BuzzNews > Benessere > Sulle strade della lavanda: non solo Provenza

Sulle strade della lavanda: non solo Provenza

Anche in Italia i campi si tingono di viola. Da nord a sud, attraverso borghi suggestivi, ecco i luoghi della lavanda

La macchia mediterranea italiana, oltre a diverse varietà di erbe selvatiche, con mirto e cespugli di Ginepro, offre nella sua vegetazione anche splendidi campi di lavanda. Sono ormai noti i molteplici utilizzi di questa pianta, sia nella cosmesi che per il benessere psicofisico ( ecco 9 utilizzi e proprietà benefiche).

Non è quindi necessario spostarsi nella rinomata Provenza per ammirarne la bellezza nel periodo di fioritura, in Italia sono diversi i luoghi e le feste dove quest’arbusto viene valorizzato. La via della lavandula parte da nord fino a toccare il sud Italia, diventando protagonista di suggestivi set fotografici, scopriamo dove:

I campi di lavanda in Valle d’Aosta e Veneto

Nella città di Bard, in provincia di Aosta, si trovano dei suggestivi campi di questa pianta che possono essere ammirati dallo spettacolare Forte di Bard.

A Vittorio Veneto, questa pianta viene coltivata e raccolta per essere messa in vendita sotto le più svariate forme cosmetiche.

pane e lavanda

Pane aromatizzato alla lavanda

I campi di lavanda in Piemonte

In questa regione l’arbusto trova la sua massima espressione con immense distese: sulla statale che collega Borgo San Dalmazzo e il Collo della Maddalena (To) la spettacolare veduta può lasciare senza fiato. Un’importante festa prende vita, invece ad Andonno, sotto le Alpi Marittime. A Ponti (Al) viene coltivata in modo del tutto biologico per cosmetici e alimenti. A Grugliasco (To) viene impiegata in ambito gastronimico. Nella Val Stura i campi sterminati che da sempre costituiscono un’importante attività commerciale per gli abitanti della zona.

I campi di lavanda in Lombardia

Piantagioni di Lavandula angustifolia sono coltivate ai piedi del monte Concarena in Valle Camonica (Bs). A San Giacomo delle Segnate (Mn), si svolge a giugno la sua festa, con birra e gelati a base di questa meravigliosa pianta e la possibilità di raccoglierne un cestino. Vivai di produzione si trovano anche nelle vicinanze del Lago di Garda, dove a Bedizzole (Bs) i prodotti per la cosmesi si affiancano al sempre valido olio essenziale.

I campi di lavanda in Emilia Romagna

Da Castel Bolognese, nella vallata del fiume Senio, parte la Strada della lavanda, un percorso che si snoda fino al giardino delle “Erbe officinali”, uno splendido orto botanico che ospita diverse varietà di quest’arbusto sin dagli anni ’70. Siamo in provincia di Ravenna.

I campi di lavanda nelle Marche

A Serra de Conti e Arcevia, ma anche San Marcello, piccoli comuni in provincia di Ancona, è possibile ammirare la la lavandula nelle campagne che arrivano fino quasi a tuffare lo sguardo nel mare, come anche nella campagna di Montegiorgio. Le Marche si classificano insospettabilmente tra le regioni con le più alte coltivazioni.

I campi di lavanda in Toscana

Numerosi sono i luoghi dove ammirare le spighe di lavanda. I campi del Chianti si tingono di viola, in Toscana, sulle colline di Fonterutoli, nei colli senesi e nella maremma toscana, a Casina di Rosa e in moltissimi agriturismi e poderi dove sperimentare un profumato soggiorno.

spighe di lavanda

Spighe di lavanda

I campi di lavanda in Umbria

Ogni anno, a metà giugno, la Festa della lavanda prende vita a Castelnuovo di Assisi. Ai prodotti naturali si affianca il miele aromatizzato, un dolcissimi antibatterico naturale.

I campi di lavanda nel Lazio

Nell’ameno borgo di Tuscania, prende vita la Festa della lavandula ogni anno nel mese di luglio, quando questa pianta raggiunge la sua massima fioritura, tutto si tinge di questo particolare e unico colore e anche i cibi vengono influenzati: biscotti, cioccolato, risotti, marmellate, formaggi. Tutto viene aromatizzato ed esaltato.

I campi di lavanda in Abruzzo e Molise

Nel piccolo paesino di Pollutri, in provincia di Chieti, c’è un’azienda agricola che sorge su un magico promontorio ed ogni anno regala la vista dei campi nella loro massima espressione.

In alcune masserie della provincia di Isernia è possibile passeggiare tra luoghi intrisi dell’odore inconfondibile di lavandula e soggiornare in agriturismi che offrono impareggiabili vedute.

I campi di lavanda in Basilicata

Nelle pianure costiere, immerse nella macchia mediterranea, diverse sono le coltivazioni di questa pianta, in special modo della provincia di Potenza.

I campi di lavanda in Sardegna e Sicilia

Nella provincia di Oristano, vicino al paesino di Riola Sardo, è possibile ammirare distese di lavandula a ridosso della strada, dove un appassionato agricolture coltiva e poi produce olio essenziale e prodotti alla lavanda, tutto certificato con il metodo biologico.

A Santa Caterina di Villarmosa, in provincia di Caltanissetta, spiccano le file di cespugli profumati, in una location ideale anche per le foto di matrimonio. Qui oltre all’olio essenziale, questa pianta preziosa è stata impiegata anche nei prodotti da forno.

Autore
Pubblicato il
2 settimane ago
Categorie
Benessere
Marta Ricci

Dopo gli studi, lavoro nella finanza e nella mediazione creditizia per molti anni, ma è un mondo che decido di abbandonare perché ai numeri ho sempre preferito le lettere. Scrivo e straparlo delle avventure femminili in un blog con lo pseudonimo di Emme Bouclès e ho all’attivo un libro romance. Speaker radiofonica nel passato, nel presente vivo tra Milano e Roma, sono campionessa di corsa al treno. Il futuro cerco di anticiparlo interrogando le stelle! Divoratrice di libri e film, ho una smodata passione per i dolci. Raramente esco di casa sprovvista del mio sorriso, ma spesso dimentico le chiavi.

One comment on “Sulle strade della lavanda: non solo Provenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *