Alcaraz, Musetti e l’ultimo look “NextGen” per cambiare il vecchio ordine al Roland Garros-Sports News, Firstpost

Carlos Alcaraz si è qualificato per il sorteggio degli Australian Open a soli 17 anni all’inizio di questa stagione, e agli Open di Francia, ora 18, ha vinto la sua partita del primo turno questa settimana.

Lo spagnolo Carlos Alcaraz, 17 anni, ha ottenuto la sua prima vittoria agli Australian Open. AP

Parigi: La famosissima “Next Generation” finora non è riuscita a infrangere la presa di Rafael Nadal, Roger Federer e Novak Djokovic sui più grandi titoli del tennis, ma un nuovo gruppo di adolescenti spera di dimostrare di poter prendere il comando. Gioco.

Carlos Alcaraz si è qualificato per il sorteggio degli Australian Open a soli 17 anni all’inizio di questa stagione, e agli Open di Francia, ora 18, ha vinto la sua prima partita di questa settimana.

Gli appassionati di tennis stanno osservando da vicino i progressi dell’italiano Yannick Sener, ma anche il suo connazionale e compagno di squadra diciannovenne Lorenzo Mossetti sta minacciando di correre nella classifica mondiale.

Con Federer che compie 39 anni, Nadal che compie 35 anni giovedì e Djokovic che compie 34 anni, c’è una chiara possibilità per i membri più giovani della ATP Top 100 di affermarsi nei prossimi anni.

Ma lo stesso è stato detto in precedenza per artisti del calibro di Dominic Thiem, Alexander Zverev, Stefanos Tsitsipas e Daniil Medvedev.

Finora, però, l’unico giocatore di quel quartetto a vincere un Grande Slam è stato Tim agli US Open dell’anno scorso, quando l’austriaco aveva già 27 anni e sia Nadal che Federer mancarono e Djokovic inciampò pesantemente nel quarto round.

Lo spagnolo Alcaraz è nato nel 2003, lo stesso anno in cui Federer ha vinto il suo primo titolo importante a Wimbledon.

READ  Classifica Serie A: l'Inter si porta presto in vetta, la Juventus ripiega con Ronaldo inquieto in panchina

È già stato acclamato per la sua grandezza, battendo il record di Nadal diventando il più giovane vincitore della partita nella storia del Madrid Open il mese scorso.

Ha perso contro il suo illustre connazionale al secondo turno, ma Nadal era ottimista sul futuro dell’adolescente.

“Ha già un grande livello di tennis oggi, ma penso davvero che sarà un grande giocatore nel prossimo futuro”, ha detto il 20 volte campione del Grande Slam dopo aver sconfitto il giovane in due set.

Astri nascenti come Alcaraz e Musetti vengono sempre più plasmati in futuri campioni sin dalla più tenera età.

Alcaraz, che si è scaldato al Roland Garros vincendo il campionato Challenger di secondo livello in Portogallo per arrivare tra i primi 100, si è formato presso l’Accademia dell’ex numero uno del mondo Juan Carlos Ferrero.

Giovedì, in Georgia, affronterà il 28esimo seme Nikoloz Basilashvili.

“Dal momento in cui si sveglia fino a quando non si addormenta, cerchiamo di informare Carlos di tutti i suoi processi di recupero”, ha detto ad atptour.com Juango Moreno, il suo preparatore atletico.

Mentre i giocatori più giovani hanno tradizionalmente lottato nelle migliori partite di cinque set, Alcaraz è fiducioso di essere pronto a completare il tutto.

Ha detto dopo aver battuto Bernabé Zapata Miralles 6-3, 2-6, 6-1, 7-6 (7/4) a Parigi per almeno abbinare la sua carriera al secondo turno degli Australian Open.

Mussetti si è dichiarato nel tour ATP alla fine dello scorso anno, sconfiggendo Kei Nishikori e Stan Wawrinka sulla strada per l’Open d’Italia negli ottavi di qualificazione.

Ha iniziato la stagione nei campionati Challenger, ma da allora ha raggiunto le semifinali ATP, perdendo due volte contro Tsitsipas ad Acapulco e Lione.

READ  Euro 2020: dubbi sulla partecipazione del centrocampista italiano Stefano Sensi

13a testa di serie La sconfitta al primo turno di David Goffin contro il Roland Garros non è stata uno shock, poiché ha ottenuto la sua sesta vittoria in appena nove partite contro i primi 20 giocatori.

“Dimostra che appartengo a quel livello, ma c’è ancora molta strada da fare”, ha detto il numero 76 del mondo Mussetti, che si è allenato con Nadal prima del torneo, dopo aver battuto Goffin 6, quarto di finale del Grande Slam. 0, 7-5, 7-6 (7/3).

“Sicuramente allenarsi con Nadal è un’esperienza eccezionale che porterò dentro di me per sempre, ma ho adorato battere Goffin perché ho dimostrato la mentalità giusta, quella che ti porta lontano”.

Musseti sarà il favorito contro il giapponese Yoshihito Nishioka nel secondo turno di giovedì, mostrando quanto velocemente le sue azioni siano aumentate nonostante il suo primo debutto in un Grande Slam questa settimana.

Ravenna Bianchi

"Esperto di tv estremo. Fanatico della birra. Amichevole fan del bacon. Comunicatore. Aspirante esperto di viaggi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post WhatsApp U gira limitando le funzionalità dell’app agli utenti che non accettano modifiche alla privacy policy
Next Post La prima eclissi solare del 2021 mostrerà un “anello di fuoco” nel cielo