Aggiornamento 1- Dopo un lungo anno freddo, gli investitori stanno tornando in massa in Europa

*

Gli investitori azionari hanno pesato sull’Europa ai massimi su 11 mesi

*

Euro Stoxx ha battuto Standard & Poor’s di oltre 18 punti percentuali da settembre

*

L’euro è nella migliore performance per tre mesi dal 2011 rispetto al dollaro

*

Ma gli analisti avvertono che la geopolitica rimane la ‘spada di Damocle’.

(aggiunge i dati dell’attività aziendale nel terzo paragrafo, e il relativo grafico)

Scritto da Elon John e Danilo Masoni

MILANO/LONDRA (Reuters) – Una recessione europea di poche settimane fa sembrava un gioco da ragazzi, ma quel quadro è cambiato radicalmente e gli investitori stanno iniziando a investire denaro in azioni, valute e obbligazioni della regione.

Temperature più calde e impianti di stoccaggio del gas ben riforniti significano meno preoccupazioni per le carenze di energia e le bollette energetiche elevate. Questo, insieme alla riapertura in pareggio della sua economia cinese, promette di rilanciare l’economia europea orientata all’esportazione.

I dati pubblicati martedì, che mostrano che l’attività commerciale nell’eurozona è sorprendentemente tornata a una crescita modesta a gennaio, sono l’ultima indicazione che il rallentamento nel blocco potrebbe non essere così profondo come temuto.

JPMorgan ha alzato le sue previsioni per la crescita economica del primo trimestre nella zona euro all’1% da una contrazione dello 0,5%, facendo eco a una mossa simile di Goldman Sachs all’inizio di questo mese, e i dati di BofA Global Research di venerdì hanno mostrato il primo afflusso settimanale di denaro degli investitori . in fondi azionari europei in circa un anno.

I mercati raccolgono queste vibrazioni positive. L’euro è destinato a registrare il suo più grande guadagno di tre mesi rispetto al dollaro dal 2011, dopo essere salito di quasi il 10%.

READ  Quando la vita torna a com'era prima di COVID?

Le azioni europee hanno ampiamente sovraperformato le loro controparti statunitensi. L’Euro Stoxx ha sovraperformato la sua controparte statunitense, lo Standard & Poor’s 500, di oltre 18 punti percentuali da settembre. Morgan Stanley afferma che questa è la sua migliore performance in 20 anni rispetto a Wall Street.

“È una mossa molto grande nei prezzi del gas in Europa, e questo ha migliorato notevolmente le prospettive. La percezione è passata dal peggior tipo di deflazione, soprattutto per paesi come la Germania, a una potenziale recessione”, ha affermato Sammy Schar, capo economista di Lombard-Odier. a Ginevra.

“È difficile vedere qualcosa di negativo. Che si tratti di obbligazioni investment grade, azioni o euro, sono tutte ottime notizie”.

I futures sul gas naturale olandese, un punto di riferimento regionale, sono scesi al punto in cui si trovavano prima dell’invasione russa dell’Ucraina e sono scesi dell’80% rispetto al picco di agosto.

Gli investitori stanno investendo i loro soldi in azioni europee e riducendo l’esposizione a Wall Street, poiché le azioni di costose società tecnologiche subiscono un colpo dall’aumento dei prezzi.

In termini di valutazioni, le blue chip europee vengono scambiate a multipli di circa 13, rispetto a circa 20 per l’S&P 500, secondo i dati Refinitiv. Questo premio di 7 punti è ben al di sopra della media quinquennale di 1,5, indicando che le azioni europee sembrano convenienti rispetto agli Stati Uniti.

Roberto Lutici, portfolio manager di Banca Ifigest a Milano, ha recentemente venduto la sua posizione in Amazon per acquistare banche europee come Intesa, BNP o Santander e utilities.

Tuttavia, non tutti si sentono ottimisti.

Gli strateghi azionari europei di Bank of America, ad esempio, “si schierano contro la () visione del consenso”, ritenendo che la recente stretta monetaria, la più grave in quattro decenni, porterà a una recessione, che farà scendere le azioni.

READ  Intesa attende chiarezza sulle prospettive economiche dopo la previsione degli utili

Anche i tori autoproclamati stanno attenti.

Lutici di Banca Ephigist ha detto che la “spada di Damocle” della guerra in Ucraina è ancora sospesa sull’Europa.

“I bassi prezzi del gas sono certamente positivi, ma il loro rapido declino ci dice anche che possono aumentare altrettanto rapidamente se le cose vanno male. Gestisco i miei beni con molta attenzione”, ha detto.

Recupera alla grande

L’euro ha guadagnato il 15% rispetto al dollaro da un minimo di 20 anni a settembre di $ 0,9528, e alcuni analisti ritengono che abbia ancora molto da fare.

“L’Europa si sta riprendendo in grande stile”, ha affermato Jordan Rochester, uno stratega di NomuraFX. La sua banca si aspetta che l’euro raggiunga $ 1,10 entro la fine di gennaio e $ 1,16 entro la fine dell’anno.

Anche il miglioramento dell’economia europea sta spingendo gli afflussi verso il reddito fisso. Mentre l’impatto dei prezzi dell’energia più bassi sui titoli di stato “ha molte parti in movimento… quando si mette tutto insieme, diremmo che è rialzista”, ha affermato Richard McGuire, responsabile della strategia dei prezzi di Rabobank.

Da un lato, ha affermato, la bassa inflazione e la bassa necessità di emissione di debito per finanziare i sussidi energetici sono positivi per le obbligazioni, ma ciò deve essere valutato rispetto all’elevata crescita, che tende a danneggiare i tradizionali beni rifugio.

Il debito periferico europeo ne ha particolarmente beneficiato. Il rendimento del decennale italiano, il benchmark per gli emittenti non core dell’eurozona, è sceso di 87 punti base da inizio anno, sovraperformando il calo di 49 punti base per l’equivalente tedesco e il calo di 44 punti base per i rendimenti statunitensi che si muovono inversamente rispetto ai prezzi .

READ  l'India ospiterà il vertice del G20 nel 2023; Ain Joyal Sherpa Gathering

Anche il credito alle imprese ha registrato un aumento. Un indice del credito societario europeo attentamente monitorato ha registrato quest’anno un calo del rendimento di circa 50 punti base.

“Abbiamo decisamente sovraponderato il credito, e lo abbiamo fatto per la maggior parte in ottobre e novembre”, ha affermato David Zahn, responsabile del reddito fisso europeo presso Franklin Templeton.

“I mercati del credito in Europa hanno scontato una recessione, e quando pensi che una recessione sarà in qualche modo lieve, vuoi comprarla”.

(Segnalazione di Elon John a Londra e Danilo Masoni a Milano; Illustrazioni di Danilo Masoni; Montaggio di Bernadette Baum)

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Gli scienziati hanno scoperto un meteorite di 17 libbre in Antartide
Next Post “Era troppo vicino”: l’americano Mike Pompeo sulla possibilità di una guerra nucleare dopo l’attacco di Pulwama | ultime notizie india