A Wanaka è stato rivelato un enorme set cinematografico che include repliche da New York, Venezia e Parigi

Corbridge Estates, Wanaka, è stata acquisita da Silverlight Studios con l’intenzione di creare un parco cinematografico. Il team di Silverlight Studios composto da Jonathan Harding, a sinistra, Ra Vincent e Mike Wallis. Foto/ODT

La vastità di uno studio cinematografico pianificato alla periferia di Wanaka, che includerà repliche di New York, Venezia e Parigi, è stata rivelata nei piani presentati al governo.

Il team di Silverlight Studios composto da Mike Wallis, veterano di Weta Digital, Ra Vincent (Lo Hobbit e Jo Jo Rabbit), due volte candidato all’Oscar, e il contabile cinematografico Jonathan Harding, ha ottenuto l’approvazione del governo per richiedere l’approvazione rapida ai sensi della legislazione speciale Covid-19 all’inizio di questo mese. generale.

I piani di sviluppo da 280 milioni di dollari della società riguardavano il sito, a 3,5 chilometri dal confine di Wanaka pubblicato dall’Autorità per la protezione dell’ambiente dopo aver deciso questa settimana che la domanda era stata completata.

Il comitato di approvazione di esperti prenderà ora la decisione sulla sua approvazione.

La costruzione del parco cinematografico potrebbe creare 6.000 posti di lavoro in tutta la Nuova Zelanda, di cui 4.000 nella regione dei laghi di Queenstown, a partire dal prossimo anno, secondo i documenti di candidatura.

L’Economic Impact Assessment ha incluso che Silverlight Studios potrebbe aggiungere circa 1,7 miliardi di dollari all’economia della Nuova Zelanda nel suo primo periodo di 11 anni, inclusi 969 milioni di dollari nella sola area dei laghi di Queenstown.

La preparazione del sito e gli scavi di massa potrebbero iniziare il prossimo anno.

Un lago di 11 ettari al centro del sito sarà sviluppato nel 2023, così come un villaggio e una spiaggia italiani.

READ  Le battaglie dell'Italia hanno continuato ad affrontare sfide di stabilità politica

La costruzione della replica di Parigi inizierà nel 2024.

Seguirà a New York nel 2025 e la replica di Venezia concluderà il progetto di costruzione nel 2026.

Iscriviti a Premium

Il parco cinematografico includerà set cinematografici, strutture di post-produzione, una scuola di cinema, una sala cinematografica, un centro espositivo cinematografico e strutture di supporto, tra cui caffè, ristoranti, turismo e ospitalità, strutture per conferenze e punti vendita specializzati nel cinema.

I palchi sonori saranno supportati dagli uffici di produzione all’interno dell’Italian Village.

Nell’ambito della componente turistica verranno utilizzati un borgo medievale, un municipio e un borgo lacustre.

L’app afferma che risiedere sul posto consentirà a Silverlight Studios di funzionare come una “bolla” autonoma, se necessario.

Gli edifici del Sound Theatre raggiungeranno i 17 metri e gli skyline di Venezia, Parigi e New York City raggiungeranno i 14 metri.

L’app afferma che la replica del sito cinematografico più utilizzato al mondo, Central Park a New York, coprirà 50.000 metri quadrati e, sebbene le cime degli alberi possano essere visibili dall’autostrada statale, si fonderanno con il rifugio situato in tutto il sito. .

Dice che la crescente domanda globale ha spinto i servizi di streaming concorrenti a produrre più spettacoli per rimanere pertinenti e mantenere il pubblico.

Ma c’è stata una carenza di spazio in studio in tutto il mondo, con i “Big Five” di Amazon, Apple, Netflix, Disney e HBO che si contendono lo spazio e prendono contratti di locazione a lungo termine per produrre le loro varie serie.

I documenti rivelano i piani di Silverlight Studios per una società di produzione cinematografica internazionale di assumere l’uso principale del parco cinematografico con un contratto di locazione di 10 anni, con produzioni successive che ruotano attraverso i vari spazi a loro disposizione.

READ  Accessori da viaggio Il marchio Phoenx abbraccia i principi dell'economia circolare - WWD

I numeri dovrebbero raggiungere 35 attori e 700 membri della troupe su un progetto di medie dimensioni durante la produzione.

I documenti dicono che si stima che l’85 percento dei dipendenti in un dato anno dovrebbe provenire dall’interno della regione, con circa il 15 percento proveniente dall’estero.

Ma con la prospettiva di un ciclo regolare di progetti, ci si aspettava che molti membri dell’equipaggio si trasferissero definitivamente a Otago.

Una conseguenza indesiderata del cinema, suggerita dall’app, è che, nonostante i significativi impatti economici positivi a Wanaka e nella regione più ampia, la proposta potrebbe portare a prezzi più alti e a una minore disponibilità di proprietà residenziali per l’acquisto o l’affitto nelle vicinanze.

Tuttavia, afferma che questi effetti dovrebbero diminuire nel medio-lungo termine man mano che il mercato si muove per soddisfare la domanda.

Nel complesso, la valutazione afferma che gli effetti positivi dello sviluppo supereranno gli effetti negativi sulla comunità più ampia.

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Paris Hilton vuole Britney Spears come ospite in un programma di cucina: intervista – Hollywood Life
Next Post Nass Academy pubblica un rapporto sulla controversia Wang-Ode-Manila Bulletin