fornire aiuti umanitari. L’anno scorso ha impegnato 80 milioni di dollari, oltre ai 3 miliardi di dollari degli ultimi due decenni. Ciò significa che New Delhi vede i talebani come un attore politico, seppellendo lo spettro del dirottamento dell’IC-814, anche se i talebani sono influenzati e persino controllati dall’establishment militare in Pakistan – che ha accolto con favore la presa del potere.

recensione di muscle china

Dopo un anno e mezzo di stallo al confine nel Ladakh orientale, il disimpegno delle due zone è ancora in vigore, mentre una più ampia de-escalation non è neanche lontanamente all’orizzonte.

In un mondo pieno di un’epidemia, la Cina ha mostrato la sua potenza nella regione indo-pacifica. Ai confini dell’India sono stati schierati bombardieri strategici a lungo raggio, si hanno notizie di costruzione di nuove piste e di dispiegamento di elicotteri e bombardieri nel Ladakh orientale. Nel recente passato, le marine o le milizie cinesi hanno speronato pescherecci vietnamiti, “stordito” le navi militari filippine e vessato le operazioni di trivellazione malesi. La Cina ha sollevato nuove rivendicazioni territoriali con il Bhutan e sta costruendo villaggi nelle aree di confine dell’Arunachal Pradesh.

“Ciò che è chiaro è che le decisioni di Pechino devono essere state prese ai massimi livelli per ragioni politiche e strategiche, non solo tattiche”, ha scritto su Foreign Affairs all’inizio di questo mese l’ex consigliere per la sicurezza nazionale indiana Shivshankar Menon.

Gli Stati Uniti sotto Biden

Dopo quattro anni di governo imprevedibile di Donald Trump, è subentrato il presidente degli Stati Uniti Joe Biden. Ha riportato gli Stati Uniti al tavolo mondiale tornando all’Accordo di Parigi sul clima e alle Nazioni Unite e alle sue agenzie.

Dal punto di vista dell’India, ha continuato le politiche dell’amministrazione Trump sulla Cina e ha fatto del confronto con Pechino un “lavoro 1” in politica estera. Gli Stati Uniti impongono dazi commerciali alla Cina, annunciano il boicottaggio delle Olimpiadi invernali e tengono il primo vertice dei leader del Quartetto – a cui ha partecipato il primo ministro Narendra Modi E hanno firmato il famoso accordo AUKUS con Regno Unito e Australia, per contrastare l’insistenza di Pechino.

READ  ucraina notizie dal vivo, notizie sulla russia - ucraina oggi, notizie sulla guerra in ucraina russia, notizie sulla crisi dell'ucraina, notizie sulla terza guerra mondiale

Ma sbrigati a uscire dall’Afghanistan e firmare AUKUS AFFAREIl che ha fatto arrabbiare la Francia, alleata degli Stati Uniti, e ha sollevato dubbi sulla credibilità di Washington. Essendo rimasta all’oscuro dei negoziati degli Stati Uniti con i talebani, l’India si trova ora a dover affrontare le ramificazioni diplomatiche e strategiche della presa del potere da parte dei talebani.

disordini nel quartiere

Dimostrazioni di massa hanno scosso il Myanmar dopo il colpo di stato militare del 1 febbraio. Aung San Suu Kyi è stata tra le principali persone arrestate dai militari all’indomani del golpe. L’India, che ha smesso di condannare il regime militare in Myanmar, ha ora iniziato a dialogare con il Tatmadaw durante la visita del ministro degli Esteri. Questo contatto è avvenuto dopo incidenti nel nord-est, dove il personale dell’esercito indiano è stato preso di mira dai gruppi ribelli.

Con il Pakistan, il 2021 è iniziato con una riaffermazione dell’impegno per un cessate il fuoco lungo la linea di controllo, ma la pace è stata sconvolta da attacchi di droni alla base aerea di Jammu a giugno, tentativi di infiltrazione e uccisioni di militanti pesantemente armati a settembre e attacchi mirati ai civili . In ottobre e novembre.

Modifica della politica di assistenza

Con la seconda ondata di infrastrutture mediche che ha travolto il Covid-19, Nuova Delhi ha iniziato ad accettare donazioni e aiuti da altri paesi, segnando un cambiamento nella politica dal dicembre 2004, quando il governo dell’UPA ha deciso di non accettare tali aiuti. L’India non ha avuto “problemi concettuali” nell’acquisto di apparecchiature legate all’ossigeno e medicinali salvavita dalla Cina, e anche i governi statali erano liberi di acquistarli da agenzie straniere.

Relazioni con la Russia

Il confronto con la Cina ha dimostrato l’importanza della Russia nei calcoli strategici dell’India. La Russia è uno dei principali fornitori di attrezzature per la difesa da sette decenni, nonostante la diversificazione negli Stati Uniti, in Francia, in Israele e in altri paesi. ma compra S-400 Metterà alla prova le relazioni dell’India con gli Stati Uniti e aumenterà la potenziale minaccia di sanzioni statunitensi una volta che questo sistema missilistico sarà dispiegato.

READ  L'aereo Boeing della Eastern Airlines con 132 persone a bordo si schianta, provocando un incendio in montagna

Il coinvolgimento della Russia in Afghanistan dopo la partenza degli Stati Uniti pone sfide anche all’India. Mosca è emersa come uno dei principali attori della regione e le sue relazioni con Pechino influenzano alcune delle sue decisioni.

Trattare con i talebani

Gli sforzi dell’India per coinvolgere gli attori regionali e globali sull’Afghanistan sono un tentativo di mettere piede nella porta, con il Pakistan che controlla le gru a Kabul attraverso i leader e i gruppi accuratamente selezionati dei talebani dell’agenzia di intelligence pakistana. I passi dell’India in questa direzione includono il coinvolgimento dei paesi dell’Asia centrale, la Russia e l’Iran nel dialogo a livello della NSA e l’invito a cinque leader dell’Asia centrale a partecipare alle celebrazioni della Festa della Repubblica, se si verifica in mezzo a una diffusione Omicron.

Islamabad non è dell’umore giusto per rinunciare a questo spazio strategico e ha tenuto colloqui con Stati Uniti, Cina, Russia e Stati del Golfo per aiutare il regime talebano consentendo aiuti umanitari.

L’India deve anche preoccuparsi degli eventi in Afghanistan che incoraggiano i gruppi estremisti in Kashmir e altrove.

…e con la Cina

La risposta strategica dell’India al confronto con la Cina è stata guidata dal pensiero che si doveva resistere al bullo, ma questo ha avuto un costo con i soldati che hanno sfidato il rigido inverno di due anni nel Ladakh orientale. Oltre i confini, Nuova Delhi avrà bisogno del sostegno continuo di partner tra cui Stati Uniti, Giappone, Australia, Francia, Germania e Regno Unito per contrastare la minaccia proveniente dalla Cina. Il secondo vertice quadripartito dovrebbe tenersi in Giappone nel 2022. La potenziale finestra di opportunità per aprire il confronto risiede nel vertice BRICS, che si terrà in Cina. Lo stallo al confine con Doklam è stato risolto pochi giorni prima del vertice di settembre 2017 a Xian (Cina).

L’ex ministro degli Esteri Vijay Gokhal ha scritto in The Long Game: “Man mano che la Cina diventa più potente, economicamente e militarmente, e cerca di stabilire la sua egemonia nell’Indo-Pacifico, gli interessi dell’India e della Cina inizieranno a scontrarsi tra loro, evidenziando più e altre questioni che potrebbero dover essere risolte durante i negoziati.

Pakistan: relazioni civili-militari

Un cambiamento importante si verificherà se il mandato del comandante dell’esercito pakistano, il generale Qamar Javed Bajwa, scadrà a novembre. Iniziate manovre su questa posizione, saranno messe alla prova le relazioni civili-militari. La concorrenza può portare a decisioni coraggiose che possono complicare la situazione nel quartiere. Anche ospitare il vertice SAARC è ambizioso Imran Khan Forse lo vuole sotto la sua cintura prima delle elezioni del 2023.

READ  Il CWG 2022 di Birmingham si conclude con una scintillante cerimonia di chiusura

India e vicini

Le sfide dell’India saranno solo esacerbate dalla crescente presenza della Cina nella regione. Oltre a corteggiare il regime guidato dai fratelli Rajapaksa in Sri Lanka e dai Tamil, la Cina è stata anche politicamente attiva in Nepal.

In uno studio del Carnegie India Research Center pubblicato nell’ottobre 2021, il ricercatore Deep Pal ha affermato: “Date le relazioni storiche, politiche e sociali dell’India con questi paesi, sembra esserci un limite a quanto può essere radicata la Cina”. Tuttavia, dice, l’equilibrio si sta gradualmente spostando verso la Cina, per il ruolo che può svolgere come partner di sviluppo oltre che come contrappeso alla potenza regionale, l’India.

Altre sfide includono il fatto che il 2022 è l’anno prima delle elezioni alle Maldive e in Bangladesh: la retorica anti-India di solito raggiunge prima delle elezioni nel vicinato.

Connettiti con il mondo

L’India ha invitato i leader dei paesi dell’Asia centrale – tre dei quali confinano con l’Afghanistan – per una parata per la Festa della Repubblica (che potrebbe dipendere dallo stato della pandemia). Entro la fine dell’anno, potrebbe essere il momento di prepararsi per il vertice del G20 nel 2023.

Il South Block monitorerà da vicino le elezioni presidenziali francesi di aprile e maggio e le elezioni di medio termine statunitensi di novembre.

Entrando nel suo secondo e ultimo anno al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite come membro non permanente, l’India vuole avere un impatto duraturo, proprio come ha fatto con la risoluzione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite sull’Afghanistan sotto la sua presidenza.

locale e straniero

Le elezioni negli stati ad alto rischio, compresi UP e Punjab, potrebbero significare alzare la retorica contro i vicini.

La politica interna dell’India, compreso il recente Dharam Sansad, ha portato a una certa perdita della sua reputazione a causa delle sue credenziali laiche, ei suoi vicini hanno sollevato preoccupazioni.

D’altra parte, i paesi della regione vedranno l’India come leader nella distribuzione di vaccini e aiuti economici come nel caso dello Sri Lanka e delle Maldive, e Nuova Delhi dovrà intensificare il suo gioco per eguagliare Pechino in tali sforzi. L’India potrebbe passare allo sviluppo delle capacità sui vaccini con la Quadruple Vaccine Initiative per l’Indo-Pacifico e oltre.

Domani: Tecnologia

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Post Vedi: Clemson segna in una folle partita di intercetto contro l’Iowa al Cheese-It Bowl
Next Post Una tigre è stata definita un vizio dopo che un uomo ha messo il braccio nello zoo di Napoli