BuzzNews > Tecnologia > Web & Social Media > Twitter prepara “salva tweet”, a quando la modifica?

Twitter prepara “salva tweet”, a quando la modifica?

Twitter e il salvataggio dei tweet

Era il 21 luglio 2014 quando Facebook, il più importante e utilizzato tra i social network e tra le piattaforme di social media, introduceva globalmente e ufficialmente la possibilità, con la pressione di un apposito bottone, di salvare i contenuti, per poi ritornarci in seguito, a proprio piacimento. Oggi, con soli tre anni di ritardo, anche Twitter sembra pronta a introdurre una funzionalità del genere. Anzi, una funzionalità praticamente identica a quella di Facebook.

Come riportato da Engadget di recente, gli sviluppatori di Twitter hanno creato una funzionalità di questo tipo durante la propria annuale edizione della Hack Week. La product manager dell’azienda Jesar Shah ha annunciato con un tweet (ovviamente) la funzionalità, postando inoltre una breve dimostrazione di come il salvataggio dei tweet potrebbe funzionare. La stessa demo può essere vista direttamente nel tweet riportato di seguito:

https://twitter.com/jesarshah/status/917538321693261824

Sembrerebbe che la nuova funzionalità possa andare a modificare leggermente l’interfaccia attuale dei tweet. In basso a destra, al posto della freccia per inviare un tweet tramite messaggio diretto a un altro utente, dovrebbe essere introdotto un nuovo menù a tendina (nell’immagine sopra, i tre puntini). All’interno di questo nuovo menù sarebbero presenti sia la precedente funzionalità per inviare i tweet tramite messaggio privato, che la nuova funzionalità che nella demo è chiamata “Add to Bookmarks”, mentre nel tweet di Jesar Shah l’hashtag utilizzato è #SaveForLater. Ovviamente, trattandosi a questo punto di una funzionalità in fase di sviluppo, è lecito aspettarsi che, al momento della eventuale distribuzione ufficiale, questa venga parzialmente o completamente stravolta rispetto a ciò che vediamo nella demo di oggi. Dunque, anche il suo nome potrebbe alla fine non essere né Add to Bookmarks né Save For Later.

Per accedere invece ai tweet salvati su Twitter per essere rivisti in seguito, bisognerà (sempre considerando la demo che abbiamo potuto vedere come punto di riferimento) andare nel menù a tendina in cui sono posizionate le impostazioni dell’applicazione. La dirigente ha anche comunicato come, sino ad oggi, gli utenti abbiano preso vie traverse per ovviare alla mancanza della funzionalità, tra tutte il mettere mi piace (o in precedenza aggiungere ai preferiti) i tweet da vedere in seguito, oppure inviare i contenuti a sé stessi come messaggio diretto. Diciamo, quindi, che già da tempo Twitter è a conoscenza di questo tipo di comportamento degli utenti, quindi lo sviluppo di una feature apposita non è affatto sorprendente.

A quando la modifica dei tweet

Purtroppo però, per una novità, gli utenti ne vogliono tante altre. Una in particolare, che da tempo a gran voce è richiesta dagli utenti: la possibilità di modificare i tweet. Questo è ciò che la community (io per primo) desidera. Se vi è mai capitato di postare qualcosa, accorgervi di un errore grammaticale o di un refuso, e dover eliminare e postare di nuovo il tweet, probabilmente anche voi avrete pensato almeno una volta a quanto sarebbe utile avere la possibilità di modificare un post, anziché doverlo eliminare e pubblicare nuovamente.

twitter

Fonte immagine: Photo-Mix https://pixabay.com/it/users/Photo-Mix-1546875/

Ancora, però, non c’è stata purtroppo nessuna novità ufficiale da parte di Twitter in merito a tale funzionalità. Nulla dal recente annuncio relativo al nuovo limite di caratteri per i tweet, che passa da 140 a 280 caratteri. Grossa novità che, attualmente, è in fase di test su un numero limitato di utenti, ma presto dovrebbe essere distribuita a tutti gli utenti della piattaforma. Novità che, da quando è stata annunciata, ha creato non pochi conflitti tra gli utenti, schierati tra coloro che sono più legati ai 140 caratteri, che (scusate il gioco di parole) caratterizza da sempre l’intera piattaforma, e coloro che invece si trovano spesso a dover passare del tempo ad accorciare e tagliare i propri contenuti per stare nel limite stesso.

Pubblicato il
2 mesi ago
Categorie
Web & Social Media
Andrea Careddu

Andrea CaredduSono nato nel 1994 in una piccola città del centro Sardegna. Dopo il Diploma sono fuggito dall’Isola e ora, dopo la laurea in Informazione, Media e Pubblicità all’Università di Urbino, studio sempre ad Urbino Comunicazione e Pubblicità per le Organizzazioni. Appassionato originariamente solo di videogames e console, mi occupo da ormai diversi anni di tecnologia, con particolare attenzione a smartphone e computer. Mi piace esprimermi però anche su tematiche più impegnate e vicine a cultura e società, con la speranza un giorno di scrivere per professione. Mi puoi leggere su ACareddu.it e News and Coffee.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *