Air India ha tempo fino a metà luglio per contestare la causa di Cairn: rapporto

Kern ha affermato nella causa intentata presso la Corte Distrettuale degli Stati Uniti per il Distretto Meridionale di New York che il governo indiano controlla Air India al punto da “cambiare la vanità”. La compagnia ha affermato che il tribunale dovrebbe ritenere la compagnia aerea responsabile del lodo arbitrale.

La Corte Internazionale di Arbitrato, composta da tre membri e un giudice, nominata dall’India a dicembre all’unanimità, ha abolito retroattivamente il prelievo fiscale su Kern e ha ordinato il rimborso delle azioni vendute, la perdita dei profitti e il rimborso delle tasse per recuperare questa pretesa.

Il governo indiano, pur essendo stato coinvolto nel procedimento arbitrale per un periodo di quattro anni, non ha accettato la decisione e ha presentato un’istanza di “revoca” in un tribunale dei Paesi Bassi, sede dell’arbitrato.

Con Kern che cerca di recuperare il premio da entità statali come Air India, il governo ha affermato che avrebbe contestato qualsiasi applicazione.

Tre fonti informate hanno affermato che Air India aveva tempo fino a metà luglio per presentare ricorso contro la causa di Kern.

Hanno detto che la compagnia aerea, che è in fase di privatizzazione, probabilmente sosterrà che è un’entità separata e non è l’ego surrogato del governo indiano e non può essere costretta a pagare alcuna responsabilità al governo.

Un portavoce di Air India ha rifiutato di commentare la storia.

Cairn ha identificato 70 miliardi di dollari di beni indiani all’estero per possibile confisca per riscuotere il bonus, che ora ammonta a 1,72 miliardi di dollari al netto di interessi e sanzioni.

Le risorse identificate vanno da aerei Air India a navi appartenenti alla compagnia di navigazione indiana, proprietà di banche statali a spedizioni di petrolio e gas per unità di supporto alla produzione, hanno affermato le fonti.

READ  La Cina ha studiato l'arma del coronavirus nel 2015: rapporti

Questi beni si trovano in diverse giurisdizioni, hanno affermato, senza fornire ulteriori dettagli.

Kern intende trasferire i tribunali statunitensi a Singapore per sequestrare i beni in assenza del rifiuto del governo indiano di onorare un lodo arbitrale internazionale.

Una volta che Air India è stata riconosciuta dal tribunale come l’alter ego del governo indiano, Cairn può richiedere il sequestro o il sequestro dei suoi beni statunitensi come aerei, beni immobili e conti bancari per recuperare l’importo assegnato dal tribunale arbitrale.

La mossa è simile a un tribunale delle Isole Vergini britanniche che ha ordinato nel dicembre dello scorso anno l’uso di hotel a New York e Parigi di proprietà della Pakistan International Airlines per risolvere una causa contro il governo pakistano da parte di una compagnia di rame canadese-cilena.

Crystallex International Corp. ha intentato una causa simile per il sequestro di proprietà a Petroleos de Venezuela, SA (PDVSA), la compagnia petrolifera statale venezuelana, nel Delaware due anni fa, dopo che il paese latinoamericano non è riuscito a pagare alla società 1,2 miliardi di dollari. Un tribunale arbitrale ha ordinato il pagamento in luogo della confisca dei depositi d’oro 2011 detenuti e sviluppati dalla società.

Nel 2012, Elliott Management, un accorto hedge fund americano che possedeva obbligazioni argentine in difficoltà, ha sequestrato una nave della Marina argentina alta e velenosa.

Di recente, i tribunali francesi hanno stabilito che un creditore soffocante potrebbe sequestrare un aereo commerciale appartenente al governo del Congo-Brazzaville mentre era in servizio in un aeroporto francese, nonché 30 milioni di dollari da un conto bancario della compagnia petrolifera statale del paese.

READ  Il Qatar si impegna a $ 500 milioni per ricostruire Gaza | Notizie di Gerusalemme

Tuttavia, il governo indiano prevede di porre il veto a qualsiasi azione esecutiva introdotta da Kern.

“È normale per il governo indiano contestare tale appropriazione, ma per salvare i beni, potrebbe dover impegnare fondi pari al valore dei beni in qualche forma di sicurezza finanziaria come la garanzia bancaria. Il tribunale restituirà questa garanzia all’India se non è così. Trovano un vantaggio nel caso Kern. Ma la garanzia passerà a Kern se il tribunale riterrà che l’India non ha rispettato i suoi obblighi “, ha detto una fonte.

Il mese scorso, il ministero delle finanze ha affermato che il tribunale ha “esercitato impropriamente la propria giurisdizione su una controversia fiscale nazionale che la Repubblica dell’India non ha mai sottoposto e/o accettato di arbitrato”.

Il dipartimento ha definito la riorganizzazione del 2006 delle attività di Cairn in India per la quotazione nelle borse locali come “uno schema abusivo di evasione fiscale che è in flagrante violazione delle leggi fiscali indiane e priva quindi i presunti investimenti di Cairn di qualsiasi protezione ai sensi del Trattato bilaterale sugli investimenti India-Regno Unito”. “.

La società scozzese ha investito nel settore petrolifero e del gas indiano nel 1994 e un decennio dopo ha fatto un’enorme scoperta di petrolio nel Rajasthan. Nel 2006, le sue attività indiane sono state quotate alla Borsa del Bahrain. Cinque anni dopo, il governo ha approvato una legge fiscale retroattiva e le leggi Kern RRs 10247 crore più benefici e sanzioni per la riorganizzazione associata alla flottazione. Quindi lo stato ha confiscato e liquidato le rimanenti azioni di Cairn nell’entità indiana, ha trattenuto i dividendi e ha trattenuto i rimborsi fiscali per recuperare parte dell’ordine.

READ  Notizie GAFI Pakistan: il Pakistan continua a rimanere nella "lista grigia" del GAFI | notizie dal mondo

Cairn ha presentato ricorso contro il trasferimento presso un tribunale arbitrale dell’Aia, che a dicembre le ha assegnato 1,2 miliardi di dollari (più dimore R8.800 crore) più costi e benefici, che ammontano a 1,725 ​​milioni di dollari USA) R12.600 crore) a dicembre 2020.

La società, che in precedenza aveva affermato che la sentenza era vincolante e applicabile ai sensi del diritto internazionale dei trattati, da allora ha corteggiato i funzionari del governo indiano per ottenere il pagamento. Ma il governo non ha accettato di pagare.

Questa notizia è stata pubblicata dal feed dell’agenzia di stampa senza modifiche al testo. È cambiato solo il titolo.

partecipazione a Newsletter alla menta

* Inserisci un’email disponibile

* Grazie per esserti iscritto alla nostra newsletter.

Non perderti nessuna storia! Rimani connesso e informato con Mint. Scarica subito la nostra app!!

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post La legislazione sull'”economia circolare” è destinata ad avere un impatto enorme
Next Post Redmi Note 10S accelera il settore degli smartphone in India