BuzzNews > Viaggi > Trauma post vacanza: come affrontarlo

Trauma post vacanza: come affrontarlo

Al ritorno dalle ferie in molti soffrono del classico trauma post vacanza: ecco come affrontarlo

Tornare alla normalità dopo una bellissima vacanza può essere difficile. Dover abbandonare calde spiagge o destinazioni da sogno per ricominciare la vita quotidiana tra lavoro e impegni quotidiani può entrare in gioco il trauma post vacanza, noto anche come “depressione” post vacanza.

L’idea di lasciare quel posto che per qualche giorno o qualche settimana ci ha fatto staccare la spina dalla quotidianità può far innescare dei sentimenti contrastanti. Si può essere contenti, infatti, di tornare nella propria casa, allo stesso tempo si può provare un senso di angoscia e di tristezza per dover ricominciare il solito tran tran quotidiano, lavoro compreso. Questo “trauma” inizia in particolar modo durante gli ultimi giorni delle proprie ferie fino al rientro a casa.

Ma come si può contrastare il trauma post vacanza? Ecco qualche pratico consiglio per affrontarlo al meglio.

Trauma Post Vacanza

Fonte Immagine: Pixabay https://pixabay.com/it/uomo-deposito-bagagli-in-avanti-2138962/

Tornare qualche giorno prima di iniziare a lavorare

Un metodo per cercare di combattere quel senso di malessere al ritorno dalle proprie vacanze potrebbe essere quello di tornare qualche giorno prima, magari all’inizio del fine settimana. In questo modo, non solo si avrà un vantaggio “tecnico”, riuscendo a mettere via tutte le valigie, ma questo aiuterà a acclimatarsi nuovamente in vista del ritorno alla solita routine quotidiana.

Se non è possibile tornare durante il weekend si può riprendere il lavoro anche a metà settimana, così che il prossimo fine settimana sembrerà più vicino. Una volta tornati da un viaggio, infatti, potrebbero essere necessari anche un paio di giorni di relax prima di riprendere il solito tran tran.

Questo può succedere in particolare se si torna da una destinazione con un fuso orario differente e si soffre di jet lag. Questo, inoltre, vale soprattutto se si viaggia con dei bambini: il ritorno dalle vacanze potrebbe essere difficile anche loro, in particolar modo se avviene vicino alla riapertura delle scuole. Tornare con anticipo permetterà anche a loro di riabituarsi alla quotidianità.

Riabituarsi al sonno quotidiano

Fondamentale per affrontare la quotidianità è cercare di riabituarsi al proprio sonno. Questo può essere fatto durante gli ultimi giorni delle proprie vacanze e se si rientra qualche giorno prima di tornare a lavoro in modo da evitare dei risvegli troppo bruschi e, appunto, traumatici.

Un buon sonno, infatti, aiuta a sentirsi bene, a sentirsi rigenerati e in forma per affrontare la giornata. Questo vale sia in caso si soffra di jet lag – cercando di riabituarsi dove possibile agli orari di casa – sia se si viaggia con bambini. Dove possibile, inoltre, viene consigliato di mantenere alcune delle proprie abitudini quotidiane anche in vacanza, in modo che al ritorno sarà più facile riadattarsi.

Trauma Post Vacanza

Fonte Immagine: Pixabay https://pixabay.com/it/uomini-d-affari-donna-d-affari-2306478/

Ricordare le vacanze con gioia (magari organizzandone un’altra)

Una volta tornati a casa capita spesso che si parli dei ricordi delle vacanze con una certa nostalgia e tristezza, e questo potrebbe andare a peggiorare il proprio “trauma” da ritorno. Per questo motivo il modo giusto è affrontare con positività i ricordi delle proprie vacanze, con gioia, considerandole come un piccolo tassello che si va aggiungere alle proprie esperienze di vita, che magari potranno essere replicate in futuro.

Futuro che potrebbe non essere poi così lontano. Quando si viene presi dalla nostalgia potrebbe essere una buona idea cercare di pensare a ciò che vorresti visitare durante le prossime ferie. Nel tempo libero si possono fare delle ricerche sulla nuova destinazione scelta, iniziando a pianificare l’itinerario poco per volta e magari iniziando a guardare le varie offerte sul web, così magari da organizzare un viaggio che non costi molto.

Se invece è impossibile resistere fino al prossimo viaggio “importante”, se il tempo lo permette ci sono sempre i fine settimana, perfetti per delle toccate e fuga all’insegna del relax e per trascorrere del tempo con famiglia e amici.

Pubblicato il
3 settimane ago
Categorie
Viaggi
Jessica Rivadossi

Nata e cresciuta nel milanese, ama la musica di ogni genere, “basta che sia orecchiabile”. Appassionata di fotografia, è incuriosita da tutto quello che fa “buzz” e i fenomeni del web.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *