Via Col Vento: vince il Pulitzer nel 1937

Via Col Vento: vince il Pulitzer nel 1937

Via Col Vento: vince il Pulitzer nel 1937

Via Col Vento: vince il Pulitzer nel 1937

Il capolavoro letterario della scrittrice americana Margaret Mitchell venne premiato il 3 maggio del 1937 con il prestigiosissimo Premio Pulitzer. Il prestigioso riconoscimento viene attribuito al caso letterario statunitense. Pubblicato nel 1936, il testo vende 180.000 copie nelle prime quattro settimane. Il successo della storia, che ha per protagonista Rossella O’Hara, una ragazza egocentrica e spregiudicata, sarà bissato con l’omonimo, famosissimo, film del 1939.

Via Col Vento: Margaret Mitchell

Negli anni Venti, Margaret diventa una collaboratrice dell’Atlanta Journal Sunday Magazine: memorabile fu la sua intervista a Rodolfo Valentino. Nel 1926 Margaret sposa John Marsh, un agente pubblicitario, e lascia il lavoro per poter dedicarsi alla letteratura. Nello stesso anno comincia a scrivere un romanzo, la cui lavorazione la terrà impegnata per dieci anni. Il libro viene stampato e distribuito nel giugno del 1936 col titolo Via col vento, prendendo a prestito il verso suggestivo di una poesia di Ernest Dowson. Ed è subito un successo strepitoso: in sole quattro settimane vengono vendute ben 180.000 copie. Nel 1937, grazie al suo romanzo, la Mitchell vince il Premio Pulitzer e l’anno seguente è candidata al Premio Nobel per la letteratura. Visto l’enorme successo, quasi immediatamente partono le trattative col produttore cinematografico David O. Selznick, che dal libro vuole trarre un film. Margaret fa molta resistenza e non vorrebbe partecipare né alla stesura della sceneggiatura, né alla scelta del cast. Nel 1939, dal romanzo è stato tratto il film “Via col vento” con Vivien Leigh, Clark Gable, Olivia de Havilland e Leslie Howard.

 

Via Col Vento: Vivien Leigh, la divina

Via Col Vento: Vivien Leigh, la divina

Via Col Vento: breve trama

Rossella O’Hara è la viziata e capricciosa ereditiera della grande piantagione di Tara, in Georgia. Ma l’illusione di una vita facile e agiata si infrangerà in brevissimo tempo, quando i venti della Guerra Civile cominceranno a spirare sul Sud degli Stati Uniti. Il più famoso romanzo popolare americano narra così le vicende di una donna impreparata ai sacrifici: la tragedia della guerra, la decimazione della sua famiglia, la necessità di doversi adattare a una nuova società. E soprattutto la sua lunga, travagliata ricerca dell’amore e la storia impossibile con l’affascinante e spregiudicato Rhett Butler, avventuriero che lei comprenderà di amare solo troppo tardi.


Autore
Pubblicato il
2 anni ago
Categorie
BuzzStyleIntrattenimento
Fabrizio

fabrizo-pellegriniFabrizio Pellegrini: classe 1973, da sempre appassionato dell’arte della lettura e della scrittura. Terminati gli studi classici nel 1992, va in Inghilterra, dove lavora in un bookshop di Brighton e collabora alla stesura di  testi per bambini. Torna in Italia nel 1994 e si iscrive alla Facoltà di Sociologia. Nel periodo che va dal 1998 al 2001 collabora con la rivista locale Adige e poi comincia a lavorare nel mondo dello spettacolo come Ispettore di Produzione, esattamente presso la Fondazione Arena di Verona. Dal 2008 ad oggi coltiva e sviluppa la sua passione per il web writing con la creazione di siti e la collaborazione continuativa come publisher per Blasting News. Specializzato in tematiche lavorative delle “categorie protette”, appassionato di moda, politica, dinamiche sociali e social marketing.

One comment on “Via Col Vento: vince il Pulitzer nel 1937

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *