4 professori universitari dell’Associazione dell’Asia meridionale per la cooperazione regionale (SAARC) sospesi per “cattiva condotta”, accusati di “incitamento alla protesta studentesca”

4 professori universitari dell’Associazione dell’Asia meridionale per la cooperazione regionale (SAARC) sospesi per “cattiva condotta”, accusati di “incitamento alla protesta studentesca”

I quattro professori sospesi sono Snehashish Bhattacharya (College of Economics), Srinivas Bora (College of Legal Studies), Irfanullah Farooqui (College of Social Sciences) e Ravi Kumar (College of Social Sciences).

La lettera di commento, datata 16 giugno, è stata letta da ThePrint. Cita le “sezioni 7.8 e 38” dello statuto della SAU, che danno al rettore dell’università il potere di sospendere i professori per cattiva condotta.

Un’ulteriore indagine era in corso, dice la lettera, e ordinava ai quattro “di non lasciare la stazione senza permesso, lasciare i loro uffici, restituire computer desktop e carte d’identità e registrare la loro presenza in tutti i giorni lavorativi presso gli uffici dei loro presidi”.

ThePrint ha contattato i professori sospesi per un commento, ma tutti hanno rifiutato. Uno di loro – che ha rifiutato di essere nominato – ha appena detto che stavano cercando un parere legale.

ThePrint ha contattato il cancelliere SAU Muhammad Abu Al-Aish e l’addetto alle pubbliche relazioni per un commento via mail mercoledì mattina. Il rapporto verrà aggiornato una volta ricevuta una risposta.


Leggi anche: Mentre le proteste della Sark University continuano, le ambasciate intervengono e mettono in guardia gli studenti contro la deportazione


Cosa è successo in SAU

La SAU è stata istituita nel 2010 dagli otto Stati membri della SAARC – India, Afghanistan, Bangladesh, Bhutan, Maldive, Nepal, Pakistan e Sri Lanka – per promuovere la cooperazione regionale nel campo dell’istruzione. Offre programmi post-laurea e dottorato.

Nel novembre 2022 gli studi all’università sono stati sospesi a causa di Proteste studentesche su una serie di questioni.

Nell’agosto dello scorso anno, quando è iniziata la nuova sessione accademica, SAU ha ridotto lo stipendio mensile per i programmi di master a 4.000 rupie da 5.000 rupie. I funzionari dell’università hanno detto a ThePrint lo scorso novembre che lo stipendio è stato ripristinato dopo le proteste iniziate a ottobre, ma che gli studenti hanno chiesto un altro aumento.

READ  Bombardiere di Kabul deportato dall'India 5 anni fa: rivista con link all'ISIS

Un altro requisito importante era una migliore rappresentanza dei dipartimenti di scienze sociali nelle posizioni amministrative e nelle celle di ricorso. Tuttavia, l’università ha negato di avere un pregiudizio nei confronti dei dipartimenti scientifici e ha affermato che “a diversi membri di facoltà non scientifiche sono state offerte determinate posizioni amministrative, ma non hanno fatto domanda per la guida”.

SU 4 novembreL’università ha chiamato la polizia per aiutare a disperdere la protesta. Due degli studenti sono stati successivamente espulsi e tre sospesi.

Poi gli studenti hanno iniziato uno sciopero della fame a tempo indeterminato. Quando alcuni studenti iniziarono ad ammalarsi, l’amministrazione Ho raggiunto fuori Con le missioni diplomatiche dei paesi dell’Associazione dell’Asia meridionale per la cooperazione regionale.

La protesta è stata infine annullata a dicembre durante la pausa invernale.

Il college scrive alla SAU in difesa degli studenti

Parlando con ThePrint, la facoltà della SAU ha dichiarato in condizione di anonimato di aver “ripetutamente” chiesto all’università di avviare un dialogo e di istituire un comitato per esaminare i reclami degli studenti.

Tredici membri della facoltà hanno protestato contro la decisione dell’università di coinvolgere la polizia in una lettera all’amministrazione.

“Dato il carattere internazionale dell’università e le potenziali ripercussioni negative di tale azione, questa dovrebbe essere accuratamente evitata a prescindere da motivazioni contingenti”, hanno scritto.

In una seconda lettera, datata 5 novembre, 15 membri della facoltà hanno definito arbitraria la sospensione degli studenti e hanno affermato che i provvedimenti sono stati “intrapresi senza un giusto processo legale”.

“Violano in modo flagrante le Regole preventive così come altre regole, regolamenti e statuti della SAU e violano i principi della giustizia naturale”, hanno scritto.

READ  Imran Khan inizia il grande rally

I quattro professori sospesi erano tra i docenti che hanno scritto all’amministrazione universitaria.

Secondo la facoltà, a dicembre è stato inviato un avviso ai quattro, sostenendo che erano coinvolti nell’incitamento alla protesta studentesca e al finanziamento di un “seminario marxista”.

Il 30 dicembre 2022, cinque docenti hanno ricevuto avvisi dall’amministrazione universitaria che chiedeva loro di rispondere a diverse accuse, tra cui la scrittura di lettere alla comunità universitaria per mettere in discussione alcune decisioni amministrative relative a proteste studentesche, incitamento degli studenti a protestare e mancato corretto svolgimento Un membro della facoltà ha detto: “I doveri e il rispetto delle regole e dei regolamenti universitari e l’associazione con un circolo di studio marxista”.

Dopo aver presentato le loro risposte scritte, ha detto la facoltà, a marzo è stato istituito un comitato di accertamento dei fatti per esaminarlo. A quattro dei cinque professori è stato quindi chiesto di visitare il campus il 16 maggio per presentarsi all’amministrazione e fornire ulteriori spiegazioni.

Un membro della facoltà che ha familiarità con la questione ha affermato che il college non era a conoscenza della formazione del comitato d’inchiesta.

Il membro della facoltà ha aggiunto: “I professori sono stati chiamati e hanno chiesto di fornire una risposta scritta a circa 200 domande in un giorno. Non solo è poco pratico, ma è anche inaudito nei circoli accademici.

“Questi professori sono stati insultati semplicemente per aver mostrato preoccupazione per il benessere degli studenti e la reputazione dell’università”.

(Montaggio di Sunanda Ranjan)


Leggi anche: Mesi di protesta, 4 incontri, ma l’Università SAARC ei suoi studenti non riescono a uscire dall’impasse


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *