BuzzNews > Intrattenimento > Un sommelier virtuale per scegliere il tuo vino? Vino à Porter è la risposta

Un sommelier virtuale per scegliere il tuo vino? Vino à Porter è la risposta

Scegliere un vino online è davvero difficile: ma finalmente arriva il sommelier virtuale

Per gli amanti del vino l’acquisto online potrebbe risultare difficoltoso: soprattutto quando si vogliono “esplorare” nuove etichette, cantine o i corretti abbinamenti con il cibo. Per ovviare all’ansia di scelta e avvicinare i consumatori al prodotto, nasce Vino à Porter l’ec-commerce con il Sommelier Virtuale che in pochi secondi può consigliare i vini ideali per ognuno di noi. Ne abbiamo parlato con Matteo Parisi, responsabile marketing e comunicazione di Vino à Porter.

Raccontaci come è nata l’idea che vi ha portato a creare Vino à Porter

Prima di essere imprenditori nel settore vinicolo, eravamo quattro semplici consumatori esigenti: volevamo vino adatto ai nostri gusti o alle nostre cene, senza spendere più di 1 minuto per sceglierlo. Il sogno sarebbe stato trovare sempre qualcosa di nuovo e consegnato a casa in fretta ed alla temperatura giusta. Non trovando un servizio che rispondesse all’esigente domanda, abbiamo deciso di metterci in gioco. Vino à Porter è la soluzione che abbiamo trovato per esigenze irrisolte nella vendita del vino: diminuire l’ansia della scelta e avvicinare la generazione dei trentenni al vino. La chiave è rendere semplice e veloce l’acquisto di un bene complesso, rispettando la serietà e le innumerevoli sfumature che lo contraddistinguono.

Vinoaporter.com è un sommelier virtuale che accompagna l’utente in un viaggio esperienziale, capendo i gusti degli utenti o i migliori abbinamenti alle ricette, per proporre infine il vino ideale per ogni esigenza (che noi abbiamo categorizzato in 12 tipologie differenti, che chiamiamo #caratteri). Questo processo avviene utilizzando strumenti tecnologici all’avanguardia (algoritmo, machine learning e cognitive intelligence), un’interfaccia immediata e accattivante e servizi just-in-time, consegna a casa in giornata.

Il test del gusto seleziona il vino ideale dell’utente senza fare domande tecniche sul vino, ma sulle familiari preferenze gastronomiche, così come quello dell’abbinamento va oltre il semplice sistema tagging carne-pesce, combinando le diverse tipologie di queste con verdure e formaggi.

Come scegliete le cantine vostre fornitrici?

Tutto ciò è possibile grazie ad un lungo e appassionato lavoro sul prodotto, affiancati da sommelier AIS (Associazione Italiana Sommelier), tra cui un diplomato al Master Sommelier ALMA AIS, che hanno collaborato nella creazione dell’algoritmo alla base dei nostri test, e ora sono parte integrante del team che quotidianamente si cimenta nella scelta e selezione di nuove e sconosciute cantine di qualità.

Il processo di selezione parte con lo studio sulla carta delle cantine che ci contattano, dalla quale fase scegliamo le etichette da degustare. Per questa seconda fase di degustazione coinvolgiamo anche i nostri utenti che si iscrivono alle nostre degustazioni settimanali gratuite, nelle quali in un’atmosfera totalmente informale degustiamo alla cieca, un “blind-tasting”. I clienti hanno un ruolo centrale in questo processo, così da avere anche la loro visione dei #caratteri dei vini, ma ovviamente sono sempre partecipi anche nostri sommelier, e talvolta alcuni produttori. Da questa fase scegliamo in media un vino su tre dei dieci vini che degustiamo settimanalmente, per un totale di tre vini che andranno a far parte della nostra offerta winebox.

Interessante il vostro algoritmo per l’abbinamento dei vini. I vostri clienti come lo hanno valutato?

Il pubblico di Vino a Porter più che un’età precisa ha una esigenza comune: partendo dai propri gusti vuole provare un’esperienza legata al vino, quindi partono dal presupposto che vogliono valutare quanto la loro curiosità possa essere soddisfatta dal nostro algoritmo.

Mi spiego meglio… Ci rivolgiamo a quelle persone che desiderano conoscere meglio i propri gusti, e che sono spinte dalla curiosità. Grazie al nostro sommelier virtuale possono comprendere i loro vini ideali in maniera esperienziale: il loro palato è al centro ed il vino è il risultato non il punto di partenza.

Fatta questa piccola premessa, devo dire che stiamo vedendo che il pubblico ci trova “una novità stimolante”. Infatti in maniera ricorrente i nostri clienti sono grandi promotori del nostro servizio. Spesso dopo aver provato i nostri box li riacquistano per regalarli, per una cena o ricorrenza, ad amici e parenti. Crediamo che questo sia molto diverso rispetto al classico regalo della bottiglia di vino, vogliono infatti regalare proprio l’esperienza e quindi donano o un coupon per fare il test oppure spediscono direttamente il box a casa del destinatario, certi dell’effetto sorpresa.

Questo, unito alle domande che facciamo quotidianamente e ai feedback forniti dagli oltre 10000 test fatti, ci ha fatto comprendere come i nostri clienti non solo valutano affidabile il nostro sommelier virtuale, ma lo usano come consigliere quando devono sorprendere amici o conoscenti portando vini ideali per i loro gusti o con scelte inusuali nell’abbinamento cibo vino.

sommelier virtuale

Il sommelier virtuale per la scelta del vino che rispecchia i tuoi gusti

Le risposte dei clienti, i loro gusti, condizionano uno sviluppo costante per il miglioramento dell’algoritmo per la scelta dei vini?

Il nostro algoritmo è nato e si nutre di curiosità, nostra e dei nostri clienti. Questo semplice punto di partenza sottolinea come il sommelier virtuale non possa essere mai statico, non abbia un punto di arrivo, ma sia in continuo divenire, affinamento e miglioramento. Questo processo coinvolge sia la parte tecnologica e di algoritmo sia la ricerca e lavoro sul prodotto: per essere sempre più innovativi e precisi nel comprendere l’utente da una parte e per offrire e far scoprire sempre qualcosa di nuovo e particolare dall’altra.

Quali sono i vini preferiti dei vostri clienti?

Le risposte dei nostri utenti mostrano che non esiste un gusto predominante sugli altri e di conseguenza non possiamo dire che ci sono vini che prevalgono nettamente su altri. Ad esempio, abbiamo da poco svolto un’analisi di lungo periodo per capire la suddivisione delle vendite tra vini bianchi e vini rossi. La risposta è stata molto chiara: metà bianchi e metà rossi.

Ovviamente si hanno differenze anche rilevanti di mese in mese, agosto prevalenza bianchi mentre novembre prevalenza rossi, ma alla fine si equi-distribuiscono. Scendendo più nel particolare, possiamo identificare alcuni vini che hanno colto nel segno più di altri leggendo i feedback degli utenti e dati di riacquisto. Tra questi vorrei segnalarne 2 per tipologia, rigorosamente di “caratteri” diversi: un Gavi (Tenuta San Pietro) che ha conquistato anche i non amanti del Gavi più accaniti e il Tirsat (Gurra di Mare), una blend siciliano le cui vigne si estendono fino alla spiaggia di sabbia a 10 metri dal mare. Tra i rossi ha certamente stupito un Aglianico del Vulture (Quarta Generazione), vino da grande invecchiamento che già oggi riserva grandi sorprese al naso e un Nebbiolo delle Langhe (Cantina Maccagno) che trasmette tutte la passione e naturalezza con cui viene prodotto.

Vino à Porter ha introdotto una sorta di sommelier virtuale. Ci dobbiamo aspettare altre novità?

Come accennato prima il processo di miglioramento del sommelier virtuale è in continua evoluzione: ad oggi possiamo dire poco riguardo a cosa stiamo lavorando, ma possiamo sbilanciarci nell’assicurare che entro la metà del prossimo anno l’algoritmo sarà arricchito da features di machine learning (intelligenza artificiale) che oserei descrivere come avveniristiche per questo settore e per la profilazione gustativa.

Oltre alle novità tecnologiche e all’ingresso della app negli store di Apple e Android, a partire dal prossimo anno inizierà il progetto per far conoscere il sommelier virtuale in altre città Italiane ed all’estero, questo nel piano generale servirà anche per garantire capillarità nel servizio e nella scoperta.

Autore
Pubblicato il
12 mesi ago
Categorie
Intrattenimento
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *