Afghanistan: i leader talebani chiedono aiuto mentre incombe la crisi dei migranti | notizie dal mondo

Sabato, alti funzionari talebani hanno fatto appello all’aiuto internazionale per affrontare l’aggravarsi della crisi economica che ha alimentato i timori di un altro massiccio esodo di rifugiati dall’Afghanistan.

I commenti, in una riunione speciale in occasione della Giornata internazionale dei migranti delle Nazioni Unite, hanno evidenziato gli sforzi del nuovo governo islamico talebano per raggiungere la comunità internazionale, quattro mesi dopo aver preso il potere a Kabul.

Il vice ministro degli esteri del movimento, Sher Mohammad Abbas Stanikzai, ha affermato che è responsabilità di paesi come gli Stati Uniti, che hanno bloccato le riserve della banca centrale con miliardi di dollari, aiutare l’Afghanistan a riprendersi dopo decenni di guerra.

“L’impatto dei fondi congelati è sull’opinione pubblica, non sulle autorità talebane”, ha affermato alla conferenza, alla quale hanno partecipato rappresentanti dell’Organizzazione internazionale per le migrazioni e dell’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati.

Gli organismi delle Nazioni Unite stimano che milioni di afghani potrebbero morire di fame durante l’inverno senza assistenza urgente, ma gli aiuti sono stati ostacolati dalla riluttanza internazionale a trattare direttamente con i talebani, in parte a causa delle preoccupazioni sui diritti delle donne e sull’inclusione politica.

Il brusco ritiro degli aiuti esteri sulla scia della vittoria dei talebani ha mandato in tilt la fragile economia afghana. Milioni di persone sono senza lavoro e il sistema bancario funziona solo in parte.

“Se la situazione politica ed economica non cambia, ci sarà più immigrazione”, ha detto Stanikzai.

Gli Stati Uniti hanno emesso direttive che consentirebbero trasferimenti personali di denaro in Afghanistan, ma non hanno annullato il loro rifiuto di rilasciare 9 miliardi di dollari di riserve della banca centrale o revocare le sanzioni contro un certo numero di leader talebani.

READ  Covid-19: il Regno Unito è nelle prime fasi della terza ondata, teme uno scienziato senior

Il ministro degli Esteri talebano Amir Khan Muttaki ha incontrato sabato a Islamabad i rappresentanti del Comitato internazionale della Croce Rossa, in vista di una riunione dei ministri degli esteri dell’Organizzazione per la cooperazione islamica per discutere della situazione in Afghanistan.

Ha detto che i talebani hanno accolto le organizzazioni umanitarie internazionali e hanno assicurato che sarebbe stato loro permesso di operare senza ostacoli.

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Highland ha perso contro i campioni della Florida nella GEICO Cup
Next Post Apple Iphone 13 al prezzo di Rs 60.455 dopo aver scontato Rs 19.445; Come ottenere un affare su Flipkart Big Saving Days