Allergia o COVID? Come definisci la differenza

È primavera e per molti allergici significa inala, starnutisce e tossisce. La parte difficile quest’anno è distinguere le allergie da COVID-19. Come puoi distinguerli? Ci sono alcuni segni rivelatori: tosse, mal di gola, mancanza di respiro, affaticamento e perdita del gusto e dell’olfatto. È un segno familiare per chi soffre di allergie che la primavera è arrivata. Ma sono anche tutti sintomi del Coronavirus. Ci sono altri sintomi, dice Sandra Hong della Cleveland Clinic, il che significa che non è un’allergia. “Con i sintomi del Coronavirus, spesso sviluppano la febbre. Se hai la febbre, non è un’allergia. Se hai la diarrea, nemmeno questa è un’allergia. Questo è qualcosa di completamente diverso.” due è prurito “, dice Hong. Se gli occhi, il naso, la gola e le orecchie sono pruriginosi come un matto, è probabile che si tratti di un’allergia. Chiedi anche. Se soffri degli stessi sintomi ogni anno? Se la risposta è sì, è probabile che sia la sensibilità. Anche per quanto tempo soffri è un indizio. Di solito con il Coronavirus, i sintomi durano per due settimane. A volte potresti indugiare, ma di solito non ti piace la delicatezza in quanto possono essere mesi di fila e un’intera stagione. “Se sai di avere un’allergia primaverile, probabilmente sai cosa ti fa sentire infelice. Ma se qualcosa di nuovo mostra sintomi, gli esperti dicono che è una buona idea contattare un operatore sanitario, solo per sicurezza.

È primavera e per molti allergici significa inala, starnutisce e tossisce. La parte difficile quest’anno è distinguere le allergie da COVID-19.

READ  Cosmic 2-for-1: l'eclissi lunare totale di questa settimana si combina con una superluna

Come puoi distinguerli? Ci sono un paio di segni rivelatori.

Tosse, mal di gola, mancanza di respiro, affaticamento e perdita del senso del gusto e dell’olfatto. È un segno familiare per chi soffre di allergie che la primavera è arrivata. Ma sono anche tutti sintomi del Coronavirus.

Ci sono altri sintomi, dice la dottoressa Sandra Hong della Cleveland Clinic, tuttavia, ciò significa che non è un’allergia.

Ha detto: “Con i sintomi del Coronavirus, spesso sviluppano la febbre. Se hai la febbre, non sei allergico. Se hai la diarrea, anche questa non è un’allergia. Questo è qualcosa di completamente diverso”.

Questo contenuto viene importato da Twitter. Potresti riuscire a trovare lo stesso contenuto in un altro formato, oppure potresti essere in grado di trovare ulteriori informazioni, sul loro sito web.

Hong dice che il prurito è un altro buon modo per decifrarli. Se gli occhi, il naso, la gola e le orecchie sono pruriginosi come un matto, è probabile che si tratti di un’allergia.

Inoltre, chiediti se hai gli stessi sintomi ogni anno? Se la risposta è sì, è probabile che sia dovuto alla sensibilità.

Anche per quanto tempo soffri è un indizio.

Hong ha detto: “Di solito con il virus Corona, i sintomi durano per due settimane. A volte può essere persistente, ma di solito non assomiglia a un’allergia in quanto possono essere mesi di seguito e un’intera stagione”.

Se sai di avere un’allergia primaverile, probabilmente sai cosa ti fa sentire infelice. Ma se si verificano nuovi sintomi, gli esperti dicono che è una buona idea contattare un operatore sanitario, solo per sicurezza.

READ  Il paracetamolo è un analgesico associato ad un aumentato rischio di autismo e disturbo da deficit di attenzione e iperattività: uno studio

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Euro 2020: dubbi sulla partecipazione del centrocampista italiano Stefano Sensi
Next Post “Charlie Bit My Finger” scompare da YouTube dopo aver messo in vendita $ 760.000 in un’asta NFT