BuzzNews > Intrattenimento > Sindone Torino: 6 notizie sull’Ostensione

Sindone Torino: 6 notizie sull’Ostensione

In occasione dei 200 anni dalla nascita di san Giovanni Bosco, Torino, che conserva la reliquia dal 1578, ha ricevuto il parere favorevole di Papa Francesco per l’undicesima Ostensione della Sacra Sindone, a soli due anni dalla precedente del 2013. L’Ostensione avrà luogo dal 19 aprile al 24 giugno in Duomo.

Sindone Torino: i segni della crocifissione

La Sacra Sindone è un telo di lino color giallo ocra chiaro, delle dimensioni di mt. 4,41 x 1,13, con impresse le immagini frontale e dorsale di un uomo morto a seguito di una crocifissione. Poiché esistono evidenti corrispondenze con quanto raccontato nei Vangeli, si ritiene che sia il lenzuolo con cui fu avvolto il corpo di Cristo dopo dal deposizione dalla croce. Papa san Giovanni Paolo II lo definì “specchio del Vangelo“.

sindone-torino

Sindone Torino: le corrispondenze coi Vangeli

Sono evidenti le ferite sul volto e le colature di sangue lungo la fronte e la nuca, dovute al casco di aculei. La parte destra del petto presenta una ferita dovuta a un oggetto appuntito. Si pensa alla lancia del soldato che penetra in profondità nel corpo per verificarne la morte. Sul polso è evidente una ferita di forma ovale, dovuta al chiodo, che diverge però dall’immagine iconografica del Cristo crocefisso con i chiodi puntati nel palmo delle mani. Sul dorso, oltre ai segni inflitti dal flagello, si notano le ferite dovute al trasporto di un oggetto ruvido e pesante, ovvero la croce. La stessa ferita è presente nella pianta del piede destro, a significare il foro di uscita del chiodo.

sindone-torino

Sindone Torino: il ricordo dell’incendio del 1997

Poco prima della mezzanotte dell’11 aprile 1997, un terribile incendio si origina all’interno della Cappella della Sindone, progettata da Guarino Guarini. L’incendio fu domato solo la mattina seguente. Fortunatamente la Sindone era stata posizionata dal 1993 dietro all’altare maggiore della Cattedrale, per permettere lo svolgimento dei restauri della Cappella. In ogni caso, per proteggerla dal calore e da possibili crolli, si decise quella notte di trasferirla presso il palazzo arcivescovile. Fu stabilito che non subì alcun danno.

sindone-torino

Sindone Torino: come avviene l’ostensione

L’operazione di trasferimento della Sindone dalla Cappella alla teca in cui verrà esposta, è molto delicata. Viene poggiata su un carrello appositamente progettato per trasportarla, innalzarla e inserirla nella teca. Operazione che veniva precedentemente eseguita manualmente dai tecnici. La teca di esposizione, come quella conservativa, è a tenuta stagna e mantiene al suo interno condizioni costanti di umidità, pressione e temperatura.

sindone-torino

Sindone Torino: esposta l’opera del Beato Angelico

In occasione dell’Ostensione della Sindone Torino espone un capolavoro del Beato Angelico “Deposizione dalla croce“, prestato per l’occasione dal Museo di San Marco in Firenze e che torna visibile al pubblico dopo un accurato restauro. L’opera sarà esposta presso il Museo Diocesano fino al 30 giugno.

sindone-torino

Beato Angelico, Compianto sul Cristo morto, 1436. Firenze, Museo di San Marco

Pubblicato il
3 anni ago
Categorie
IntrattenimentoNews
Laura Brioschi

laura-brioschiSono nata e vivo a Milano. Ho conseguito la maturità classica nel 1994. Dal 1996 al 2003 ho lavorato presso l’Ufficio Iconografico della Mondadori Electa, occupandomi di reperire materiale fotografico tramite agenzie e campagne fotografiche ad hoc.  La passione per le mostre mi ha portato  dal 2003 al 2005 a lavorare presso l’Ufficio organizzativo mostre Skira, in cui mi sono occupata delle richieste di prestito, gestione trasporto e allestimento opere in mostra. Per meglio gestire gli impegni famigliari e lavorativi dal 2005 mi occupo autonomamente della redazione dei siti aziendali, Mail e Social Marketing, per una Società di sistemi di sicurezza.