20 palestinesi uccisi nei combattimenti, inclusi 9 bambini

Funzionari sanitari palestinesi nella Striscia di Gaza hanno affermato che 20 persone, inclusi nove bambini, sono state uccise nei combattimenti con Israele.

Ciò ha reso il bilancio delle vittime uno dei giorni più sanguinosi nei combattimenti in diversi anni.

Il ministero della Salute non ha fornito una ripartizione delle cause dei decessi. Almeno sette membri di una famiglia, compresi tre bambini, sono rimasti uccisi in un’esplosione nel nord di Gaza di origine sconosciuta.

L’esercito israeliano ha detto di aver bombardato una serie di obiettivi di Hamas in risposta al continuo lancio di razzi da Gaza. Ha aggiunto che otto militanti sono rimasti feriti.

Lunedì i militanti di Hamas hanno lanciato dozzine di razzi su Israele, inclusa una raffica di razzi che ha innescato sirene fino a Gerusalemme dopo che centinaia di palestinesi sono stati feriti negli scontri con la polizia israeliana in un sito religioso molto teso nella contesa città santa.

L’attacco in prima serata a Gerusalemme ha intensificato le tensioni già crescenti in tutta la regione, dopo settimane di scontri tra la polizia israeliana e i manifestanti palestinesi che hanno minacciato di trasformarsi in un conflitto più ampio.

L’esercito israeliano ha risposto con attacchi aerei su Gaza, uccidendo almeno due persone. Il primo ministro Benjamin Netanyahu ha avvertito di un’operazione aperta contro i leader di Hamas nella Striscia.

Razzi lanciati dalla Striscia di Gaza verso Israele, lunedì maggio. 10, 2021 (foto AP)

In un discorso degli attivisti, Netanyahu ha accusato Gaza di aver oltrepassato la linea rossa con l’ultimo lancio di razzi e ha promesso una risposta dura.

“Chi ci attacca, pagherà un prezzo altissimo”, ha detto, avvertendo che i combattimenti potrebbero “continuare per qualche tempo”.

A Washington, l’addetto stampa della Casa Bianca Jane Psaki ha detto che l’amministrazione, compreso lo stesso presidente Joe Biden, aveva monitorato le violenze.

“Abbiamo serie preoccupazioni per la situazione, compresi i violenti scontri a cui abbiamo assistito negli ultimi giorni”, ha detto ai giornalisti. L’ambasciata americana in Israele ha detto che il lancio di razzi è “inaccettabile”.

L’esercito israeliano ha detto che più di 50 razzi sono stati lanciati contro Israele per tutta la sera, la maggior parte dei quali ha preso di mira città nel sud di Israele vicino al confine.

READ  Catturato dalla telecamera: uomini molestano un giornalista americano, dicendo "Sei sexy come f**k" | Notizie virali

Il portavoce militare, il tenente colonnello Jonathan Conricus, ha detto che sei missili hanno preso di mira Gerusalemme, a circa 100 km e 60 miglia di distanza. Si ritiene che sia il primo attacco missilistico alla città dalla guerra del 2014.

I palestinesi evacuano un ferito durante gli scontri con le forze di sicurezza israeliane di fronte alla Moschea della Cupola della Roccia nel Monte del Tempio nella Città Vecchia di Gerusalemme lunedì 10 maggio 2021 (Foto AP)

Poco dopo il suono delle sirene, a Gerusalemme si sono udite esplosioni. Uno dei missili è atterrato nella periferia occidentale della città, provocando lievi danni a una casa e provocando un incendio nella boscaglia. L’esercito israeliano ha detto che un missile è stato intercettato e gli altri sono atterrati in aree aperte.

Israele ha risposto con attacchi aerei su obiettivi di Hamas in tutta Gaza. Funzionari sanitari hanno riportato un totale di nove morti, tra cui due persone uccise in un attacco aereo e sette membri della famiglia, tra cui tre bambini, che sono stati uccisi in un’esplosione separata nella città settentrionale di Beit Hanoun. Non è stato immediatamente chiaro se l’esplosione fosse stata causata da un attacco aereo o da un missile difettoso.

Ashraf al-Masry, un membro della famiglia, ha detto che è avvenuta un’esplosione all’esterno della casa.

Ha detto: “Non sappiamo da dove provenga”. “Stiamo cercando di seppellire i bambini, ma la situazione è difficile a Beit Hanoun e abbiamo paura di lasciare le nostre case”.

L’esercito israeliano ha detto che un civile israeliano nel sud del paese è stato leggermente ferito quando un veicolo è stato colpito da un missile anticarro proveniente da Gaza.

Scontri tra palestinesi all’interno della Moschea di Al-Aqsa e le forze di sicurezza israeliane nella Moschea di Al-Aqsa nella Città Vecchia di Gerusalemme lunedì 10 maggio 2021 (Foto AP)

Abu Ubaida, portavoce dell’ala militare di Hamas, ha detto che l’attacco a Gerusalemme è avvenuto in risposta a ciò che ha descritto come “crimini e aggressioni israeliani” nella città. Ha detto: “Questo è un messaggio che il nemico deve capire bene”.

Ha minacciato ulteriori attacchi se le forze israeliane fossero tornate al Monte del Tempio o avessero effettuato sgomberi programmati di famiglie palestinesi da un quartiere di Gerusalemme est.

READ  "Voce d'impatto dei BRICS per le economie emergenti": il Primo Ministro Modi al Summit

In precedenza, la polizia israeliana, che ha sparato gas lacrimogeni, bombe sonore e proiettili di gomma, si è scontrata con le pietre nel famoso complesso, che è il terzo luogo più sacro dell’Islam e considerato la più santa delle religioni ebraiche. Le tensioni nel sito sono state la causa di prolungati periodi di violenza in passato, comprese le recenti rivolte palestinesi. Non era chiaro se i disordini attuali si sarebbero intensificati o svaniti nei prossimi giorni.

Un fotografo dell’Associated Press sul posto ha detto che più di 12 lacrimogeni e granate assordanti sono atterrati nella moschea mentre incontravano polizia e manifestanti all’interno del complesso murato. Il fumo si alzava di fronte alla moschea dalla cupola dorata e al mausoleo del sito, e le rocce erano sparse nella piazza adiacente. All’interno di un’area del complesso, tappeti a motivi geometrici e detriti erano disseminati sul pavimento.

Scontri tra palestinesi all’interno della Moschea di Al-Aqsa e le forze di sicurezza israeliane nella Moschea di Al-Aqsa nella Città Vecchia di Gerusalemme lunedì 10 maggio 2021 (Foto AP)

Secondo la Mezzaluna Rossa palestinese, più di 300 palestinesi sono rimasti feriti, inclusi 228 che si sono recati in ospedali e cliniche per cure. La polizia ha detto che 21 agenti sono rimasti feriti, compresi tre ricoverati in ospedale. I medici israeliani hanno detto che anche sette civili israeliani sono rimasti feriti.

In un apparente tentativo di evitare ulteriori scontri, le autorità israeliane hanno modificato il percorso pianificato per la marcia degli ebrei ultranazionalisti attraverso il quartiere musulmano della Città Vecchia per celebrare la Giornata di Gerusalemme, che celebra la conquista israeliana di Gerusalemme est.

Lo scontro di lunedì è stato l’ultimo dopo settimane di scontri quasi notturni tra palestinesi e forze israeliane nella Città Vecchia di Gerusalemme, il centro emotivo della loro lotta, durante il mese sacro del Ramadan. Il mese tende ad essere un periodo di accresciute sensibilità religiose.

Recentemente, le tensioni sono aumentate a causa del previsto sgombero di dozzine di palestinesi dal quartiere di Sheikh Jarrah a Gerusalemme Est, mentre i coloni israeliani hanno combattuto una lunga battaglia legale per sequestrare le proprietà.

READ  Vaccino COVID-19 - Il Fondo monetario internazionale presenta un piano da 50 miliardi di dollari che potrebbe vaccinare tutti entro la metà del 2022

La Corte Suprema israeliana ha rinviato lunedì una sentenza chiave nel caso, citando le circostanze.

Negli ultimi giorni, centinaia di palestinesi e dozzine di agenti di polizia sono rimasti feriti negli scontri dentro e intorno alla Città Vecchia, inclusa la Sacra Moschea, nota agli ebrei come il Monte del Tempio e ai musulmani come il Nobile Santuario.

Le tensioni a Gerusalemme hanno minacciato di riverberarsi in tutta la regione e arrivare in una fase cruciale della crisi politica israeliana dopo che Netanyahu non è riuscito a formare una coalizione di governo la scorsa settimana. I suoi oppositori stanno ora costruendo un governo alternativo.

Prima dell’attacco missilistico di lunedì su Gerusalemme, i militanti palestinesi hanno lanciato diverse raffiche di razzi nel sud di Israele. I manifestanti alleati di Hamas hanno lanciato dozzine di palloni incendiari contro Israele, provocando incendi in tutta la parte meridionale del paese.

Hamas, un gruppo islamista militante che cerca di distruggere Israele, ha combattuto tre guerre con Israele da quando ha preso il potere a Gaza nel 2007. Il movimento ha un enorme arsenale di razzi e missili in grado di colpire quasi ovunque in Israele.

Le azioni israeliane a Gerusalemme sono state oggetto di crescenti critiche internazionali.

Il Consiglio di sicurezza dell’ONU ha deciso lunedì di tenere consultazioni chiuse sulla situazione. Gli Stati Uniti e l’Unione europea hanno espresso la loro profonda preoccupazione per i disordini a Gerusalemme e hanno esortato Israele a ridurre la situazione e a non effettuare le evacuazioni pianificate. Anche gli alleati arabi di Israele, insieme alla Turchia, hanno condannato le azioni di Israele.

Netanyahu ha respinto le critiche lunedì, dicendo che Israele era determinato a garantire i diritti di culto per tutti e che questo “richiede di tanto in tanto di alzarsi e alzarsi con forza come stanno facendo ora la polizia israeliana e le nostre forze di sicurezza”.

Nella guerra in Medio Oriente del 1967 in cui Israele occupò Gerusalemme Est, conquistò anche la Cisgiordania e la Striscia di Gaza. E in seguito annesse Gerusalemme Est e considera l’intera città la sua capitale. I palestinesi cercano di stabilire il loro stato in futuro nelle tre regioni, con Gerusalemme est come capitale.

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Holy Water: account miracolosi e dati proxy raccontano una storia sul clima
Next Post Notizie sportive oggi: cosa devi sapere