Uova di Pasqua 2016 fai da te: la ricetta per farlo in casa che sia fondente o al latte con alcuni suggerimenti che aiutano a realizzare il dolce

Chi di voi non si è mai cimentato a preparare Uova di Pasqua 2016 fai da te a casa propria? In realtà, fare un Uova di Pasqua non è così difficile, ma ciò che deve essere tenuto presente nella preparazione è la temperatura del cioccolato, fondamentale nel procedimento. Poi, non rimane altro che decidere se fare uova al cioccolato al latte o fondente.

uova-di-pasqua-2016-fai-da-te

Uova di Pasqua 2016 fai da te: Ingredienti

uova-di-pasqua-2016-fai-da-te

La prima cosa importante da fare nel preparare Uova di Pasqua fai da te è procurarsi due mezzi stampi per Uova di cioccolato che si possono trovare in qualsiasi negozio specializzato, meglio se sono di plastica trasparente e magari un pò flessibili (consentono di staccare meglio le due metà una volta ultimato il tutto). Dotatevi poi di un paio di guanti di lattice (meglio non toccare il cioccolato a mani nude, rischiereste di lasciare impronte o di rendere la superficie opaca) e di un termometro per dolci (fondamentale).  Infine, ovviamente, il cioccolato Ve ne serviranno 500gr (o più se volete delle uova più spesse, magari con strati di diversi tipi di cioccolata), meglio comprarlo in pasticceria e chiedere quello con un tenore in burro di cacao pari al 35%.

Uova di Pasqua 2016 fai da te: La Preparazione

uova-pasqua-2016-fai-da-te

Innanzitutto sciogliete il cioccolato a bagnomaria portandolo alla temperatura di 45° per fondere tutta la parte grassa, raffreddatelo velocemente amalgamando le varie parti fino a 29° per il fondente o 27° per il cioccolato al latte e bianco. Riscaldate nuovamente di 2 gradi; la temperatura finale dovrebbe essere di 31° per il fondente e un paio di gradi in meno per gli altri. Ora il vostro cioccolato è temperato: occorreranno 2 minuti perché il fondente si rapprenda, 3 minuti per il cioccolato al latte o bianco. Ma come raffreddare e mescolare il cioccolato durante il temperaggio, senza formare grumi e ottenendo un impasto liscio ed omogeneo? Esistono 3 metodi:

1) si sposta il pentolino in cui è stato sciolto il cioccolato, in una ciotola di acqua molto fredda, girando con una spatola per raffreddarlo omogeneamente avendo cura di ‘raschiarlo’ bene dalle pareti del pentolino.

2) Una volta sciolto il cioccolato, si lascia raffreddare alla temperatura di 35°, poi si rovescia 1/3 di questo su un piano di marmo, si allarga la massa servendosi di una spatola, la si prende e la si fa ricadere sul marmo con l’ aiuto di una seconda spatola, avendo cura di non incorporare aria. Quando si sarà rappreso si rimette nel pentolino: il cioccolato sarà tutto temperato.

3) Si aggiunge al cioccolato fuso altro cioccolato a scaglie, che lo raffredda sciogliendosi.

A questo punto l’impasto va versato negli stampi; fate bene attenzione però che questi ultimi siano perfettamente asciutti e puliti: ogni traccia di umidità o grasso rovinerebbe infatti il duro lavoro fatto, oltre a far perdere lucentezza al cioccolato e a rendere le uova difficilmente staccabili. Ricordatevi poi di utilizzare sempre detersivi inodore per lavare gli stampi, perché il cioccolato assorbe gli odori come una spugna! Detto ciò, assicuratevi che i contenitori abbiano una temperatura intorno ai 20 gradi per quelli in plastica (trasparente e non) e  e versatevi il cioccolato temperato, fino a raggiungere un terzo abbondante dello stampo. Ruotate le forme in modo da far aderire bene il cioccolato su tutta la superficie e lasciatele poi raffreddare capovolte appoggiate su della carta da forno. Se le operazioni di temperaggio sono state eseguite correttamente, le uova dovrebbero staccarsi da sole dopo circa una mezz’oretta. In caso contrario esercitate una leggera pressione sugli stampi (per questo è meglio utilizzare quelli di plastica trasparente!). A questo punto posizionate la sorpresa che più vi piace all’interno di una delle due metà, riscaldate leggermente i bordi dell’uovo (con un coltello caldo, oppure passando le due metà su una piastra riscaldata o, ancora, utilizzando del cioccolato fuso da posizionare sui bordi grazie ad un sacchetto da pasticcere) e uniteli con cautela: in brevissimo tempo il vostro uovo sarà saldato!

uova-di-pasqua-2016-fai-da-te

Uova di Pasqua 2016 fai da te: Decorazioni

uova-di-pasqua-2016-fai-da-te

Ora potrete decorarlo con disegni di zucchero (potete anche comprare quelli già fatti e attaccarli con gocce di cioccolato fuso che vi faranno da colla) o con riccioli e ghirigori disegnati con il cioccolato grazie al tipico sac a poche. Confezionatelo poi con delle stoffe, magari cucite e ricamate da voi stessi et voilà: l’uovo è fatto!

uova-di-pasqua-2016-fai-da-te


Pubblicato il
1 anno ago
Categorie
Intrattenimento
Giuseppe La Spada

giuseppe-la-spadaGiuseppe La Spada napoletano, ma milanista e residente a Milano. Ho fatto il classico percorso che tutti fanno (costretto in verità dai genitori) laurea in legge a Napoli e per non farci mancare niente, pratica legale (due anni!!) presso uno studio legale a Reggio Emilia (a proposito…la odio!!). Mentre sostenevo, con fatica, i vari esami universitari, mi dilettai in un corso a Milano (appoggiandomi da mia sorella) di sceneggiatura cinematografica, vincendo per un cortometraggio sia il soggetto che la sceneggiatura (“Rumors”). Mi piace scrivere possibili soggetti o libri (che non vedranno mai la luce)! Ho ultimamente, per riempire il curriculum, fatto un corso a Milano di assistente notarile…da vero masochista!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *