Aggiornamento I rendimenti obbligazionari dell’Eurozona diminuiscono mentre l’economia globale si indebolisce

(Invia di nuovo, aggiorna i prezzi, aggiungi un preventivo)

Scritto da Harry Robertson e Stefano Ribaudo

LONDRA (Reuters) – I rendimenti obbligazionari dell’Eurozona sono scesi mercoledì dopo che i dati hanno mostrato la continua debolezza dell’economia globale, alimentando le speranze che le banche centrali possano frenare l’inflazione e fermare l’aumento dei tassi di interesse il prossimo anno.

I dati del sondaggio pubblicati mercoledì hanno mostrato che il rallentamento dell’attività economica nella zona euro è continuato ma moderato a novembre, sorprendendo gli analisti.

Un sondaggio separato pubblicato più avanti nella sessione ha mostrato che il settore privato statunitense ha assistito a un’ulteriore debolezza questo mese poiché l’inflazione e tassi di interesse più elevati hanno pesato sull’economia.

Ironia della sorte, i mercati hanno incoraggiato qualsiasi segnale di rallentamento dell’economia statunitense, e una crescita più debole probabilmente causerà un aumento dei tassi di interesse da parte della Fed.

Il rendimento dei titoli di Stato italiani a 10 anni è sceso di 15 punti base al 3,77%, il minimo dal 31 agosto.

Il rendimento del decennale tedesco è sceso di 5 punti base all’1,933% dopo aver trascorso la maggior parte della sessione al rialzo. I rendimenti si muovono inversamente ai prezzi.

Gli analisti hanno affermato che i dati dell’Eurozona migliori del previsto sono incoraggianti in quanto indicano che la Banca centrale europea potrebbe affrontare l’inflazione senza preoccuparsi troppo di una profonda recessione.

“La recessione non sarà così grave come temuto, quindi questo consentirà alle banche centrali di controllare l’inflazione”, ha affermato Antoine Buffet, chief interest rate strategist di ING.

I rendimenti a breve termine, più sensibili alle aspettative sui tassi d’interesse, hanno reagito meno delle obbligazioni a lungo termine. Molti analisti si aspettano un altro aumento dei tassi dalla Banca centrale europea il 15 dicembre, prima che la banca centrale prenda in considerazione un rallentamento.

READ  La vittoria dell'Italia a Euro 2020 sulla stampa mondiale

Il rendimento del titolo italiano a 2 anni è sceso di 4 punti base al 2,697%, mentre quello tedesco è salito di 4 punti base al 2,148%.

L’indice S&P Global Eurozone Purchasing Managers’ Index (PMI) è salito a 47,8 a novembre da 47,3 a ottobre, anche se è stato il quinto mese sotto la soglia di 50 che separa la crescita dalla contrazione. L’indagine è vista come un buon barometro della salute dell’economia.

“Il punto critico è che il PMI composito dell’Eurozona rimane al di sotto della soglia dei 50, confermando le aspettative che l’economia dell’Eurozona entrerà in una lieve recessione all’inizio dell’anno”, ha affermato Francesco Di Bella, analista dei prezzi di UniCredit.

“In questo contesto, un aumento dei tassi di 50 punti base a dicembre è del tutto possibile”, ha aggiunto. Tuttavia, i dati sull’inflazione della prossima settimana potrebbero continuare a modificare le aspettative del mercato sulle future mosse della BCE.

Negli Stati Uniti, i dati PMI di Standard & Poor’s hanno mostrato un brusco indebolimento dell’attività commerciale questo mese. Dati separati hanno mostrato che le richieste di disoccupazione settimanali sono state superiori al previsto.

La curva dei rendimenti tedeschi si è ulteriormente invertita e gli spread tra i rendimenti obbligazionari di base e quelli periferici si sono ridotti mercoledì.

Il divario tra i rendimenti dei Bund tedeschi a 10 e 2 anni era di -21 punti base, il minimo da oltre 14 anni.

Questa reazione indica aumenti della BCE a breve termine, ma indica anche che i mercati si aspettano tassi di interesse più bassi per un periodo più lungo.

Lo spread tra i rendimenti decennali italiani e tedeschi si è ridotto di 8 punti base, a 184 punti base.

READ  La Ferrari si trasforma in un chipman come CEO al centro dell'industria

Gli investitori esamineranno i verbali della riunione politica dell’1-2 novembre della Fed, prevista per mercoledì successivo, per ulteriori indizi sulla direzione politica.

(Segnalazione di Harry Robertson e Stefano Ribaudo; Montaggio di Toby Chopra)

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Post Il rover Mars Perseverance della NASA sta scavando alla ricerca di indizi per la ricerca della vita
Next Post Il nuovo comandante dell’esercito pakistano è il tenente generale Asim Munir