WhatsApp: quali saranno le prossime novità?

Conosci WhatsApp? È l’applicazione di messaggistica più utilizzata al mondo. È di proprietà Facebook dal 2014 (acquisita per la modica cifra di 19 miliardi di dollari) e continua a vedere crescere il numero dei suoi utenti, soprattutto da quando ad inizio 2016 è tornata ad essere un’applicazione gratuita rimuovendo il canone annuale – promettendo che sarà gratis per sempre.

Grande curiosità da parte degli utenti – e degli appassionati del Web 2.0 – è riservata agli aggiornamenti dei prodotti, ovvero a tutte quelle che sono le nuove funzionalità in arrivo su app e software. Da questo meccanismo di grande curiosità non è certamente esclusa WhatsApp, ed un modo per conoscere quelle che potrebbero essere le novità in arrivo per WhatsApp, così come per molte app e software, è il monitoraggio della versione beta non definitiva, in cui vengono testate spesso le future funzionalità.

Nelle ultime ore sono state pubblicati diversi report contenenti immagini provenienti proprio dalla versione beta di WhatsApp, che ci danno modo di conoscere alcune delle feature che WhatsApp potrebbe ricevere nei prossimi mesi. Si tratta sostanzialmente di tre novità: Recall, Edit, e Live Location Tracking. Non inganni il nome Recall, non si tratta di una funzione per chiamare un utente a cui non abbiamo risposto, piuttosto della possibilità di richiamare, letteralmente, un messaggio una volta che lo si è già inviato. La condizione necessaria è che il destinatario non abbia letto il messaggio stesso, ed in quel caso è possibile cliccare sul messaggio in questione all’interno della conversazione e annullarne sostanzialmente l’invio. Non resterà nessuna traccia nella conversazione, il destinatario non avrà mai accesso al suo contenuto a meno che, come già accennato, non abbia già visualizzato la chat: in quel caso non c’è niente da fare.

La seconda funzionalità, Edit, riguarda come ci dice il nome stesso la possibilità di modificare un messaggio già inviato. La condizione per poter utilizzare questa funzione su WhatsApp è la medesima di Recall, ovvero che il destinatario non abbia ancora visualizzato il messaggio stesso. Basterà cliccare sul messaggio e sarà possibile aprire un menù a tendina con il pulsante per la modifica del testo.

La terza ed ultima funzionalità, Live Location Tracking, è quella che personalmente trovo più interessante. Si tratta della possibilità di monitorare in tempo reale la posizione dei contatti che fanno parte di una conversazione di gruppo su WhatsApp. Quale utilità avrebbe una funzione del genere, ti starai chiedendo. Beh, pensa per esempio se tu ed i tuoi amici avete appuntamento a luogo e ora ben precisi. Con questa funzionalità puoi verificare dove gli altri sono posizionati e se credere al loro “Sto arrivando” o andare via.

Tutte le funzionalità in oggetto sono disattivate di default secondo quanto apprendiamo da Phone Arena, perciò dovrebbero essere attivate appositamente dagli utenti. Non sappiamo ancora quando e se effettivamente tali nuove funzioni arriveranno sulla versione ufficiale di WhatsApp, ma se così fosse dovrebbero passerebbero almeno alcune settimane.

whatsapp

Fonte immagine: Desiree Catani https://www.flickr.com/photos/desireecatani/

Come funziona WhatsApp beta?

Il team di sviluppatori è sempre all’opera per migliorare l’app stessa. Qualora non lo sapeste, non esiste solo la versione di WhatsApp che trovate sugli store digitali (potete scaricarla cliccando direttamente su questi link verso App Store, Google Play o Windows Store), ma anche una versione Beta alternativa, non stabile né perfettamente funzionante come quella ufficiale, dove vengono testate le nuove funzionalità. Per diventare Beta tester di WhatsApp per Android puoi cliccare su questo link ed avere modo di testare in anteprima tutte le nuove feature; come già accennato però la versione Beta dell’app non è stabile e potrebbe avere problemi, perciò ti consiglio di valutare bene pro e contro prima di fare questa scelta.

 

Published
2 mesi ago
Categories
Applicazioni
Andrea Careddu

Andrea CaredduSono nato nel 1994 in una piccola città del centro Sardegna. Dopo il Diploma sono fuggito dall’Isola e ora, dopo la laurea in Informazione, Media e Pubblicità all’Università di Urbino, studio sempre ad Urbino Comunicazione e Pubblicità per le Organizzazioni. Appassionato originariamente solo di videogames e console, mi occupo da ormai diversi anni di tecnologia, con particolare attenzione a smartphone e computer. Mi piace esprimermi però anche su tematiche più impegnate e vicine a cultura e società, con la speranza un giorno di scrivere per professione. Mi puoi leggere su ACareddu.it, Leonardo.it e ByTecno.it News.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *