BuzzNews > Lifestyle > Sfilate 2018: gli show più spettacolari della Spring Summer 2018

Sfilate 2018: gli show più spettacolari della Spring Summer 2018

Le 6 sfilate 2018 che hanno lasciato il segno…o quasi

Le sfilate per la Primavera Estate 2018 sono terminate da poco. Tanti i trend, tante le novità, i nuovi designer a capo delle grandi maison, le conferme delle nuove direzioni artistiche.

La New York Fashion Week disertata da tanti dei suoi figli prediletti, emigrati in Europa, mentre Londra e la sua ecletticità ha accolto il debutto di una nuova linea ready to wear. Milano ha dato spazio ai giovani e si è inchinata al tributo in moda per Gianni Versace. Ma gli show più spettacolari di sicuro li ha visti Parigi, terra della moda e della magia.

sfilate 2018

Louis Vuitton SS18 (foto Instagram)

Sfilate 2018 New York: Ralph Lauren e il suo garage

In una New York deserta di stilisti, spiccano i nomi di Tom Ford e Marc Jacobs, che rispettivamente aprono e chiudono la New York Fashion Week. Ralph Lauren, però, offre lo show più spettacolare, aprendo in esclusiva il suo garage fuori Manhattan. Macchine milionarie da collezione che ispirano gli abiti del grande stilista americano.

sfilate 2018

Ralph Lauren (foto Instageram)

Sfilate 2018 Londra: il debutto di Ralph&Russo

Tamara Ralph e Michael Russo sfilano da anni alla Paris Haute Couture Fashion Week. Hanno vestito per il red carpet star come Angelina Jolie e creato i costumi di scena di Beyoncé per il Mrs. Carter World Tour ed altre esibizioni.

sfilate 2018

Ralph&Russo SS18 (foto Instagram)

Per la prima volta, hanno fatto sfilare la loro collezione ready to wear durante la London Fashion Week. L’esclusività della Couture riportata nel prêt à porter, Ralph&Russo incantano Londra e portano quel tocco shimmer di Parigi e della sua alta moda, in una Fashion Week che non ha visto eclatanti spettacoli.

sfilate 2018

Ralph&Russo SS18 (foto Instagram)

Sfilate 2018 Milano: Versace is back

“To my brother Gianni” intona la voce di sottofondo. E to Gianni Versace è tutta la collezione SS18 che Donatella ha messo in piedi riproponendo gli anni d’oro della maison, quegli anni ’90 che hanno reso celebre il marchio della Medusa in tutto il mondo, con le stampe iconiche, coloratissime, l’allure sexy e l’opulenza Versace che si era andata un po’ a perdere nel tumulto dell’era social.

trend moda ss18

look maculato royale di Versace SS18

Lo show è pazzesco non tanto per la location, ma per la nostalgia che provoca, per il step back in time che ci fanno fare quei maculati con foglie d’acanto, quei denim e quelle stampe, i foulard e i color block.  Ma la sfilata donna SS18 passerà alla storia per l’uscita finale delle Top 5: Carla, Claudia, Naomi, Cindy e Helena in abiti di metal mash, il tessuto icona di Gianni Versace, mangiano la passerella come 5 divinità della moda. Nonostante siano tutte alla soglia dei 50 (qualcuna l’ha già passata) sono ancora loro le top model, creature inventate proprio da Gianni Versace.

Manca Linda Evangelista, che i rumors vogliono ormai fuori dalla shape di modella. Eppure proprio lei era il baluardo di quelle super modelle anni ’90, con la sua celebre frase “Per meno di 10.000$ non ci alziamo nemmeno dal letto”.

sfilate 2018

Versace SS18 da sin. Carla Bruni, Claudia Schiffer, Donatella Versace, Naomi Campbell, Cindy Crawford, Helena Christensen

Sfilate 2018 Parigi: Saint Laurent e Chanel

Nicolas Ghesquiere ha portato Louis Vuitton nei sotterranei del Louvre, ma sebbene la location sia emozionante, nulla può contro altri due marchi che si aggiudicano il primo posto pari merito per “lo show più mozzafiato”.

Saint Laurent di Anthony Vaccarello si fregia di un parterre de rois non indifferente, con Asia Argento, Courtney Love, Lenny Kravitz e Kate Moss, Robin Wright, Charlotte Casiraghi e Cathetine Deneuve fra gli altri.

sfilate 2018

Saint Laurent SS18 (foto Instagram)

Ma non è per la sua prima fila che il fu YSL si merita il primo posto. E neppure per la collezione, un po’ Yves Saint Laurent ma tanto “bad ass classy stripper” (il mood audace sexy e rock di Vaccarello). La location rende il tutto incredibile: la sfilata ha luogo al Trocadero, all’aperto, con tanto di bella vista sulla Tour Eiffel illuminata d’oro nella notte parigina. Impareggiabile.

O quasi.

Perché se Vaccarello porta il suo Saint Laurent all’aperto, Karl Lagerfeld ribatte con un’altra delle sue faraoniche scenografie all’interno del Grand Palais. Dopo aver portato le rovine greche, la Tour Eiffel, dopo aver trasformato il Grand Palais in un supermercato e in una strada con tanto di modelle-manifestanti, Karl per la Chanel SS18 porta sotto la cupola di vetro…le cascate.

sfilate 2018

scenografia Chanel SS18

E qui sono i numeri a battere ogni altra location e scenografia di questo mese della moda:

  • 6 – le cascate VERE della scenografia
  • 9 – i metri della cascata più “bassa”
  • 15 – i metri della cascata più alta
  • 2 – i mesi di lavoro per creare il set
  • 9 – i giorni per creare il set nel Grand Palais
  • 85 – le modelle che si sono avvicendate sulla passerella
  • 85 – i metri di scenografia.

 

Pubblicato il
2 settimane ago
Categorie
Lifestyle
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *