BuzzNews > Sport > Super Bowl 2017: spot e numeri della finale NFL

Super Bowl 2017: spot e numeri della finale NFL

Super Bowl 2017: numeri, curiosità e spot del grande ballo della NFL

Nella grande clessidra a forma di palla ovale marchiata NFL, i granelli di sabbia scorrono che è un piacere, dato che manca sempre meno a domenica 5 Febbraio. Dicesi, una data cerchiata con il pennarello rosso, perché è quella in cui andrà in scena il Super Bowl 2017 con i New England Patriots e gli Atlanta Falcons a giocare per la storia. Del resto, allungare le mani sul Super Bowl LI è un qualcosa che equivale ad aggiudicarsi un posto nella storia ed è quello che sogna di fare Matt Ryan. Per la cronaca, il numero due dei Falcons è l’indiziato numero uno per l’aggiudicarsi il premio di MVP di questa stagione NFL, ma tutto passerà dai fatti di Houston. No, non ha di questi problemi Tom Brady, in quanto ha già al collo il pass per il Monte Olimpo dei più grandi di sempre. Dicesi, un ragazzo che ad Agosto spegnerà quaranta candeline e gradirebbe farlo con i gradi di campione NFL e sarebbe la quinta volta nella sua sontuosa carriera.

Super Bowl 2017

NRG Stadium bardato a festa per il Super Bowl 2017!

Sì, il Super Bowl 2017 promette spettacolo, ma se pensiate che questo sia solo sul terreno dell’NRG Stadium di Houston, allora, non avete capito nulla del grande ballo NFL. No, non c’è solo il consueto appuntamento dell’halftime show di Lady Gaga, quanto ci sono anche diversi spot pubblicitari non di poco conto, motivo per cui, aspettando Patriots-Falcons, è il momento di buttare un’occhio su spot, pubblicità e curiosità legate al Super Bowl 2017. Della serie, i numeri non mentono mai.

Super Bowl 2017: un biglietto amaro e caro!

Biglietto amaro è una di quelle pellicole che non si può non aver visto almeno una volta nella vita, in quanto si trova all’interno di quel Tre uomini e una gamba che ha fatto ridere più di una generazione. Anzi, continua a far parlare, ma questa volta non troviamo Ajeje Brazorf tra i protagonisti, dato che il titolo calza a pennello anche per il Super Bowl 2017. Del resto, il biglietto per assistere all’ultimo atto della stagione NFL è sicuramente amaro, poiché economico non lo è di certo. Radio Houston ha calcolato che il prezzo medio per accedere all’NRG Stadium sia di 5.089 dollari con il picco massimo di 15.432 dollari. Per la cronaca, nell’edizione di due anni fa questa media si aggirava attorno ai 2.500 dollari, ma questo è il Super Bowl 2017 e ad Houston non scherzano mica. Insomma, biglietto amaro e assai caro, eppure i tifosi dei Patriots e dei Falcons sono pronti ad aprire il portafoglio. Si parla, infatti, che il 14% dei tagliandi siano stati venduti in Georgia, mentre il 13% in Massachusetts con la maggioranza di biglietti che sono rimasti in Texas con il 33% di vendite. Parità sulle tribune, eppure i tifosi locali non avranno dimenticato che ad estrometterli dal sogno di giocare il Super Bowl 2017 siano stati proprio gli stessi Patriots.

Tagliandi per il paradiso…

Houston, abbiamo un esodo targato Super Bowl 2017!

Se alla domanda quale sia la capitale degli Stati Uniti d’America non dovreste avere problemi nella risposta, allora vuol dire che non avete capito nulla del grande ballo della NFL. Vero, a Washington c’è la Casa Bianca, Trump e quant’altro, ma all’NRG Stadium c’è il Super Bowl 2017, motivo per cui il centro del mondo sarà in Texas. Sì, gli occhi dell’intero pianeta saranno su Houston che si prepara ad essere invasa. Già, un milione sono le persone previste in città per gli eventi legati al Super Bowl 2017, mentre sono “solamente” 140 mila quelle che arriveranno per assistere alla partita tra Patriots e Falcons. Dicesi, un qualcosa che farà sudare i dieci mila volontari targati Super Bowl 2017, ma che porteranno alle casse di Houston un giro d’affari da lasciare tutti senza parole. L’impatto economico che avrà il grande ballo della NFL, infatti, è stimato sui 350 milioni di dollari, ovviamente al netto delle spese. D’altronde, trovare una stanza in città è praticamente impossibile con il contrasto con l’edizione 2004 che si commenta da solo, perché si parla di 84 mila contro le 44 dell’ultima edizione andata in scena a Houston.

Tifosi Patriots pronti all’esodo in Texas!

Super Bowl 2017: una vetrina cara per gli spot pubblicitari!

No, il Super Bowl 2017 non è una semplice finale di uno sport chiamato football, ma è molto di più e i numeri snocciolati fino ad ora sono lì a testimoniarlo, eppure non abbiamo ancora scoperchiato il vaso di Pandora che riguarda gli spot pubblicitari. Del resto, non serve scomodare Sherlock Holmes per capire che avere uno spot nel corso del Super Bowl garantisca una discreta visibilità, visto che per l’edizione numero 50 si è andati oltre i 189 milioni di spettatori, cancellando tutti i record precedenti. Sì, avere una finestra sul Super Bowl 2017 è un qualcosa di assai importante, esattamente come importante è la cifra che bisogna staccare per assicurarsi questo spazio. Dicesi, 5 milioni di dollari per uno spot di 30 secondi. No, non sono patatine ed è per questo che tali spot sono curati a regola d’arte con le auto a farla da padrona. Audi, Kia Nissan e Mercedes saranno della partita, ma non mancheranno nemmeno spot per provare a convincere il pianeta ad andare al cinema. Baywatch, Transformers: l’Ultimo Cavaliere saranno lanciati dalla Paramount, mentre Fast&Furios 8 potrebbe essere il cavallo di battaglia dell’Universal. La Disney, invece, andrà tutto su Pirati dei Caraibi: La Maledizione di Salazar, mentre non si sa ancora chi avrà la meglio nel mondo Marvel tra I Guardiani della Galassia: vol. 2 e Thor: Ragnarok. Grande assente dal Super Bowl 2017 sarà la Warner Bros, ma siamo sicuri che ce ne faremo una ragione.

I Transformers non mancheranno al Super Bowl 2017!

Super Bowl: la festa degli eccessi!

Insomma, inutile dire che non vediamo l’ora di essere travolti dalle emozioni del Super Bowl 2017, perché Patriots e Falcons promettono spettacolo puro. Anzi, non ne dovrebbe mancare visto tutti i numeri snocciolati fino ad ora, ma il meglio deve ancora venire anche se siamo certi che qualche salutista avrà qualcosa da dire. Del resto, aprendo il libro dei record della NFL. scopriamo che nel Super Bowl 50 si sono venduti ben 26.000 hot dog, perché lo stomaco chiama. D’altronde, si aggira attorno agli ottanta dollari la spesa media di cibo con la quale un americano si avvicina al match, ma non pensiate che si voglia bagnare la gola. 583 milioni sono stati spesi in birra per il Super Bowl XLIX, mentre “solamente” 109,4 milioni sono stati consumati nella stessa edizione per gli altri alcolici. Sì, al grande ballo il gomito lo si alza eccome, ma questa è un’altra storia.

Una birra per ogni edizione!

Autore
Pubblicato il
10 mesi ago
Categorie
Sport
Paolo Nicoli

paolo-nicoliIl pallone è uno dei miei migliori amici, proprio come per il grande Oliver Hutton. Solo che a lui gli ha salvato la vita, mentre a me l’ha resa più emozionante.
Allevato nella periferia di Bergamo a pane e calcio, ho imparato a leggere non sui libri o sulle favole, ma sul rosa della Gazzetta. Mia madre, per tenermi fermo, mi parcheggiava davanti al televisore con la cassetta della finale Milan- Steaua Bucarest del 1989. Ho cullato il sogno di diventar giornalista sportivo fin dai banchi di scuola, dove riempivo le pareti con “La Gazzetta di Paolino”, un simpatico foglio di commento alla giornata di campionato. Venero Federico Buffa. La domenica consumo il sacro rito: salamella e partita. In America direbbero che ho contratto la “disease” da soccer.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *